Archive for ICavalieriDelloZodiaco.net Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 


       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Shura di Capricorn

Arles ha sbagliato a richiamare tutti i Gold?

La scalata alle 12 Case è la prova suprema per i nostri eroi che infine sconfiggono il nemico di lady Isabel. Pure per Arles la scalata costituisce la prova suprema ma forse l'astuto e temibile Saga ha commesso un grossolano errore strategico ancor prima che la scalata abbia inizio.
Dal momento che dovrai affrontare i tuoi nemici, sulla carta decisamente sfavoriti, perché offrire loro la benché minima speranza? Perché richiamare al Tempio tutti i Cavalieri d'Oro? Questione di immagine? Di onore? Voglia di esibire il comando su tutti i parigrado?
Credo sia evidente che convocare tutti i Gold in vita sia stato un errore, forse addirittura fatale.
Prendiamo Mur: lo richiami al Santuario dopo che è stato in esilio volontario per anni, esilio i cui motivi ti dovrebbero essere ben noti. Perché farlo tornare? Lui dichiaratamente alleato di lady Isabel? Lui che presidia la terza Casa e che può contribuire alla causa riparando la armature?
Ioria è stato mentalmente soggiogato e quindi è giusto schierarlo.
Milo nutre qualche dubbio ma non lo sai.
Infine c'è Camus, maestro di Cristal. Perché correre il rischio che l maestro si accordi con l'allievo o non opponga la dovuta resistenza, cosa che avviene quando Pegasus e Andromeda passano indenni l'Undicesima Casa?
Lo stesso Arles che manda sicari da Dohko e Albione non si preoccupa di portarsi in casa Mur e Camus.

Cavalieri, a voi.
Cangax

Ho sempre pensato che i cavalieri d'oro avessero potere decisionale, e cioè libero arbitrio. Custodi della loro casa come e quando vogliono, senza dipendere troppo dalla figura del Gran Sacerdote che è si a capo della schiera, ma che più che dirgliele le cose non può fare. Nel senso che non può obbligare un grande Mur a non venire: il custode della prima casa è lui e ne fà ciò che vuole.
E proprio per questo che abbiamo la presenza del custode della prima casa, nonostante Arles sapesse che non fosse fedele.
Su Ioria ci ha pensato direttamente lui infatti, mentre su Camus credo non avesse il minimo dubbio della sua fedeltà.
Milo e Aldebaran, nonostante nutrissero qualche dubbio più o meno velato, erano dalla sua parte, come gli altri.
Dohko invece non sarà stato sicuramente invitato, ma avrebbe comunque partecipato e nessuno gli avrebbe detto niente se solo avesso voluto o se non avesse addotto la scusa di proteggere il sigillo ai 5 picchi. Non credo che se il maestro si fosse presentato là, qualcuno sarebbe andato li ad ucciderlo (sulla falsariga di Deathmask in Cina), altrimenti qualche altro cavaliere d'oro si sarebbe insospettiti ulteriormente.
Jotaro Kujo

Il contributo di Mur può valere fino ad un certo punto...salva la vita a Seiya contro il Toro ma alle case superiore le bronze vengono danneggiate che è un piacere o addirittura vanno in pezzi. Camus sarà anche stato "infedele" o cmq a briglia sciolta ma alla settima casa ha quasi ammazzato Crystal quindi perchè non chiamarlo? Sarebbe stato un gold in meno a difesa delle 12 case anche se era un difensore a "mezzo servizio preso più dalle sue beghe personali con il cigno che dal servire o meno Atena o Saga.Casomai a Saga è andata bene che Mur e Dhoko abbiano deciso di "astenersi" dalla lotta...altrimenti con loro a fianco dei bronze la scalata sarebbe stata ancora più agevole!
Suikyo

Jotaro Kujo wrote:
.Casomai a Saga è andata bene che Mur e Dhoko abbiano deciso di "astenersi" dalla lotta...altrimenti con loro a fianco dei bronze la scalata sarebbe stata ancora più agevole!


Più che altro, non si è mai capito bene perchè Mur e Dohko (che cmq avevano un certo charme tra i saints) non sono andati dagl'altri gold tipo Camus, Milo, Aldebaran, Shaka, ecc...o anche i silver, per dirli..."ahoooo, quello che state servendo non è il vero Pope, fessoni".

L'unica cosa che mi lascia pensare è che gl'altri gold consideravano Dohko(la prugna) e Mur(il montone) due tipi poco affidabili o comunque non degni di credibilità.
The Darkness Apsu

No! semplicemente quei 2 erano brevemente affetti dal "complesso del coniglio"; Doko lo aveva già da giovane come testimoniano alcune opere, mentre Mu deve averlo preso dal maestro...
Shiryu

Molto a riguardo lo possiamo trarre da Episode G: si può disobbedire a un ordine del Sacerdote, ma bisogna portare una giustificazione formale e si rischia comunque l'accusa di tradimento, o persino la condanna a morte, come si vede quando Ioria minaccia di non andare al Chrysos Synagein, mentre Mur e Doko inviano lettere formali di scusa.

Poco più avanti, quando Crono attacca, i Gold rimangono nei rispettivi templi perché così ha ordinato il Sacerdote, anche se apertamente controvoglia. Intervengono solo Ioria, Toro e Shura che non hanno ricevuto l'ordine. Arles insomma si aspetta totale fedeltà, e non ha tutti i torti.

Piuttosto, quel che dovremmo chiederci è perché permetta a Isabel di raggiungere il Santuario e porlo in una posizione di svantaggio, quando sarebbe potuto andare di persona a ucciderla a Nuova Luxor. Specie in considerazione di quanto accaduto con Ioria.
Aldebaran

Quote:
Più che altro, non si è mai capito bene perchè Mur e Dohko (che cmq avevano un certo charme tra i saints) non sono andati dagl'altri gold tipo Camus, Milo, Aldebaran, Shaka, ecc...o anche i silver, per dirli..."ahoooo, quello che state servendo non è il vero Pope, fessoni".


Era la parola di due gold contro quella del rappresentante di Atena sulla terra, e che prove avevano poi?

Alla fine solo Mur al santuario può essere considerato un errore perché ripara le armature, ma gli altri no: Deathmask e Aphrodite sanno chi è e stanno dalla sua parte, Shura e Aiolia sono stati riprogrammati, Milo e Adebaran nutrivano dei dubbi ma questo lui non lo sapeva, Shaka ha gli occhi foderati di mortadella e Camus idem come i custodi di quarta e dodicesima casa.
Suikyo

Quote:
Era la parola di due gold contro quella del rappresentante di Atena sulla terra, e che prove avevano poi?


Uno era però un saint leggendario (in teoria ), l'altro era l'allievo del vero Pope.
Caspita, sè non erano credibili questi 2.
Il perchè non abbiano considerato l'opzione di contattare i gold è inspiegabile, anche perchè Aiolia, Milo, Aldebaran, Camus, tutto erano fuorchè irragionevoli, sè quei due gli mettevano la pulce nell'orecchio, forse forse, alcune dinamiche sarebbero andate diversamente, ma inspiegabilmente non lo fanno.
Shiryu

Non dimentichiamo che 13 anni prima il più nobile, forte, amato e coraggioso di loro aveva tradito, ma nessuno si era posto il problema più di tanto a parte Shura, che lo aveva visto. Mur e Doko sarebbero stati accusati di tradimento seduta stante.

E poi, tra le righe, sembra che nemmeno loro siano proprio sicuri sicuri che Isabel sia Atena. La scalata serve a dimostrare anche questo.
Aledileo

Quote:
Dal momento che dovrai affrontare i tuoi nemici, sulla carta decisamente sfavoriti, perché offrire loro la benché minima speranza? Perché richiamare al Tempio tutti i Cavalieri d'Oro? Questione di immagine? Di onore? Voglia di esibire il comando su tutti i parigrado?
Credo sia evidente che convocare tutti i Gold in vita sia stato un errore, forse addirittura fatale.
Mah, può anche darsi che sotto sotto temesse Atena (non tanto i 5 pischelli, che comunque avevano sconfitto tutti i vari Cavalieri di Bronzo e Argento mandati contro di loro), in fondo è una Dea, non per nulla la fa colpire subito a sorpresa con la freccia di Betelgeuse! Per paura che racconti tutto ai Cavalieri d'Oro o che lo sopraffaccia in battaglia?

Riguardo alla mancata comunicazione tra Mur e Libra e gli altri Cavalieri d'Oro ne avremo paralto mille volte, è un difetto narrativo bello grosso. L'unica spiegazione, come detto da Shiryu, è che è tutta una prova, per Atena e per i suoi veri Cavalieri. Ma insomma, non è che sia una gran giustificazione logica, risente molto dello spirito eroico/di sacrificio dei cartoni anni 80.
Goldsaint85

i gold classici ci sono stati mostrati più volti come uomini che, da un lato, hanno un potere tale da non essere manipolabili dal pope ma, dall'altro, la loro personalità e le proprie convinzioni non vengono mai anteposte al dovere

i gold, i silver e i bronze non sono altro che soldati, il pope è la massima autorità politica e militare del santuario, quindi se il pope ordina bisogna ubbidire e bisogna anche mettersi nella prospettiva delle azioni altrui
per fare degli esempi banali, ioria è disposto a graziare i disertori del santuario, ma non può fare nulla davanti ad algol, perché c era un ordine del pope di ammazzare i disertori. può solo fare quella faccia di costipazione, ma null'altro
idem quando i tre silver vanno a spiare ioria contro pegasus... lui non può dire nulla perché in quel frangente loro stanno ubbidendo al pontefice e lui ha torto perchè sta rinviando un duello che potrebbe vincere facilmente

persino quando ioria e shaka si scontrano, i due cercano di andarci piano, perché attaccare un parigrado è sempre una mossa azzardata

mu se n è sbattuto del santuario per 13 anni, che credibilità avrebbe potuto avere ad andare da un virgo o da un capricorn a dire ''lascia passare i bronze''? a maggior ragione che nemmeno lui e doko sono certi di come la vicenda fosse evoluta dalla notte degli inganni in poi

milo non è convinto della probità degli ordini di saga, eppure va a massacrare da solo tutti i saint dell isola di andromeda

saga avrà potuto pensare
1) libra e ariete non mi hanno mai contestato direttamente, quindi o vengono e si fanno gli affari loro oppure combattono per me
2) cancer, pisces e capricorn sanno dell imbroglio e se ne fregano
3) shaka e ioria  sono totalmente devoti
4) gli altri gold, chi più chi meno, si sono sempre adeguati agli ordini

tutto sommato, saga deve eliminare dei bronze in continua ascesa, tanto da aver sbaragliato tutta la classe di silver (cosa che nella norma sarebbe impossibile)

andare lui in giappone non poteva per un motivo preciso e lapalissiano: quando ha atena davanti, la parte buona prevale e si suicida. evidentemente il lato malvagio è consapevole di ciò e cerca di evitare di scendere in campo personalmente... persino alle 12 case, se saga fosse andato personalmente avrebbe ammazzato probabilmente tutti per forza, ma la coscienza avrebbe potuto giocargli qualche scherzetto
sennò non avrebbe lasciato ad altri l incombenza di accoppare atena
Shiryu

Goldsaint85 wrote:
andare lui in giappone non poteva per un motivo preciso e lapalissiano: quando ha atena davanti, la parte buona prevale e si suicida. evidentemente il lato malvagio è consapevole di ciò e cerca di evitare di scendere in campo personalmente... persino alle 12 case, se saga fosse andato personalmente avrebbe ammazzato probabilmente tutti per forza, ma la coscienza avrebbe potuto giocargli qualche scherzetto
sennò non avrebbe lasciato ad altri l incombenza di accoppare atena

In effetti è la versione sostenuta inizialmente anche in Saintia Sho, per quanto alla fine la parte buona là ceda. Però poteva uccidere tranquillamente lui i Bronze e lasciare Isabel senza difese contro il primo sicario possibile, da Phaeton in su.
trailblazer

magari se fosse andato di persona avrebbe fatto lo stesso errore che ha fatto Freezer con Goku (volendo fare un parallelismo)... se la mena, se la mena, finchè Goku diventa SS, cosi i bronze avrebbero raggiunto il settimo senso (del resto Andromeda l'ha sfiorato proprio con Saga che se la menava apparendo come fantasma).
Aldebaran

Però poi li massacra tutti e cinque anche quando questi hanno il settimo senso.
The Darkness Apsu

Xké sono cadaveri ambulanti in quel momento...
Aldebaran

Cadaveri ambulanti che però scagliano AE, Nebulosa e Drago contemporaneamente.
BuRn!

Secondo me non è stato un grande sbaglio, anzi...è solo stato sfigato  
Lui pensava che contro dei cavalieri di bronzo fosse vita facile con i gold (benchè abbiano spazzato via i silver), alla fine stiamo parlando della classe più forte quindi...Di certo non poteva immaginare che i bronze avrebbero tirato fuori una forza del genere, nonostante i campanelli di allarme pre-scalata...insomma sia lui che i gold li hanno sottovalutati malamente, alcuni perfino aiutati Poi, bè essendo il rappresentante di Atena sulla terra, i gold dovevano quasi per forza dargli retta! (sicuramente era questo il suo pensiero)
Di sicuro non poteva agire per conto suo Arles, non mi sembra uno "smart move", in questa maniera i presenti in Grecia avrebbero avuto dubbi ^^

Per quanto riguarda Mur, secondo me lui è andato di sua spontanea volontà al grande tempio, appunto per aiutare i bronze...
ryogascorpio

BuRn! wrote:
Secondo me non è stato un grande sbaglio, anzi...è solo stato sfigato  
Lui pensava che contro dei cavalieri di bronzo fosse vita facile con i gold (benchè abbiano spazzato via i silver), alla fine stiamo parlando della classe più forte quindi...Di certo non poteva immaginare che i bronze avrebbero tirato fuori una forza del genere, nonostante i campanelli di allarme pre-scalata...insomma sia lui che i gold li hanno sottovalutati malamente, alcuni perfino aiutati Poi, bè essendo il rappresentante di Atena sulla terra, i gold dovevano quasi per forza dargli retta! (sicuramente era questo il suo pensiero)
Di sicuro non poteva agire per conto suo Arles, non mi sembra uno "smart move", in questa maniera i presenti in Grecia avrebbero avuto dubbi ^^

Per quanto riguarda Mur, secondo me lui è andato di sua spontanea volontà al grande tempio, appunto per aiutare i bronze...


se prendiamo per buono Episode G, Arles da prassi i Gold li convoca tutti.
Mur probabilmente aveva sempre rifiutato per i motivi ben noti, ma stavolta decide di partecipare.

Va anche considerato che i gold, off screen, tra loro parlano.

Non sarebbe stato sospetto se Arles avesse convocato solo alcuni?
In fondo era pur sempre un attacco al santuario.

Non eravam più ai dubbi di MIlo.

Ormai altri silver eran stati sconfitti, Ioria aveva fallito, l'armatura di SAgitter persa...
Credo che Arles dovesse dimostrare l pericolo e quindi convocarli tutti. Nessuno escluso.

Anche perché...se avesse avuto il dubbio (come dice a Milo) che Mu e LIbra lo avrebbero tradito...bè allora a maggior ragione tutti gli altri dovevan essere alle 12 case per difenderlo dall'attacco di 3 gold (con MIcene/Seiya)
ryogascorpio

Jotaro Kujo wrote:
Il contributo di Mur può valere fino ad un certo punto...salva la vita a Seiya contro il Toro ma alle case superiore le bronze vengono danneggiate che è un piacere o addirittura vanno in pezzi. Camus sarà anche stato "infedele" o cmq a briglia sciolta ma alla settima casa ha quasi ammazzato Crystal quindi perchè non chiamarlo? Sarebbe stato un gold in meno a difesa delle 12 case anche se era un difensore a "mezzo servizio preso più dalle sue beghe personali con il cigno che dal servire o meno Atena o Saga.Casomai a Saga è andata bene che Mur e Dhoko abbiano deciso di "astenersi" dalla lotta...altrimenti con loro a fianco dei bronze la scalata sarebbe stata ancora più agevole!


questa tua ultima affermazione è interessante.

La condivido ma fino ad un certo punto.
Davvero sarebbe stata più agevole?

tanto per fare 2 esempi stupidi,
se Mur e Doko avessero aiutato i bronze avremmo avuto 2 conseguenze immediate:

1) Mur avrebbe affrontato (e probabilmente vinto o....convinto) Aldebaran, con la conseguenza che questi non avrebbe affrontato SEiya in one on one aiutandolo a raggiungere il settimo senso

2) Camus non sarebbe sceso alla settima...e quindi non avrebbe nemmeno cercato di aiutare CRistal nella sua crescita.

In questo modo avremmo avuto 2 bronze su 5 magari meno malconci, ma sicuramente meno cresciuti a fine scalata.

Poi, certo, Mu da solo poteva magari sbaragliare la concorrenza dei pari casta fino ad almeno Aiolia...ma poi?

Con Mur fermato da Aiolia o da Shaka, i bronzini tutti senza settimo prede dei gold superiori li avrei visti maluccio.

Non a caso Doko e Mur agiscono in questo modo...
Lampo del Drago

Avesse mandato Fish o Virgo li avrebbe sterminati tutti senza problemi  
Scorpione

Lampo del Drago wrote:
Avesse mandato Fish o Virgo li avrebbe sterminati tutti senza problemi  


Ricollegandomi a questo, cosa sarebbe successo se Milo fosse andato in missione contro Seiya e soci al posto di Ioria come era nei piani di Arles?

I dubbi li aveva e la comparsa dell'armatura del Sagittario avrebbe potuto farli aumentare. Ma probabilmente si sarebbe fatto un po' meno scrupoli rispetto a Ioria, almeno all'inizio del combattimento.
Libra

Non credo che Arles avesse tanta scelta. In mancanza di una presa di posizione estrema da parte di Libra e Mur non convocarli sarebbe stato perlomeno sospetto, per non parlare di "lasciare in panchina" i dubbiosi, tipo Milo o Aldebaran.
Il Gran Sacerdote doveva convocarli tutti per rendere credibile che si stesse consumando non una guerra di potere ma una rivolta contro il volere di Atena. Probabilmente in cuor suo sperava che l'obbedienza dei fedeli avrebbe condizionato anche i dubbiosi
BuRn!

Scorpione wrote:

Ricollegandomi a questo, cosa sarebbe successo se Milo fosse andato in missione contro Seiya e soci al posto di Ioria come era nei piani di Arles?

I dubbi li aveva e la comparsa dell'armatura del Sagittario avrebbe potuto farli aumentare. Ma probabilmente si sarebbe fatto un po' meno scrupoli rispetto a Ioria, almeno all'inizio del combattimento.


Ti giuro che non riesco ad immaginare qualcun altro al posto di Ioria     Però bene o male sarebbe finita ugualmente con Milo, forse con qualche ammaccatura in più e magari la morte di Tisifone :/
Chaos

Shiryu wrote:
Goldsaint85 wrote:
andare lui in giappone non poteva per un motivo preciso e lapalissiano: quando ha atena davanti, la parte buona prevale e si suicida. evidentemente il lato malvagio è consapevole di ciò e cerca di evitare di scendere in campo personalmente... persino alle 12 case, se saga fosse andato personalmente avrebbe ammazzato probabilmente tutti per forza, ma la coscienza avrebbe potuto giocargli qualche scherzetto
sennò non avrebbe lasciato ad altri l incombenza di accoppare atena

In effetti è la versione sostenuta inizialmente anche in Saintia Sho, per quanto alla fine la parte buona là ceda. Però poteva uccidere tranquillamente lui i Bronze e lasciare Isabel senza difese contro il primo sicario possibile, da Phaeton in su.


Forse non voleva destare sospetti.
Qualcuno si sarebbe accorto della sua assenza al santuario inoltre non è da escludere che qualche suo parigrado avrebbe potuto riconoscere il suo cosmo anche dalla distanza.
Cavaliere di Gemini

Secondo me Arles non aveva alternative: si stava consumando la guerra civile all'interno del Santuario e l'unico modo per dimostrare di essere (ancora) il legittimo Pope era avere pieno controllo sulla casta più importante. E poi si tratta anche di una scelta obbligata dalla forma di governo dei Sacerdoti, non a caso nel G è nata l'idea del Crysos Synaghein come concilio periodico di tutti i 12 Gold.
Il piano di Arles era ben studiato: attirare Atena fino ai piedi delle 12 Case (quando poi in realtà è stata Atena stessa a recarsi in Grecia) e colpirla con la freccia di Betelgeuse, in primis per dare prova tangibile del fatto che quella ragazza non potesse essere una dea ed essere ferita da chiunque (ecco perché l'attacco a sorpresa). In realtà Arles era spaventato dal fatto che Isabel fosse davvero Atena, come si vede nell'episodio del ritorno di Sagitter, ma fin quando i Gold avrebbero compiuto il proprio dovere e Atena restava morente all'inizio della scalinata, le cose non potevano che volgere al meglio.
In tutto ciò, chi costituiva un pericolo?
I Gold "ribelli": Mur e Doko erano dei traditori de facto, se avessero parlato c'erano i fedelissimi Shaka, Shura, DM e Fish per farli tacere.
I bronzetti: all'inizio dell'impresa pericolosi, ma non più di tanto.
I Gold "dubbiosi": Ioria era stato soggiogato di nuovo, Milo non aveva mai messo in discussione il Pope, Camus era misterioso, ma non aveva mai dato problemi, Toro non aveva ancora nutrito dubbi.
La gente di Rodorio: la gente mormora (la vediamo nell'episodio in cui Cassios va a comprare delle mele per Tisifone ed in quei "si dice..." tra Mur e Toro) e quindi era necessario mostrare autorevolezza e sicurezza. E quali segni migliori se non Isabel morente, tutti i Gold richiamati e, tra essi, i "ribelli" incapaci di reagire?

Forse in quest'ottica appare anche meno insensata la scelta di lasciar morire lentamente Isabel, piuttosto che tentare di ammazzare tutti con un'imboscata di Fish e DM per esempio (concordo con chi dice che Saga non potesse fronteggiare Atena a causa della sua parte buona che lo avrebbe destabilizzato)...le 12 ore simboleggiano anche dal punto di vista di Arles la prova definitiva per Isabel: se per i bronzetti quelle sono ore di speranza, per Arles e per chi gli sta intorno sono ore di "conferma", ogni secondo che passava era una piccola prova in più che avrebbe dovuto convincere gli altri...un lavoro psicologico sui presenti al Grande Tempio, che avrebbe dovuto far sospettare: "se è davvero Atena, perché non salva se stessa e gli altri?" Era quindi un "atto di fede" per entrambi gli schieramenti.

La cosa più importante comunque è un'altra: Arles voleva lo scettro di Nike e solo con la morte di Atena poteva impossessarsene: ha di buon grado accettato la sfida delle 12 Case per scatenare un tutti contro tutti dopo il quale avrebbe potuto conquistare scettro e scudo e dominare sui superstiti, siano stati essi fedeli o scomodi. In tal senso dovevano essere tutti presenti sul luogo: i morti (anche Gold) si sarebbero tolti dalle scatole, i vivi sarebbero stati facilmente soggiogati...sempre se ce ne fosse stato bisogno, d'altronde Arles perde per meno di un secondo la sua sfida, anche ammettendo che la situazione non fosse cambiata avremmo avuto in vita Mur, Toro, Ioria, Virgo e Milo...l'unico personaggio da placare sarebbe stato Ioria, mentre Mur, Toro e Milo sarebbero tornati sui propri passi, relegando Doko ad un totale isolamento.

-Cavaliere di Gemini-
Shura di Capricorn

Cavaliere di Gemini wrote:
Secondo me Arles non aveva alternative: si stava consumando la guerra civile all'interno del Santuario e l'unico modo per dimostrare di essere (ancora) il legittimo Pope era avere pieno controllo sulla casta più importante.


Da questo punto di vista non posso che trovarmi d'accordo. Arles che non convoca tutti i Gold avrebbe destato più di un sospetto ai dubbiosi, Milo in primis. Che poi sperasse che qualcuno non si presentasse è un'ipotesi più che plausibile. Lasciamo stare Dohko perché il fatto di essere vincolato al suo ruolo di controllore lo obbligava a non muoversi, anche se ai tempi della serie classica, ricordiamolo sempre, la faccenda del sigillo da controllare non esiste. Il problema era Mur che però si presenta. Invitato o no? Non lo sapremo mai, ma sappiamo invece che Mur si è schierato e per chi.

Quote:

...le 12 ore simboleggiano anche dal punto di vista di Arles la prova definitiva per Isabel: se per i bronzetti quelle sono ore di speranza, per Arles e per chi gli sta intorno sono ore di "conferma", ogni secondo che passava era una piccola prova in più che avrebbe dovuto convincere gli altri...un lavoro psicologico sui presenti al Grande Tempio, che avrebbe dovuto far sospettare: "se è davvero Atena, perché non salva se stessa e gli altri?" Era quindi un "atto di fede" per entrambi gli schieramenti.


Un'ottima considerazione questa del punto di vista di Arles. In effetti la sua impazienza traspare sempre più man mano che passano le ore e la sua attesa dell'ultimo secondo è resa bene nelle scene in cui il sacerdote compare soprattutto dopo l'Eufonia. Un trionfo davanti agli occhi dei suoi nemici avrebbe in effetti dovuto dimostrare ai Gold sopravvissuti che probabilmente avevano preso un abbaglio.

Quote:

... d'altronde Arles perde per meno di un secondo la sua sfida, anche ammettendo che la situazione non fosse cambiata avremmo avuto in vita Mur, Toro, Ioria, Virgo e Milo...l'unico personaggio da placare sarebbe stato Ioria, mentre Mur, Toro e Milo sarebbero tornati sui propri passi, relegando Doko ad un totale isolamento.


Non credo che Dohko sarebbe rimasto isolato. Ioria, libero dall'influsso di Arles, avrebbe forse scelto l'esilio piuttosto che sfidare Saga e gli altri Gold. Mur non sarebbe certo tornato sui suoi passi, quindi se ne sarebbe pure lui tornato in Jamir, considerando il fatto che nemmeno un'alleanza tra Leone e Ariete avrebbe avuto possibilità di successo contro gli altri quattro Cavalieri d'Oro rimasti in vita.
Cavaliere di Gemini

Shura di Capricorn wrote:

Un'ottima considerazione questa del punto di vista di Arles. In effetti la sua impazienza traspare sempre più man mano che passano le ore e la sua attesa dell'ultimo secondo è resa bene nelle scene in cui il sacerdote compare soprattutto dopo l'Eufonia. Un trionfo davanti agli occhi dei suoi nemici avrebbe in effetti dovuto dimostrare ai Gold sopravvissuti che probabilmente avevano preso un abbaglio.


Sì, più passa il tempo e più l'ago della bilancia si sposta dalla parte dei "ribelli", prova del fatto che il "Fato" (quello che fa vincere i buoni) fa sempre il suo corso, tra imprese dei bronzetti, dubbi dei Gold e qualche aiutino. Anzi, più che Fato direi che è proprio Atena a mettere in chiaro le cose, facendo sempre sentire la sua vicinanza ai bronzetti e per riflesso anche ai Gold che, pur non riconoscendola, ne avvertono la presenza più o meno incombente. L'eufonia è un ulteriore colpo per Arles. Ci aggiungo anche la parte buona che interviene proprio nei momenti più importanti (per fermare la parte malvagia che vuole bloccare di persona la scalata, dopo l'allucinazione dovuta all'eufonia, durante lo scontro con Pegasus e al momento del suicidio) forse consapevole del fatto che la parte malvagia poteva essere sopraffatta per breve tempo e quindi si doveva scegliere bene il momento più adatto per farlo (fanfic mode: memore di ciò che successe contro Crono?)...senza dimenticare l'Armatura che si stacca...tutti segnali che sono andati in un'unica direzione, al di là della vittoria incredibile e per certi versi improbabile, la "prova" c'è stata per davvero e ha dato dei segnali chiari e precisi durante le 12 ore e, soprattutto, tutti contrari a ciò che Arles si aspettava.

E' una versione un po' "romantica" e romanzata, lo ammetto, ma c'ho provato

Quote:

Non credo che Dohko sarebbe rimasto isolato. Ioria, libero dall'influsso di Arles, avrebbe forse scelto l'esilio piuttosto che sfidare Saga e gli altri Gold. Mur non sarebbe certo tornato sui suoi passi, quindi se ne sarebbe pure lui tornato in Jamir, considerando il fatto che nemmeno un'alleanza tra Leone e Ariete avrebbe avuto possibilità di successo contro gli altri quattro Cavalieri d'Oro rimasti in vita.


Su Mur avrei dei dubbi, perché l'unico che ha avuto la prova tangibile che Isabel fosse Atena è Ioria...ma Ioria come avrebbe potuto giustificare una sconfitta così clamorosa da parte di una dea? Morta dopo 12 ore di agonia, dopo aver mandato allo sbaraglio i suoi Cavalieri ed essere stata colpita mortalmente da un misero Silver. Non saprei. Magari ci si può aprire un topic dedicato

-Cavaliere di Gemini-
Libra

Scorpione wrote:
Lampo del Drago wrote:
Avesse mandato Fish o Virgo li avrebbe sterminati tutti senza problemi  


Ricollegandomi a questo, cosa sarebbe successo se Milo fosse andato in missione contro Seiya e soci al posto di Ioria come era nei piani di Arles?

I dubbi li aveva e la comparsa dell'armatura del Sagittario avrebbe potuto farli aumentare. Ma probabilmente si sarebbe fatto un po' meno scrupoli rispetto a Ioria, almeno all'inizio del combattimento.


Però ricordiamoci che la tecnica di lotta di Scorpio è lenta per definizione, dunque avrebbe permesso ugualmente a Pegasus di spiegare tutto il dovuto e concesso il tempo all'armatura di Sagitter di giungere in suo soccorso.
In sintesi, non credo sarebbe cambiato molto. Forse Milo non si sarebbe fermato davanti al fantasma di uno sconosciuto (Micene) e avrebbe lanciato la Cuspide contro Isabel, che l'avrebbe respinta.
Shura di Capricorn

Cavaliere di Gemini wrote:

Su Mur avrei dei dubbi, perché l'unico che ha avuto la prova tangibile che Isabel fosse Atena è Ioria...ma Ioria come avrebbe potuto giustificare una sconfitta così clamorosa da parte di una dea? Morta dopo 12 ore di agonia, dopo aver mandato allo sbaraglio i suoi Cavalieri ed essere stata colpita mortalmente da un misero Silver. Non saprei. Magari ci si può aprire un topic dedicato


Mur e Dohko, è vero, non hanno avuto come Ioria la prova tangibile che Isabel è Atena ma la scelta di campo l'hanno fatta preventivamente lasciando il grande Tempio. Scelta che confermano ai Cinque Picchi decidendo si schierarsi con Isabel e i Bronzi contro il Tempio. Nell'occasione Mur invita pure Cancer a fare lo stesso.

Tornano IT riflettevo su una cosa. Che Dohko non sia presente alla scalata si giustifica a posteriori con la sua missione che non esisteva ancora al temo della serie classica.

Apro infine un'altra questione. A ben vedere un assenza pesante alle 12 Case c'è ed è quantomeno singolare che solo Mur e Aldebaran si pongano il problema. Dov'è Gemini?
Aldebaran

Quote:
Apro infine un'altra questione. A ben vedere un assenza pesante alle 12 Case c'è ed è quantomeno singolare che solo Mur e Aldebaran si pongano il problema. Dov'è Gemini?


Se diamo retta alla storia segreta di Capricorn era in missione a sorvegliare Nettuno.
Suikyo

Quote:
Apro infine un'altra questione. A ben vedere un assenza pesante alle 12 Case c'è ed è quantomeno singolare che solo Mur e Aldebaran si pongano il problema. Dov'è Gemini?


Aldebaran dice nel manga che l'identità del gold saint dei gemelli è segreta, è neppure gli altri gold la conoscono.

Tra l'altro rileggendolo, mi sono accorto di una frase che lascia pensare parecchio.
Cioè Mu ad un certo punto dice che hanno trovato molti cadaveri di servitori del Pope e anche di soldati, è che la gente comune sospetta che sia stato il Pope ha farli fuori (cosa vera), quindi, la gente comune si è accorta che qualcosa non andava nel Pope e i Saints invece no?

Sti Saints è vero che hanno il prosciutto sugli occhi.
       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Page 1 of 1
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum