Archive for ICavalieriDelloZodiaco.net Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 


       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Shiryu

Il bivio di Cancer

C'è un momento della storia in cui il cancretto della quarta casa si trova davanti a un piccolo bivio personale: ai Cinque Picchi, posto di fronte a Mur e Doko, evita la battaglia e si ritira, preferendo rimandare tutto alle Dodici Case. E' un momento in cui un Cavaliere che fa della forza la propria ragione di vita non ritiene la propria adeguata a sconfiggere due parigrado, di cui uno ormai anziano e all'apparenza quasi impotente.

Come vedete questa decisione? Da una parte, sembra suggerire un senso di inferiorità di Cancer nei confronti di Mur, che poi si ripropone in Hades quando attacca solo insieme a Fish e sotto la protezione di Sion. Dall'altra, il fatto che due guerrieri così potenti siano schierati contro Arles non lo fa tentennare abbastanza da fargli considerare di cambiare schieramento. Segno che ritiene comunque persa la loro causa, o che ha più fiducia in Gemini e nella sua capacità di sconfiggere eventualmente Mur e Doko?
Aledileo

Secondo me, dato che per lui la forza è tutto, capisce che da solo contro due Cavalieri d'Oro non ha speranze. Magari contro Libra pensava di farcela, ma l'apparizione di Mur lo spinge a desistere, forse teme la fama di Mur, i suoi poteri telecinetici e di teletrasporto. Diciamo che, molto furbamente, non vuole correre il rischio di essere sconfitto; del resto parliamo di uno che fa il grosso con i deboli ma di fronte ai grossi è di fatto impotente (e l'elenco delle sue sconfitte a opera di Sirio, Sirio, Mur e Rada lo conferma).
Ali della fenice

Sa perfettamente di essere inferiore nettamente agli altri due e, quindi, preferisce battere la fiacca (come si suol dire). Beh...Cancer sarà pure uno dei Gold più spietati e feroci ma...a tutto c'è un limite!
Suikyo

Semplicemente DM, capisce che contro Dohko e Mu insieme non c'è l'avrebbe fatta, ed allora preferisce la ritirata.

Contro il solo Dohko non aveva paura di combatterci, infatti DM tenta pure di attaccarlo, ma arriva Shiryu che lo blocca. Quindi DM non aveva paura della prugna, però con l'arrivo di Mu le cose cambiano, era troppo svantaggiato 2 contro 1, è si ritira.
Aldebaran

Ai 5 picchi si rende conto di essere inferiore alle forze congiunte di Dohko e Mur e quindi si ritira, anche se contro il Dohko in versione melanzana credeva di farcela visto che lo stava per attaccare quando è intervenuto Sirio. Sul fatto che segua ancora Saga alle dodici case è perché probabilmente ritiene ancora la sua parte come la più forte, dopotutto la maggior parte dei cavalieri d'oro sono ancora fedeli ad Arles.
AndromedaLaNotte

E' un personaggio egoista ma ci tiene alle penne.. In effetti comunque i rapporti di forza tra i cavalieri d'oro non era ancora chiari.. X me ha fatto solo 2 ist mejo che 1 e se n'è andato!
Goldsaint85

doko è considerato a più riprese un gold saint temibile nonostante la vecchiaia e pur senza la cognizione del misopetamenos
lo stesso saga ne parla in termini di pericolosità a Milo e lo riconosce come uno dei pochi a poter interferire direttamente nella sua meditazione durante la battaglia alla terza casa, nonostante fosse dall altra parte del mondo

e del resto doko quando vede cancer attaccare sirio con il sekishiki sembra abbastanza preoccupato, segno che forse quel tipo di colpo poteva essere problematico perfino per uno come lui (quanto meno senza ringiovanire), e quindi  cancer contro doko vecchio probabilmente qualche speranza l aveva
ma contro mu e doko uniti penso che solo gemini e shaka potessero pensare di farcela

per quanto riguarda la questione morale, ricordiamoci sempre che doko e mu sono due esiliati, mentre gli altri gold sono fedeli egualmente a saga, atena non è mai stata in grado di attaccare il santuario per mettere al proprio posto il pope, quindi il ragionamento di aphrodite e cancer resta valido: in particolare aphro dirà a shun ''fin quando il pope mostrerà di essere in grado di governare i gold, per me sarà sufficiente''
BuRn!

Ali della fenice wrote:
Sa perfettamente di essere inferiore nettamente agli altri due e, quindi, preferisce battere la fiacca (come si suol dire). Beh...Cancer sarà pure uno dei Gold più spietati e feroci ma...a tutto c'è un limite!


Quoto tutto!
Shura di Capricorn

Aledileo wrote:

Magari contro Libra pensava di farcela...


Contro Libra doveva farcela dato che era lì apposta per ucciderlo. Se accetta la missione è perché è convinto di potercela fare (e perché altrimenti Arles lo atomizza ), ma lo scontro con Sirio prima e l'apparizione di Mur poi scombinano i piani.
Goldsaint85

''doveva'' non è detto  
magari cancer semplicemente ubbidisce agli ordini del pope, come farà nella serie di hades
un errore di valutazione di saga, che non conosce evidentemente dal vivo doko e non sa del misopetamenos

ma c è anche da dire che all epoca cancer era un gold come ioria o milo... forte e invincibile
nello scontro nello yomotsu hirasaka, shiryu quando perde la brocca, secondo quanto dice DM stesso, raggiunge il cosmo di un gold saint
ciò nonostante, l unica cosa che riesca a fargli è strappare il mantello
quindi cancer era sicuramente forte nel plot dell epoca
poi nella serie di hades dev essere il pungiball di mu assieme a aphrodite
e come più volte osservato, la lotta dei due è molto fancazzista, perchè DM non usa minimamente i poteri telecinetici, come le rose piranha non riescono a rompere il CW, cosa abbastanza contraddittoria visto che è un'arma apposita per erodere le barriere difensive altrui... ma li pisces era il cattivo e mu il buono... sebbene a prescindere da ciò, mu è il peggior avversario possibile per pisces (visto che uno tira le rose e l altro può sfuggire all infinito col teletrasporto   )
MrOzio

Goldsaint85 wrote:
''doveva'' non è detto  
magari cancer semplicemente ubbidisce agli ordini del pope, come farà nella serie di hades
un errore di valutazione di saga, che non conosce evidentemente dal vivo doko e non sa del misopetamenos

ma c è anche da dire che all epoca cancer era un gold come ioria o milo... forte e invincibile
nello scontro nello yomotsu hirasaka, shiryu quando perde la brocca, secondo quanto dice DM stesso, raggiunge il cosmo di un gold saint
ciò nonostante, l unica cosa che riesca a fargli è strappare il mantello
quindi cancer era sicuramente forte nel plot dell epoca
poi nella serie di hades dev essere il pungiball di mu assieme a aphrodite
e come più volte osservato, la lotta dei due è molto fancazzista, perchè DM non usa minimamente i poteri telecinetici, come le rose piranha non riescono a rompere il CW, cosa abbastanza contraddittoria visto che è un'arma apposita per erodere le barriere difensive altrui... ma li pisces era il cattivo e mu il buono... sebbene a prescindere da ciò, mu è il peggior avversario possibile per pisces (visto che uno tira le rose e l altro può sfuggire all infinito col teletrasporto   )


Anche io penso che nella prima parte Cancer non sfigura come cavaliere d'oro anzi rimane nella loro media perchè ai 5 picchi quando sta per sfoderare il suo colpo segreto, Dohko sembra preoccuparsi sul serio e soprattutto perchè alla quarta casa nonostante l'accrescimento esponenziale di forza di Sirio, sembra comunque essere in una condizione di grande superiorità fino a quando l'armatura lo sostiene

nella serie classica il suo unico grande difetto è il carattere, infatti lui oltre a stare sul carro del più forte perchè conviene frequentare il più forte e pensarla come lui, poi ha bisogno di uccidere gli innocenti per sentirsi potente, in poche parole tutto ruota intorno al concetto che lui ha di potenza che per esistere bisogna metterla in mostra e farla pesare agli altri ma come cavaliere non ne esce male se parliamo di tecniche e forza

in Hades invece per far risaltare il terzetto di Gemini e poi Sion si da talmente di quel poco spazio a lui Phisces e Toro che ne escono quasi ridicolizzati per sempre
Cavaliere di Gemini

Mi verrebbe da dire: DM è spietato, ma mica fesso! Considerando anche SoG, si potrebbe dire che uno come lui abbia da sempre saputo di essere non più che un bastardo, ma mentre sotto l'ala protettrice di Arles andava in giro a fare il gradasso, rimasto solo un paio di conti se li fa...anche con Ioria mostra una certa insicurezza, un senso di inferiorità, ma non sapremo mai se già dai 5 Picchi provasse lo stesso sentimento anche nei confronti di Mur. E' normale che contro due Gold, più eventualmente Sirio, le cose si erano fatte complicate. Dal suo punto di vista è una ritirata strategica, che tra l'altro per me non ha nulla di vergognoso, c'è modo e modo di ritirarsi (nulla a che vedere quindi con la figura del Sanctuary).

E comunque l'evento ha grande rilevanza, perché è grazie alla ritirata di Cancer che si scopre la vera identità del Maestro...magari, in un certo qual modo, l'idea di creare per la prima volta una situazione sbilanciata tra gli stessi Gold, doveva avere un epilogo del genere, come se l'importante a quel punto della storia non fosse tanto la strafexpedition di DM ai 5 Picchi, quanto la rivelazione del Cavaliere di Libra, che si rivelerà fondamentale da lì in poi (senza, ad ogni modo, scoprire proprio tutti gli altarini, cioè il vero potere del Sekishiki, i poteri di Mur ed eventualmente il misopethamenos...anche se allora non esisteva ancora)

E' comunque un interrogativo che, alla luce del DM di SoG, potrebbe creare un sottile legame tra le due versioni del personaggio

-Cavaliere di Gemini-
Shiryu

La particolarità della situazione sta nel fatto che Cancer decide di seguire Saga per diventare più forte, ma a sei anni da questa scelta ancora non si ritiene tale al punto da poter affrontare due parigrado, mentre in circostanze analoghe o peggiori Saga, Mur o Virgo non si porranno problemi.

Eppure, questo non basta a fargli cambiare schieramento, segno che reputa la fazione di Saga la più probabile vincitrice. Un errore di calcolo che gli costerà l'armatura e la vita.
Chaos

DM è un uomo arrogante e crudele ma non è uno sciocco, sapeva di non poter vincere contro Doko e Mur.
Sarebbe più interessante valutare la posizione di Saga il quale non sapendo del misophetamenos, riteneva quindi DM in grado di sconfiggere Doko, temibile nonostante l'eta.

In quest'ottica mi chiedo se la missione non fosse più uno stratagemma per far uscire allo scoperto anche Mur. Dubito che Saga non avesse valutato la possibilità di un suo intervento.

La decisione di DM di restare comunque al fianco di Saga è...coerente con la sua visione del mondo. Coloro con i quali si confronta in quella circostanza sono comunque due cavalieri considerati già esiliati, che si oppongono a quello che era il santuario in tutta la sua potenza.

Il complesso di inferiorità di DM è sicuramente un fattore integrante della sua personalità. Lui segue Saga non solo perché è forte ma per diventare forte. Una forza che non solo non riesce ad ottenere, ma che lo perderà a perdere tutto ciò che possedeva anche la sicurezza che ostentava nel parlare con i suoi parigrado.
trailblazer

lui era li per riportare Dohko al grande tempio, la sua missione era questa, con Mur nei paraggi ha valutato il compito rischioso oltre il ragionevole e si è ritirato.

semplice.
Shura di Capricorn

Chaos wrote:

La decisione di DM di restare comunque al fianco di Saga è...coerente con la sua visione del mondo. Coloro con i quali si confronta in quella circostanza sono comunque due cavalieri considerati già esiliati, che si oppongono a quello che era il santuario in tutta la sua potenza.


La penso come te su questo punto, ma non credo che questa visione della realtà da parte di DM ammetta che egli provasse pure un senso di inferiorità. Il Cancer che conosciamo nella serie classica è sprezzante, superbo e decisamente sicuro di sé, non è certo un tipo da farsi intimorire da chichessia, nemmeno da Saga. Certo è consapevole di essere inferiore a Gemini, ma non credo che abbia nessun complesso di inferiorità anche perché in fondo è uno dei Gold più anziani e può guardare il parigrado con un misto di invidia e ammirazione.
Cavaliere di Gemini

Shiryu wrote:
La particolarità della situazione sta nel fatto che Cancer decide di seguire Saga per diventare più forte, ma a sei anni da questa scelta ancora non si ritiene tale al punto da poter affrontare due parigrado, mentre in circostanze analoghe o peggiori Saga, Mur o Virgo non si porranno problemi.


Probabilmente davvero non ne è capace...

Ad ogni modo, a differenza dei personaggi (e relative situazioni) che hai citato, per DM cedere era un'opzione possibile, mentre per Saga, Mur e Virgo no. Mi spiego meglio: DM non si ritiene in grado di vincere e batte in ritirata...perché sa che tanto una spedizione punitiva (in una situazione più favorevole) nei confronti di Libra prima o poi sarebbe potuta ricapitare (magari Saga gli avrebbe affiancato un altro Gold)...in fondo Libra è stato lì per 13 anni, non era indispensabile farlo fuori proprio in quell'occasione critica.

Gli altri 3 invece stavano vivendo situazioni ben peggiori (sempre se ho capito a cosa ti riferisci): Saga ormai spacciato non si arrende, né fugge alla vista di Atena e compagnia, Mur fronteggia i Rinnegati e il suo maestro, Virgo affronta da solo 3 Rinnegati...ma queste situazioni era davvero critiche, situazioni di vita o morte, da resa dei conti.

Quote:
In quest'ottica mi chiedo se la missione non fosse più uno stratagemma per far uscire allo scoperto anche Mur. Dubito che Saga non avesse valutato la possibilità di un suo intervento.


Sinceramente l'avevo pensato anch'io, mi sembra plausibile. Come detto, Libra e Arles si sono tutto sommato ignorati per 13 anni, probabilmente quella era anche una provocazione per attirare in scena l'Ariete (oltre a Libra in quell'occasione scopriamo anche Aries...scena piena di colpi di scena, appunto).

-Cavaliere di Gemini-
Libra

Cavaliere di Gemini wrote:
Shiryu wrote:
La particolarità della situazione sta nel fatto che Cancer decide di seguire Saga per diventare più forte, ma a sei anni da questa scelta ancora non si ritiene tale al punto da poter affrontare due parigrado, mentre in circostanze analoghe o peggiori Saga, Mur o Virgo non si porranno problemi.


Probabilmente davvero non ne è capace...

Ad ogni modo, a differenza dei personaggi (e relative situazioni) che hai citato, per DM cedere era un'opzione possibile, mentre per Saga, Mur e Virgo no. Mi spiego meglio: DM non si ritiene in grado di vincere e batte in ritirata...perché sa che tanto una spedizione punitiva (in una situazione più favorevole) nei confronti di Libra prima o poi sarebbe potuta ricapitare (magari Saga gli avrebbe affiancato un altro Gold)...in fondo Libra è stato lì per 13 anni, non era indispensabile farlo fuori proprio in quell'occasione critica.

Gli altri 3 invece stavano vivendo situazioni ben peggiori (sempre se ho capito a cosa ti riferisci): Saga ormai spacciato non si arrende, né fugge alla vista di Atena e compagnia, Mur fronteggia i Rinnegati e il suo maestro, Virgo affronta da solo 3 Rinnegati...ma queste situazioni era davvero critiche, situazioni di vita o morte, da resa dei conti. -


Concordo, sono situazioni diverse.
DM in quel momento agisce non da Cavaliere (che difatti non è, almeno nello spirito, tanto che anche l'armatura lo abbandonerà di lì a poco), ma da uomo normale che pensa esclusivamente al suo tornaconto, peraltro in maniera coerente con quanto egli stesso aveva dichiarato a Dohko poco prima.

Ritiene la fazione saghista più forte e quindi a cambiare casacca non ci pensa affatto (ammesso e non concesso che Mur e Dohko lo avrebbero accettato fra loro....), ma in quel momento si rende conto di essere in netto svantaggio e quindi preferisce non incaponirsi e aspettare tempi migliori.

Alla fine il buon vecchio DM è pur sempre, come diceva Ale, "forte con i deboli e debole con i forti"
Antares

Lasciar perdere è una scelta senz'altro sensata, considerando che altrimenti sarebbe stato sconfitto, ma va anche detto che Cancer afferma genericamente di non potercela fare "contro due Cavalieri d’Oro", lasciando intendere che avrebbe desistito anche se si fosse trattato di altri, al di là di Mur e Dohko. Sarebbe interessante vedere come si sarebbe comportato se si fosse trovato da solo contro il solo Mur, senza Dohko da una parte, né Fish e Sion dall'altra. Ci avrebbe di certo indicato con più sicurezza quanta fosse la sua fiducia nelle proprie capacità. Quanto al rimanere fedele ad Arles, evidentemente sottovaluta Sirio e gli altri e ritiene che, se da una parte lui può contare anche su Gemini e tutti gli altri Cavalieri d'Oro, dall'altra Mur e Dohko sono gli unici ribelli da tenere in considerazione.
Shura di Capricorn

Libra wrote:

DM in quel momento agisce non da Cavaliere (che difatti non è, almeno nello spirito, tanto che anche l'armatura lo abbandonerà di lì a poco), ma da uomo normale che pensa esclusivamente al suo tornaconto, peraltro in maniera coerente con quanto egli stesso aveva dichiarato a Dohko poco prima.


Non per voler difendere DM a tutti i costi, ma in quel frangente secondo me agisce invece perfettamente in linea con i doveri di un cavaliere d'oro del Santuario. Al di là del fatto che lui sappia di Saga Arles e che creda nella legge del più forte in quel momento lui rappresenta il potere legittimo di Atena, che si esprime per voce del Grande Sacerdote. Libra invece è un ribelle, un esiliato.
La posizione di DM cambia solo quando si pone la questione Atena. Arles rappresenta veramente Atena? No, e probabilmente lui lo sa. Tuttavia finché non c'è un Atena sulla terra il potere del Grande Sacerdote ha ancora la priorità sul gruppo di lady Isabel che non rappresenta nulla.
Quando invece prima Dohko e poi Mur dichiarano che Atena è viva e presente in lady Isabel allora le cose cambiano. DM diventa rappresentante di un potere illegittimo e a quel punto dovrebbe cambiare schieramento per restare dalla parte giusta. Sceglie di restare dov'è. Per comodità, per ambizione, perché non crede. Tuttavia il passaggio è avvenuto. Da quel momento in poi è il Santuario a essere fuorilegge e sono invece i paladini di lady Isabel a essere i depositari della giustizia.
Shiryu

Shura di Capricorn wrote:
Quando invece prima Dohko e poi Mur dichiarano che Atena è viva e presente in lady Isabel allora le cose cambiano. DM diventa rappresentante di un potere illegittimo e a quel punto dovrebbe cambiare schieramento per restare dalla parte giusta.

E' anche vero che la parola di due esiliati conta fino a un certo punto. Noi ragioniamo in un certo modo perché sappiamo chi aveva ragione e chi torto, ma dal punto di vista di Cancer ascoltare loro sarebbe come ascoltare un sospettato di omicidio che proclama la propria innocenza... non certo una fonte affidabile.
Libra

Shura di Capricorn wrote:
Libra wrote:

DM in quel momento agisce non da Cavaliere (che difatti non è, almeno nello spirito, tanto che anche l'armatura lo abbandonerà di lì a poco), ma da uomo normale che pensa esclusivamente al suo tornaconto, peraltro in maniera coerente con quanto egli stesso aveva dichiarato a Dohko poco prima.


Non per voler difendere DM a tutti i costi, ma in quel frangente secondo me agisce invece perfettamente in linea con i doveri di un cavaliere d'oro del Santuario. Al di là del fatto che lui sappia di Saga Arles e che creda nella legge del più forte in quel momento lui rappresenta il potere legittimo di Atena, che si esprime per voce del Grande Sacerdote. Libra invece è un ribelle, un esiliato.
La posizione di DM cambia solo quando si pone la questione Atena. Arles rappresenta veramente Atena? No, e probabilmente lui lo sa. Tuttavia finché non c'è un Atena sulla terra il potere del Grande Sacerdote ha ancora la priorità sul gruppo di lady Isabel che non rappresenta nulla.
Quando invece prima Dohko e poi Mur dichiarano che Atena è viva e presente in lady Isabel allora le cose cambiano. DM diventa rappresentante di un potere illegittimo e a quel punto dovrebbe cambiare schieramento per restare dalla parte giusta. Sceglie di restare dov'è. Per comodità, per ambizione, perché non crede. Tuttavia il passaggio è avvenuto. Da quel momento in poi è il Santuario a essere fuorilegge e sono invece i paladini di lady Isabel a essere i depositari della giustizia.


Io mi riferivo solo al fatto che batte in ritirata invece di adempiere comunque la propria missione. Un Cavaliere se ha un incarico lo deve portare a termine, non lasciarsi intimidire.
In questo è coerente con il DM che attacca Mur solo in coppia e con quello che scappa come un codardo davanti a Radamante. Ripeto: "sbruffone con i deboli, pecorella con i forti"
Shura di Capricorn

Libra wrote:

Io mi riferivo solo al fatto che batte in ritirata invece di adempiere comunque la propria missione. Un Cavaliere se ha un incarico lo deve portare a termine, non lasciarsi intimidire.
In questo è coerente con il DM che attacca Mur solo in coppia e con quello che scappa come un codardo davanti a Radamante. Ripeto: "sbruffone con i deboli, pecorella con i forti"


Scusa ma non sono d'accordo. Pochi dei 12 affronterebbero a cuor leggero due loro parigrado e questi pochi credo sarebbero Shaka, Saga e Mur. DM che batte in ritirata dimostra di avere coscienza delle sue possibilità e di non essere un cocciuto testardo che va avanti a testa bassa. E' vero che così salva la pellaccia ma allo stesso tempo difende l'interesse di colui che ha scelto di seguire evitando di lasciarci le penne in un momento sfavorevole per la causa di Arles.
Shiryu

Non è tanto il farcela, ma il provarci. Ioria non si sarebbe tirato indietro, per esempio, come non si tira indietro quando Pegasus indossa l'armatura d'oro. Magari avrebbe perso, ma ci avrebbe provato.
Shura di Capricorn

Shiryu wrote:
Non è tanto il farcela, ma il provarci. Ioria non si sarebbe tirato indietro, per esempio, come non si tira indietro quando Pegasus indossa l'armatura d'oro. Magari avrebbe perso, ma ci avrebbe provato.


Ioria non si tira indietro nemmeno di fronte a Shaka però ignora che Arles sia in realtà Saga e finisce per essere soggiogato. Avesse saputo chi aveva di fronte avrebbe fatto lo stesso? Forse sì ma almeno sarebbe stato più attento. E dire che lady Isabel lo aveva pure messo sull'avviso, però in fondo Ioria è il Pegasus dei Gold e va avanti a testa bassa.
Shiryu

Mentre Cancer va in retromarcia  
Lampo del Drago

Cancer è il classico bulletto, con un filo di intelligenza in più.
Gradasso contro un bronzino o un vecchietto, ma quando si aggiunge un altro gold, scappa velocemente.
Phoenix no Ikki

va detto che fino alla saga di Hades bene o male i gold sono tutti forti uguali. Basti pensare che Ioria e Virgo sono in stallo da Arles, mentre alla luce della serie di Hades Virgo prevarrebbe ben presto. E Pegasus che dice contro scorpio che non si era trovato mai così a malpartito contro gli altri gold. Quindi normale che Cancer di fronte ad un 2 vs 1 se la batta a gambe.
       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Page 1 of 1
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum