Archive for ICavalieriDelloZodiaco.net Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 


       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Ioria79

Il mio cavaliere d'oro (classico) preferito

Raccontate le caratteristiche che ammirate di più del vostro cavaliere d'oro e che cosa o quale episodio (di anime o manga) lo ha reso unico per voi! Ovviamente, come per le altre, potete commentarne anche più di uno!
Visto che c'è già tanto da parlare la scelta è solo tra i gold della serie classica:

Mur dell'Ariete
Aldebaran del Toro
Saga di Gemini
Kanon di Gemini
Deathmask di Cancer
Ioria di Leo
Shaka di Virgo
Dohko di Libra
Milo di Scorpio
Micene di Sagitter
Shura di Capricorn
Camus di Aquarius
Aphrodite di Fish
Cangax

Questa l'ho fatta numerose volte e tendenzialmente è pressapoco la stessa. Dopo Soul of Gold (salto di Ioria e discesa di Dohko, Camus e Shura) e dopo la world cup (es. Virgo è sprofondato)comunque, qualcosa è sceso e qualcosa è salito. Comunque, vediamo:

1) Mur. Resta stabile al primo posto. Per me è il cavaliere d'oro perfetto. Ottima difesa, discreto attacco poteri speciali devastanti. Intelligente e aperto di mente, nobile d'animo. La sua inspiegabile disfatta con Aria negli ottavi della world cup resta un delitto che ancora grida vendetta. Unico difetto: apparentemente pigro.

2) Scorpio. Tra i più nobili cavalieri, tra i più intelligenti, e tra i più letali se fatto arrabbiare. La sua armatura è la migliore tra i cavalieri d'oro, il suo scontro con Crystal tra i più belli della serie classica. Resta stabile in seconda posizione nonostante il disastroso Soul of Gold.

3) Saga. Scavalca Shura dopo il suo deludente Soul of Gold. Su di lui c'è poco da dire. Uno, se non il migliore personaggio di Saint Seiya per personalità e carisma. Dispiace la sua disfatta e iil suo accantonamento dopo le 12 case. Chissà cosa avrebbe potuto fare da vivo.

4) Aldebaran. Grande escalation del toro dopo l'ottimo soul of gold e l'interessante World cup, stroncata solo da un avversario inarrestabile come Phoenix. Resta il gigante buono al quale è impossibile voler male.

5) Ioria. A Ioria non puoi volergli male. Al massimo puoi mal sopportare il suo Aioriacentrismo. Non fosse stato per Episode G sarebbe sul podio. In Soul of Goold viene gestito discretamente, o perlomeno alla pari degli altri, il che gli permette di riguadagnare qualche posizione.

6) Shura. Colpito e affondato. SoG non fa che ripete all'infinito gli stilemmi di cui il cavaliere è dotato. Ok la nobiltà, ma non può volersi suicidare ogni qualvolta entra in scena. In confronto Phoenix è meno prevedibile!!

7) Camus. Nonostante il pessimo SoG resta in buone posizioni. La sua armatura e la sua personalità imprevedibile lo rendono, nonostante tutto, un personaggio sempre interessante.

8) Dohko. Anche lui perde parecchie posizioni dopo che in SoG è stata annientata la sua nobile personalità. Cionostante non si può non amare il maestro dei 5 picchi, i suoi consigli, la sua armatura, e iil momento in cui torna giovane. uno degli episodi più alti del Sanctuary.

9) Virgo. La World cup lo affossa. Ma più che lui, sono i suoi fans a renderlo antipatico. lo chiamo "effetto Vasco Rossi" . E comunque è troppo saputello, roba che in confronto Lisa Simpson è umile!

10) Deathmask. In crescita dopo SoG. Ha quasi recuperato su Virgo. E' stato gestito bene ma resta pur sempre uno stronzo.

11) Afrodite. Anche qui SoG migliora ciò il migliorabile. Difficile peggiorare la sua situazione in effetti. Se la gioca sempre con Deathmask per il penultimo posto.

12) Aiolos. L'incontrastato ultimo posto resta il suo.
Shiryu

Anche per me è una classifica che si presta a modifiche, specie nelle parti centrali. Visto che si parla di giudizio complessivo e non solo di forza, direi

1) Capricorn. Innalzato dalla Side Story e Episode G a cavaliere nel senso epico-medioevale del termine. Schietto, coraggioso, leale, indipendente all'occorrenza. Molte spanne avanti agli altri

2) Ioria. Anche qui merito al G di averne mostrato la crescita come uomo e Cavaliere, mi piace la sua cieca determinazione nell'andare avanti e nell'accettare pian piano i compagni.

3) Saga. In termini di personalità, la tragicità della sua storia e il carisma che esuda sono senza pari. Soffre dell'effetto Juve, con i fan che rompono le balle e alla fine lo tirano un po' giù, ma resta un grande. Lo scontro con Crono in particolare è leggendario.

4) Virgo. La sua personalità distaccata non mi dispiace, e rimane il Gold più forte, ma è un po' passivo e questo lo penalizza.

5) Toro. Il buon custode della seconda rimane un bell'esempio di essere umano, semplice, leale e diretto. Uno che ti parla con il cuore in mano e non se la tira.

6) Scorpio. Messo a metà perché alla fine ha una personalità spiccata e una gran voce italiana, ma purtroppo non tutti gli autori lo sanno rendere bene e in SoG viene fuori un deficiente totale. Inoltre è uno dei pochi a non aver tratto benefici dal lavoro di Okada, a testimonianza di come possa essere complicato sfruttarlo bene.

7) Micene. Boh, messo qui per demeriti altrui, ma è troppo ideale in tante cose.

8) Doko. Iniziano le dolenti note... su Doko ho già detto che mi piace come anziano maestro, ma perde tantissimo nei prequel o quando ringiovanisce, rivelandosi un mezzo cretino senza arte né parte.

9) Cancer. Parlassimo di forza, sarebbe ancora più in basso, ma almeno la voce di Mezzabotta e qualche scena nel G e Sho un po' lo alzano dal fondo. Rimane comunque un vigliacco.

10) Camus. Nella serie classica, simboleggia quanto c'è di peggio nei prodotti anni '80, con atteggiamenti estremi che aspirano a essere drammatici ma sono solo patetici. Da noi è pure ipocrita, ed è un bene visto che 20 anni dopo le serie successive confermeranno queste contraddizioni. Belle tecniche e armatura, bello lo scontro con Oceano nel G, ma è troppo poco di fronte allo scempio di SoG e della stessa serie classica.

11) Aphrodite. Anche qui, il DS anticipa quella che diverrà la sua personalità negli spin-off, evidenziando un tipo instabile e ipocrita, con una morale bizzarra e sbagliata, altro esempio della necessità delle serie anni '80 di dare a ogni personaggio una personalità drammaticamente unica e un gimmick, per poco realistici che possano essere.

12) Mu, il fancazzista. Ne ho già parlato fin troppo quindi mi limito a metterlo qui e amen (ed è pure il mio segno   )
Radamante di Wyvern

Concordo col boss, questa classifica non è mai uguale, ogni volta varia un pochino.

1) Cancer. Il suo potere, il suo carattere, la sua armatura... Resta il mio preferito da sempre. La redenzione in HADES, e poi in SoG sono commuoventi, secondo me. Mezzabotta.

2) Gemini. Non devo neanche presentarlo, spacca tutto e tutti. Scattorin magnifico.

3) Capricorn. Lui è il cavaliere per eccellenza: devoto alla dea e pronto a riconoscere gli errori.

4)Virgo. Il più forte.

5)Ioria. Anche lui come Capricorn.

6)Scorpio. Nulla contro, mi piace.

7)Toro. Dopo SoG l'ho rivalutato.

8)Libra. Saggio maestro, ma anche un amico, quando serve.

9) Mur. Eh sì, soffre di fancazzismo.

10) Fish. Le sue rose funzionano contro i bronzini e gli argentati. E basta.

11) Aquarius. Mosse fighe, lui un po' meno.

12) Micene. Boh, appare un'ora in tutta la produzione anime saintseiyana e ogni volta non mi convince.
Antares

Shiryu wrote:
4) Virgo. La sua personalità distaccata non mi dispiace, e rimane il Gold più forte, ma è un po' passivo e questo lo penalizza.

Virgo solo quarto?? E da quando?
Sei sotto l'influsso di qualche colpo mentale scagliato dai Saghisti? Se la prendono sempre con i Grandi Sacerdoti, i gemellini

Strani quesiti a parte, io ho sempre diviso i dodici Cavalieri d'Oro in tre "fasce" in base alla preferenza. Le fasce sono sempre rimaste le stesse, al massimo nel corso degli anni sono cambiate le posizioni all'interno di ciascuna di esse

1) Scorpio. Da sempre il migliore, da sempre il preferito. Intelligente, razionale, ironico e con la giusta dose di arroganza, che non guasta mai. Dà vita ad uno degli scontri più belli di sempre e poi la serie di Hades ne mostra il lato più emotivo e meno razionale, ma sempre apprezzabile. La Cuspide Scarlatta e il doppiaggio fanno il resto. Episode G e SoG si accaniscono contro di lui , ma era troppo avanti agli altri per perdere la prima posizione.

2) Virgo. Era già figo nella serie classica, emanando un'idea di perfezione e imperturbabilità, ma comunque capace di riconoscere il proprio errore dopo il secondo scontro più bello delle Dodici Case. La serie di Hades, EG e SoG, poco a poco, hanno aggiunto altri tasselli molto piacevoli.

3) Toro. A lungo secondo, l'ho sempre apprezzato per il suo essere bonario, ma non ottuso, tanto da porsi dubbi sul Sacerdote. Purtroppo non ha mai ricevuto particolare attenzione da parte degli autori, ma ha sempre avuto degli scontri carini, seppur non eccelsi.

4) Ioria. Il Leone della serie classica, impulsivo e di buon cuore, mi stava simpatico, ma nulla di più. Episode G lo innalza al ruolo di protagonista e lo approfondisce alla grande, rendendolo, al di là delle preferenze soggettive, uno dei personaggi migliori del multiverso.

[abisso]

5) Gemini. Narrativamente, è indubbiamente un ottimo personaggio e uno dei migliori antagonisti di sempre, complice anche uno splendido doppiaggio. Anche nella serie di Hades, è l'unico tra i Renegades a spiccare veramente. Dovendo andare a preferenze soggettive, però, non mi ci sono mai realmente "affezionato" come con altri personaggi.

6) Dohko. L'ho già detto più volte, di lui apprezzo tantissimo il potenziale che ha alle spalle, è una costante, una sorta di "ponte" che, comparendo ovunque, unisce insieme le varie serie del multiverso. Se da Vecchio Maestro è un personaggio simpatico, da ringiovanito/giovane purtroppo tradisce le aspettative e si rivela o inutile, o deficiente, o entrambe le cose...

7) Mur. Mi ha sempre lasciato abbastanza indifferente, lo preferisco come riparatore di Armature, che non come Cavaliere dell'Ariete. Resta un personaggio contraddittorio, a causa della decisione tardiva di fare di lui un Gold.

8) Micene. Del tutto indifferente. E' più un elemento della trama, che non un vero personaggio. Mi ha sempre stupito che alcuni fan potessero provare una forte simpatia/antipatia per lui, dato quanto poco fa.

[abisso]

9) Aquarius. Parzialmente salvato dalla splendida caratterizzazione che gli regala Okada in EG, altrimenti sarebbe irrimediabilmente ultimo. Ridicolo per il fregarsene della guerra tra Atena e Gemini, illogico e contraddittorio nel corso dello scontro all'Undicesima Casa (senza bisogno di tirare in ballo il DS, già in originale), inutile nella serie di Hades. Per non parlare di SoG...

10) Cancer. Mi è piaciuta molto l'evoluzione mostrata in SoG, che va a mettere una pezza al trattamento kurumadiano, e il doppiaggio di Mezzabotta è tra i migliori, ma per il resto è solo un pazzo che ha fatto strage di donne e bambini e ci ha riso sopra.

11) Capricorn. Qui bisogna fare una distinzione. Narrativamente, il Capricorn di EG è un gran bel personaggio, meritevole dei tanti elogi che riceve, semplicemente subisce "l'effetto Sirio", ovvero è proprio la tipologia di personaggio a non piacermi affatto, per quanto bene possa essere scritto. Senza contare quanto sia pessimo nelle altre serie...

12) Fish. Non ha mai fatto nulla degno di una posizione più alta in classifica, mai piaciuta la sua caratterizzazione, né i suoi poteri.
Shiryu

Antares wrote:
Virgo solo quarto?? E da quando?
Sei sotto l'influsso di qualche colpo mentale scagliato dai Saghisti? Se la prendono sempre con i Grandi Sacerdoti, i gemellini

Possibile    

Sono classifiche che cambiano sempre molto da momento a momento, basta vedere che nella mia firma tra i personaggi preferiti ci sono Shura e Virgo, ma non Ioria e Saga. Sarà che ho riletto da poco Saga vs Crono, ma in questo momento il gemello è avanti come preferenza. Come forza, rimarrà sempre indietro
ryogascorpio

Uh, questo è un classicone

anche se in genere mi cimento in classifiche di forza sui gold, non sulle mie preferenze.

Diciamo subito che io kanon non lo considero, visto che l'unico gold di gemini per me è Saga:-P

Ad ogni modo dalla posizione 1 alla 12 direi

1) Scorpio, senza dubbio., E' il mio segno, il mio nickname. L'ho adorato da subito e continuo ad amarlo

2) Capricorn: un po' per la voce del DS, un po' per il sacrificio alla decima casa. se continua ad essere così tediante in Episode G potrebbe perdere il secondo posto

3) Cancer: un tempo il terzo posto lo davo a Gemini  ma i Saghisti sono una brutta razza e me l'hanno reso antipatico. Gli preferisco quindi il malvagio Death Mask, soprattutto grazie anche all'evoluzione in Soul of Gold

4) Virgo: un tempo lo reputavo solo forte. a forza di parlare di lu sui forum ho iniziato a stimarlo ehehhe

5) Gemini: nonostante i saghisti è un personaggio molto affascinante

6) Mur: palloso per 3 quarti di saga, strafico in hades. Ergo..metà classifica

7)Toro: non mi fa impazzire ma almeno non è fastidioso come i successivi

8) Fish: idem come sopra. Non mi ha mai fatto impazzire ma se non altro ha poco spazio

9)Ioria: un tempo stava a metà classifica, a forza di essere protagonista ovunque lo sto odiando

10) libra: da nonnino era fico, quando diventa tamarro perde tutto il fascino

11) Aquarius: non l'ho mai sopportato. Diventa sensato solo grazie al doppiaggio DS altrimenti sarebbe un'ameba

12) Micene: vabbè...il mito. ma nella realtà dei fatti non lo vediamo mai..
Aledileo

Uhm, anche la mia classifica può variare di una posizione o due, ma comunque quelli che mi piacciono e quelli che ho in antipatia sono sempre chiari.

1) Ioria: number one in the world. Eroico, battagliero, non si tira mai indietro di fronte alle sfide. Come dovrebbe essere un Cavaliere. Episode G gli ha dato il lustro che meritava.

2) Capricorn: come sopra. Non fosse stato per Episode G, sarebbe un anonimo cavaliere d'oro che ricorderemmo solo perché aveva Excalibur ed era morto con Sirio. Adesso invece è un personaggio completo, con luci e ombre, un eroe quasi romantico tormentato dal passato, dai suoi dubbi, e asservito a un potere più grande di lui.

3) Acquarius: i personaggi con poteri congelanti o di fuoco mi piacciono sempre. E poi il suo monologo all'Undicesima Casa vale per mille.

4) Micene: l'eroe senza macchia, il martire per eccellenza. Bella armatura. Peccato non si veda molto, ma quando si vede lascia il segno.

5) Gemini: Arles, simbolo del male per tutta la prima serie dei Cavalieri. Personaggio affascinante, ambiguo, il "cattivo" che ti aspetti alla fine di un'avventura. In Episode G diventa uno stratega sublime, che fa un triplice gioco, ma mostra finalmente anche il suo chiaro, combattendo contro Crono, un signor Cavaliere.

6) Mur: non mi dispiace, ha una bella armatura e bei colpi segreti. Ha avuto per anni quell'aura eterea, quasi intangibile, finché non l'ho visto combattere nella serie di Ade. Nonostante sia del mio segno, Ioria, Cap e Gemini sfavillano più di lui.

7) Scorpio: bella armatura, bei colpi segreti e bellissimo lo scontro con Cristal.

8) Toro: senza infamia e senza lode.

9) Cancer: il genere di personaggio che non mi piace, però ha una personalità tutta sua, resa grande dalla voce di Mezzabotta. Peccato per come è stato rovinato in Soul of Gold.

10) Fish: sia la personalità che i poteri con le rose non me l'hanno mai reso simpatico, e anche la voce di Carabelli ha contribuito a rendermelo fastidioso. Apprezzato in Episode G quando interviene in aiuto di Ioria e (strano a dirsi) in Soul of Gold, dove comunque fa una bella figura.

ABISSO

11) Libra: lui e Virgo rappresentano tutto ciò che detesto nelle persone, i saputelli maestrini da prendere a schiaffi ogni volta che aprono bocca. Da vecchio maestro era una palla al piede, roba da tirarlo di sotto nella cascata; quando è ringiovanita è diventato ancora più scemo. L'unica cosa figa sono le 12 armi di Libra.

12) Virgo: ottuso, integralista, quelli che pensano di sapere sempre tutto su tutti e giudicare gli altri dall'alto. Ho stappato una bottiglia di Ferrari quando è crepato in Ade.
Ioria79

Ecco la mia classifica:

1) Ioria: forte, sensibile, fiero e valoroso. Il cavaliere per eccellenza!

2) Virgo: il più forte in assoluto. La dimostrazione che la forza di un guerriero non è solo nei muscoli ma nello spirito. Grande lo scontro con Phoenix, diventa protagonista nella prima parte della serie di Ade.

3) Scorpio: elegante, irriverente e sarcastico. Oltre allo splendido scontro con Crystal è sul podio perché pensa con la propria testa e riesce a cogliere le cose oltre le apparenze

4) Kanon: stessa forza del gemello (forse un po' meno) ma grande per la sua redenzione

5) Aquarius: nobile ed elegante. Ho sempre apprezzato il suo insegnamento di essere freddi di fronte all'avversario. Grandi colpi, splendida armatura e fantastico nella battaglia all'undicesima casa.

6) Gemini: fortissimo e coprotagonista (insieme a Virgo) della serie di Hades-Sanctuary dove mostra ancora una volta tutta la sua abilità. Molto interessante il suo conflitto interiore

7) Capricorn: abilità unica quella di Excalibur. Meraviglioso il suo confronto con Sirio e commovente quando ammette i propri errori

8) Libra: in origine il mio favorito per la sua armatura e la sua saggezza da anziano maestro. Quando entra in scena in Ade e in LC perde tutto il suo fascino

9) Mur: sorprendente nel Sanctuary dove mostra le sue tecniche e la sua forza. Non si fa amare.

10) Micene: l'eroe. Purtroppo più un "personaggio storico", un'icona che un protagonista della serie.

11) Toro: simpatico e poco altro.

12) Cancer: grande Mezzabotta e splendida la lotta contro Sirio, ma rappresenta tutto quello che non apprezzo in un uomo

13) Fish: fino a LC il cavaliere dei Pesci era il simbolo di cavaliere debole e dedito alla vanità.
Shura di Capricorn

Dopo 8 anni abbondanti torno a rifare la classifica di gradimento. Qualcosa è cambiato grazie agli sviluppi di Episode G e di SoG, ma il secondo non mi ha influenzato più di tanto.


Mur: guadagna una posizione e arriva in vetta. Non ha caso il doppiaggio italiano lo ha definito il Grande Mur. Intelligenza, saggezza e autocontrollo le sue doti più alte ma anche velocità d'azione e indipendenza di giudizio. E' misterioso e affascinante come riparatore di armature, la sua entrata in scena come Gold è una di quelle che mi è piaciuta di più, è buon supporto morale e guida dei nostri al Grande Tempio e finalmente ottimo combattente nella serie di Hades quando sfodera un arsenale da fuoriclasse. Valorizzato moltissimo per il suo rapporto molto stretto con Sirio prima e Pegasus poi.
Citando me stesso di lui dico infine: Sul campo di battaglia è straordinario, peccato che non lo vediamo mai combattere sul serio. Saghisti e Shakisti, lasciate perdere, il numero uno è quello della prima Casa.

Dokho: cede la vetta ma resta in altro. Per me è l'equivalente di Gandalf ne Il signore degli Anelli, o Yoda in  Guerre Stellari o il maestro Oghway di Kung fu Panda ... avete capito credo: il personaggio a cui non puoi non voler bene. Quando sei ragazzino e sogni di essere un Cavaliere di Atena il maestro che vorresti avere è quello dei Cinque Picchi. Che sia da subito dalla parte di Atena lo valorizza molto. Quando ringiovanisce non mostra il fascino che ha da vecchio in compenso lascia intravedere il suo potenziale.

Shura: stabile sul terzo gradino del podio. Nella serie classica dura pochissimo ma lasci il segno, eccome se lascia il segno. Nobile e devoto anche se un po' ingenuo, ma la side Story e EG lo elevano a livelli da primo della classe. Intelligente e sveglio capisce e purtroppo a causa di questo subisce. Nella serie di Hades è un'ottima spalla per Saga. Ballerio gli dà un tocco di nobiltà e fierezza ulteriori con un ottimo doppiaggio.

Milo: stabile ai piedi del podio, di poco davanti a Ioria a cui per certi versi somiglia molto. Mi è risultato simpatico fin dalla prima apparizione, bellissima armatura e capacità di giudizio. Dubitare di Arles lo ha reso immediatamente simpatico. Ha la nobiltà d'animo che ogni cavaliere dovrebbe avere e lo scontro con Cristal prima e Kanon poi la mette in risalto alla grande. Può apparire superbo ma in fondo è umanissimo.
Come scrivevo anni fa Forse è lui quello che si avvicina più di tutti all'ideale del cavaliere.

Ioria: si conferma subito dietro Milo. Classico combattente impulsivo e passionale, a volte anche troppo, però leale e devoto. Sprizza coraggio e forza ad ogni sua apparizione. Ha un'armatura che mi piace molto e che si adatta benissimo al carattere del personaggio. Forse diventa un po' ridondante a causa di EG e SoG.

Saga: gran personaggio e gran combattente che si conferma al sesto posto perché in fondo non si può dimenticare che per buona parte della saga è stato quello che abbiamo odiato e ci ha infastidito. Lo ha fatto tuttavia con molta classe. Un gran combattente e un leader nato.

Aldebaran: il più umano dei Gold, bistrattato degli autori. Recupera una posizione perché EG e SoG gli danno finalmente un po' più spazio mettendone in risalto la grandissima umanità ma allo stesso tempo la determinazione e il senso dell'amicizia e lealtà.

Shaka: perde una posizione. E' grande nella saga di Hades, anzi grandissimo, ma la serie classica pesa molto nel giudizio e SoG non riesce a confermare il suo ruolo di leader. E' difficile voler essere i primi della classe ed essere pure amati.

Death Mask: il malvagio per antonomasia, lasci il segno alla grande anche grazie a Mezzabotta. La serie di Hades lo fa uscire con le ossa rotte non fosse per il Muro del Pianto, SoG lo rivaluta ma resta incollato al fondo della classifica.

Aphrodite: recupera ben due posizioni! Mai potuto sopportare più di tanto deve la sua rivalutazione a SoG dove con alcune azioni fulminee fa un figurone e dimostra di aver il potenziale per giocarsela coi parigrado. Purtroppo il suo passato lo condanna a un ruolo di secondo piano.

Aiolos: L'eroe che vediamo agire troppo poso. In SoG ha un paio di bei momenti ma resta un personaggio in ombra, un ricordo o se vogliamo un esempio luminoso.

Camus: al fondo era e al fondo resta. Incommentabile. SoG fa il miracolo di affossarlo ulteriormente. Una bellissima armatura e il fascino delle energie fredde non servono se sei un idiota senza arte né parte.
Evil Sirya

Vediamo cosa riesco a raccattare io:

Kanon di Gemini: perché non si sottrae all'ira (comprensibile) di Milo e accetta le conseguenze delle sue azioni. Un esempio che, di questi tempi perdonisti, vale tanto (peccato che Kurumada se lo dimentichi).
Inoltre, apprezzo l'onestà con cui si approccia alla vita, sia da malvagio sia da buono.

Saga di Gemini: perché Kurumada qui ha provato a fare il contrasto, presente in  molti di noi, tra l'oscurità e la luce, riuscendoci anche abbastanza bene. Inoltre, mi piace il suo parco tecniche, assai completo (anche se meno di quello di combattenti come Mur)
Saga però un po' mi è scaduto, quando ha fatto la predica del "Ti capisco" al povero Sigmund, paragonando Sigfried a Kanon. Ma seriamente...

Shura di Capricorn: mi piace molto la caratterizzazione da "militare-zuccone-ma-in-fondo-buono" nell'anime, che però ha un mezzo crollo psicologico quando si accorge della verità. E anche il cinismo nel manga (credevo che gli uomini rischiassero la vita solo per il proprio guadagno) è un tratto interessante e sarebbe bello scoprirne la ragione, ma figurarsi se Kurumarzo approfondisce.

Milo di Scorpio: perchè è uno dei pochi che mette a tacere Saori (al solito perdonista), ricordando il dolore e la sofferenza causati da Kanon, che non possono essere cancellati con un colpo di spugna. Apprezzo il coraggio mostrato in SoG, meno la stupidità (cioè, l'hanno reso Cardia... Piccolo problema, Cardia una ragione per gettarsi come un bisonte contro tutto l'aveva, questo Milo? Boh?)

Camus di Acquarius: purtroppo è un personaggio senza autonomia (e lo dico con amarezza, perché è il gold saint del mio segno), in quanto non si capisce cosa pensi della questione Arles. Ok, è il maestro di Hyoga? Va benissimo.
Ma lui, come saint, cosa pensa di questo? Come Gold Saint?
SoG ha da un lato stuprato la sua figura, ma ci ha fatto vedere che una morale in lui, per quanto distorta, c'è (colpevolizzarsi per la morte di una bambina indica una notevole nobiltà d'animo)

Aiolia di Leo: non sarebbe neanche male come gold, ma lo hanno reso una primadonna insopportabile, da episode A fino a Soul of Gold (fenomenale Aiolia vs Andreas e Aiolos che sta lì a urlare senza fare un tubo!!)

Aphrodite di Pisces: la sua mentalità è giustizia= forza e, pur non condividendola, ho apprezzato l'intelligenza da lui mostrata in Soul of Gold (anche se... come cavolo si veste!!)e mi piacciono molto gli attacchi con le rose (che, al contrario di quanto ritengono molti, col mito greco c'entrano eccome!!)

Aldebaran di Taurus: mi era indifferente nella serie classica, ma devo dire di avere apprezzato il suo comportamento in SoG, anche se... MA COSA STO VEDENDO? UN FILM DI BUD SPENCER?


Non preferiti

Deathmask di Cancer: recupera con SoG (e ci fa vedere che, se ha una motivazione nobile, è forte quanto parigrado ben più blasonati), ma resta un personaggio troppo abbozzato. Perché nella serie classica ha un concetto così distorto di giustizia?
E perché l'armatura si ricorda che è sbarellato solo dopo che ha colpito Shunrei? Vale di più la sua vita di quella degli altri bambini innocenti?

Doko di Libra: non mi piace da vecchio (troppo saputo... E soprattutto... Perché non parla prima ai Gold? Boh?) e da giovane continua a non fare niente.
Anzi, continua a risultare indisponente e indigesto (memorabile quando dice ad Aldebaran che è un debole perché ha perso contro gli Asgardiani. Il toro si merita il titolo di "SanToro" per la pazienza da Giobbe mostrata. Mi sarei aspettata Aldebaran che gli dice : "Lo vuoi un Great Horn su per il deretano?"). Cos'è? Ringiovanendo ha perso dei neuroni per strada?

Mur di Aries: è il gold con il comparto tecnico più bello (mi piacciono molto i suoi attacchi basati sul cristallo e sulle stelle), ma per l'80% è talmente narcolettico da farmi addormentare. Mi piace solo quando combatte.

Shaka di Virgo: santa pazienza, l'arroganza fatta saint. Perché io valgo!E dire che il Buddha dovrebbe esemplificare la compassione per le sventure altrui...
E in SoG l'hanno ancora di più pompato.
Cavaliere di Gemini

Appena iscritto feci anch'io la mia classifica dei Gold classici. Credo non sia cambiato molto, ma comunque:

1)SAGA: e non poteva essere altrimenti.
Ok, partiamo dal presupposto che sono di parte, ad ogni modo è un personaggio enorme e così difficile da gestire (proprio perché enorme), che è meravigliosamente perfetto quando fa la parte dell'antagonista nella serie classica e nel G, mentre quando entra anche lui nella schiera dei "buoni", rimane sempre difficile sfruttarlo al 100%. Lo adoro alla follia anche in Hades e in SoG, ma ammetto che non è mai stato sfruttato al massimo, è stato insomma uniformato e calibrato per renderlo non più protagonista assoluto di una parte...ma visto che lui non può essere comprimario di nessuno, quando giocoforza deve esserlo, quel ruolo gli sta un po' stretto. Consacrato nel G nel capitolo a lui dedicato, è l'unico tra i dodici Gold classici ad essere potente e autoritario/carismatico allo stesso tempo per poter reggere il peso di tutto il Santuario. Lo ha retto per anni senza destare sospetti nonostante il suo conflitto interiore e le oscure trame tessute nel tempo, figuriamoci da lucido. Può "distruggere l'intera Via Lattea e comandare tutti gli altri Cavalieri" con uguale efficacia, solo lui può farlo Sempre a metà tra la luce e le tenebre, almeno nella serie classica, l'ho sempre ritenuto in fondo una persona estremamente buona e devota ad Atena, al pari di Micene e pochissimi altri, ma corrotto nell'animo a simboleggiare il dualismo del segno...unico dualismo tra l'altro che può reggere in tutto SS, non è che ogni Gemello deve passare gli stessi guai per castigo divino, e che diamine! Parlando solo dell'aspetto cosmico, viene quasi sempre messo un passo indietro rispetto a Virgo, ma la secolare questione Saga vs Shaka è un qualcosa che in fondo in fondo stuzzica piacevolmente entrambi gli schieramenti ^^. Mostruoso sotto ogni aspetto, unico ed inimitabile...e tutti gli altri in ginocchio! Ok basta, continuerei all'infinito ma mi fermo qui


2)SHURA: Capricorn ha scalato la classifica col tempo ed ora c'è lui dietro il mostro. Parto da un aspetto non citato da nessuno se non sbaglio: la voce di Ballerio! Tosta, roca, gli calza bene, dà molto al personaggio. Anche in SoG non era male la sua voce. Un personaggio sempre accigliato ma mai noioso, con un tormento interiore latente da sempre che lo rende uno dei personaggi meglio riusciti dell'opera, merito naturalmente anche del G, probabilmente più dell'opera classica. Imponente nel fisico, di aspetto nobile, devoto e con un pizzico d'ingenuità (che deriva da una devozione a tratti un po' troppo cieca) che non guasta, perché lo rende ancor più particolare. Sulla devozione di Capricorn verso Atena si basa quasi tutta la grandezza del personaggio, perché è da lì che nascono i suoi errori di valutazione del passato, i suoi tormenti, la sua redenzione e la  sua riabilitazione. Un Cavaliere che dietro la sua fierezza nasconde qualche nota stonata e qualche rimorso, perfetto nella sua imperfezione.


3)MUR: è da un po' di tempo che Mur sale sul mio podio...quanti post su questo personaggio, uno dei più discussi, insieme ad Aphrodite, dell'ultimo anno! Non sempre sono entrato nel merito delle sue azioni, lo ammetto, perché per apprezzarlo mi basta il suo aspetto ed il suo atteggiamento: pacato, misterioso, a tratti disarmante nella sua mitezza, come quando appare alla prima Casa ai nostri eroi. E' un fancazzista? Non lo è? Sta di fatto che lo considero un personaggio verso cui provare sempre quel pizzico di invidia, tant'è la pacatezza che riesce ad assumere in varie situazioni. Uno come Ioria gli direbbe (e in fondo glielo dice): "allora, ti vuoi dare una mossa?" e lui non batte ciglio!  E' un personaggio distaccato, ma non disumanamente distaccato come Virgo, cosa che lo rende un amico fidato fin da subito. E poi è pure bello forte e la sua Armatura mi piace molto. Il Mur più affascinante e misterioso un po' scompare col tempo, avesse fatto qualcosa in più in termini di lotta vera e propria, sarebbe uno dei personaggi più amati, invece ora è più un Cavaliere da "prendere o lasciare".


4)MILO: e alla fine ce la fa, supera Shaka! Un vulcano! Poliedrico, eclettico, astuto, cinico, spietato, ironico, compassionevole...passa dall'essere nobile e cavalleresco all'essere ciecamente e brutalmente coinvolto nelle vicende che lo vedono protagonista. E il bello è che riesce sempre a non essere banale. Non è una cima nè carismaticamente, nè cosmicamente, ma è un personaggio con classe innata, ed è anche un vero e proprio attore, come se prima di ogni apparizione avesse stracciato la parte scritta da Kurumada dicendo semplicemente "ammirate come si fa". E anche quando sbaglia, di solito lo fa sempre con uno stile raffinato, come se in fondo sapesse di essere il sex symbol del Santuario. Lo dico ora e non lo ripeto: SoG non gli rende giustizia ed estremizza all'inverosimile il suo lato pazzerello, quindi non la prendo in considerazione come opera.


5)SHAKA: scende un po' in classifica e si allontana dal podio, ma resta un personaggio talmente ingombrante (in senso buono) che non può essere ignorato o sottovalutato. Perfettino, arrogante, illuminato, mostruosamente potente, preferisce starsene defilato, fare le cose da solo, stra-convinto della sua superiorità. Meno carismatico di altri per propria scelta, se ne sta sulle sue in uno stato che come ho definito prima è di "disumana" freddezza. E' come se godesse nell'incutere timore, più che rispetto, nell'animo di chi gli sta davanti...Terribile nel G, terribile alle 12 Case, epico di Hades, in SoG però scade molto a mio avviso e nell'ultima battaglia diventa un "Gold come gli altri", lasciando che siano Saga, Micene e Ioria le punte di diamante della casta. Non ha molto da raccontare, ma non importa: molti non durerebbero così a lungo contro di lui per ascoltare tutte le sue vicende.


6)IORIA: stabile a centro classifica, il Leone dorato è la quintessenza del coraggio e del valore. Perché è solo sesto? Perché ha un difetto: è ingenuo e quando non lo è, è troppo irruento. La resa, riproposta anche nel G e in SoG, è quella di un personaggio destinato a compiere gesta mirabolanti, ma che ha ancora l'atteggiamento da ragazzetto impaziente e un po' indisciplinato...atteggiamento "da Seiya" diciamo. Ioria è forse destinato a diventare IL Cavaliere, ma ad oggi non lo è ancora...


7)ALDEBARAN: un uomo normale in mezzo a tanti uomini poco normali. Il parafulmine della casta, quello che deve trovarsi sempre al posto sbagliato nel momento sbagliato, eppure come non si fa a non provare una sana e sincera simpatia nei suoi confronti? Sincero, schietto, fedele. SoG e il G gli rendono il giusto onore. Senza sbandierare questo o quello, resta comunque uno dei Cavalieri più vicini ad Atena!


8)DOHKO: sinceramente, non l'ho mai sopportato in versione prugna. Non perché non fosse un gran maestro (non a caso ha educato quello che è diventato il bronze migliore dei 5), ma perché il suo stare lì, con quella voce stridula (sarò blasfemo, ma non mi piace la voce di Carabelli su di lui), ben sapendo che lui è un Gold (!!!) e potrebbe spaccare tutto come fanno gli altri, è una cosa che non mi è mai andata giù. Finalmente poi ringiovanisce, 100 Draghi vs Rivoluzione Stellare (bella scena!!) ma poi? Poco altro e comunque niente di eclatante. Molto bella comunque l'idea di ago della bilancia (guarda caso) tra le 12 Armature, custode delle 12 armi...e non è un caso visto che la Bilancia è l'unico segno che non rappresenta un essere vivente e quindi si adatta a questo particolare simbolismo.


9)MICENE: compare poco e quando compare di solito le prende. Non un grande biglietto da visita, ma il martire che ha salvato Atena resta un personaggio per me particolare: mai amato troppo, ho sempre odiato il fatto che l'Armatura del Sagittario fosse così speciale, quando in realtà non ha niente di più e niente di meno rispetto alle altre 11, però da quando ho iniziato a scrivere la mia fanfic, ho scoperto che parlare di lui, per me, è facile quasi come parlare di Saga. E' come se non ci fosse uno senza l'altro e quindi dall'anonimato di qualche anno fa, Micene risale dall'ultimo posto fin qui.


10)DEATHMASK: merito di SoG, altrimenti sarebbe stato ultimo. Mai amato, cattivo perché cattivo, poco intelligente in battaglia, non ha mai espresso chissà quali capacità e in più ha una sola tecnica, peraltro sfruttata sempre male. In SoG, come detto, migliora e l'ho apprezzato davvero tanto. La sua conversione, benché affrettata, è stata perlomeno giustificata con qualche scena interessante, che si riallaccia alla sua presenza ormai stabile dalla parte di Atena, alla fine di Hades Meikai. Ha finalmente qualcosa da raccontare anche lui.


11)APHRODITE: per lui SoG è stato un esame superato, sebbene nella sua carriera ci siano più ombre che luci. Personaggio davvero particolare, non mi è stato mai antipatico se devo essere sincero e in SoG fa una bellissima figura, l'ho sempre difeso in tal senso. Però ha poco da dire rispetto ad altri, anche perché dà l'impressione di essere un personaggio che sta sempre sulle sue. Un bene che faccia ormai coppia con DM, i due in qualche modo hanno iniziato in Hades un processo di conversione e catarsi.


12)CAMUS: ahimè! Un personaggio elegante, dai poteri straordinari, dalla bellissima Armatura. Un principe. Ottimo nel G, egoista ma comunque legato alla sorte dell'allievo nella serie classica, vergognoso in SoG e ahimè stavolta SoG non si può ignorare perché qui si rimanda a vicende pre-serie classica e al solo pensiero che Camus tradisca tutto e tutti per quel verme di Surtr mi sale l'Antares castigatore.

-Cavaliere di Gemini-
ivan di troll

senza mur le guerre sacre sarebbero tutte perse.
è il piu' forte taizen. quindi primo.
Evil Sirya

ivan di troll wrote:
senza mur le guerre sacre sarebbero tutte perse.
è il piu' forte taizen. quindi primo.



Non sapevo che le preferenze fossero legate a quel che dice la Taizen.
Chissenefrega se Mur ha poteri supersonici? Se quel personaggio è talmente apatico da farmi addormentare (anche se le magari le ragioni le ha) me ne frego se è importante. Resta da narcolessia.
Cangax

Qua si parla di pareri personali e non di rapporti di forza. Quindi Mur può stare anche all'ultimo posto!  
ryogascorpio

beninteso che non starebbe al primo nemmeno per rapporti di forza

quella è roba di virgo della sesta casa  
Shiryu

Non cominciate con i rapporti di forza  
Scorpione

Ci ho messo un bel po' prima di postare la mia classifica di preferenza dei Gold perché indeciso su molte posizioni. Mentre la classifica di forza è relativamente facile, quella di preferenza no. Alcuni personaggi piacciono senza una motivazione razionale o studiata, mentre altri mi sono semplicemente indifferenti, e quindi poco classificabili. Comunque ci provo.

1. Milo: rappresenta il cavaliere dai tratti più umani. Non è perfetto, ha dei dubbi, è irruento ma al contempo riflessivo dopo aver imparato dai suoi errori e dalle frettolose conclusioni. Oltre che nella serie classica, Hades incluso, è molto apprezzabile anche in Sho. Su SoG non mi pronuncio: il fan service ha voluto che dovesse testardatamente andare a riprendersi Camus (ed a molti shippatori della coppia - non yaoi - la cosa è anche piaciuta).

2. Saga: ha una personalità che affascina nella sua dualità. E' il nemico più carismatico della serie classica, sia nel ruolo di antagonista che di protagonista. Magari scomodo ed ingombrante da gestire, ma sicuramente di peso.

3. Mu: è il cavaliere che rappresenta la sicurezza, l'approdo sicuro. E' pacato, riflessivo, ma non per questo non incisivo quando serve. Indispensabile in alcuni archi della storia, sia nel riparare le armature, sia nel salvare Shiryu da Cancer. Tecniche spettacolari.

4. Shaka: sarà saccente, presuntuoso, con gli occhi foderati di salame. Ma è un personaggio che non lascia indifferenti. Se nelle 12 case ci si ricordava solo la sua forza immane e sconfinata, è in Hades Sanctuary che dà il meglio, mostrando umanità e, pertanto, salire di posizione nella classifica generale di preferenza.

5. Dohko: per me rimarrà per sempre l'anziano maestro, quello a cui si vuole bene come al nonnino capo famiglia. Da giovane non guadagna chissà quanti punti, ma nel Sanctuary è convincente, la scena di quando corre a fianco di Sion o di quando interagisce con Kanon sono impresse nella mia memoria per la potenza del linguaggio visivo tratteggiato con poco.

Ora iniziano i guai. Vista l'indecisione, ho deciso di raggruppari i restanti 7 in due gruppi:

Dalla 6 alla 9 (ordine alfabetico): Aiolia, Aphrodite, Camus e Deathmask
Sono personaggi che mi piacciono pur non facendomi impazzire.

Aiolia è il Seiya d'oro: caparbio, deciso, che si rialza sempre e che va avanti con sprezzante testardaggine. Però oltre  questi, per me, non va.

Aphrodite, da tanti disprezzato, a me non dispiace. E' secondo me penalizzato dalla scelta timbrica nel doppiaggio storico, oltre ad aver eccentuato troppo la questione "bellezza" (che non è nulla rispetto a quanto accaduto con Misty). Anche le sue tecniche a me piacciono per originalità e versatilità. Notevole in SoG ma anche in Sho.

Camus passa per quello menefreghista, gelido, distaccato. In parte è vero, però sono indelebili le scene alla 7a ed 11a casa, con Milo che fa da ponte all'8a. E' un cavaliere elegante, personalmente lo trovo il più elegante di tutti, con armatura perfetta e colpi affascinanti. Ed ha il pregio di aver (ri)messo sotto i riflettori Hyoga, facendolo brillare come non mai prima.

Desu è il pazzoide che non può non restare indifferente, pur nell'eccessività delle azioni fatte. La sua follia ed il doppiaggio di Mezzabotta lo elevano dalla "massa" informe. Mi è piaciuto anche in SoG, e prevedo interessante anche la parte in Sho da mostrare.

Dalla 10 alla 12: Aiolos, Aldebaran, Shura

Aiolos: compare talmente poco e nelle vesti del mito e cavaliere perfetto, che è difficile classificarlo o farlo simpatizzare.

Aldebaran: purtroppo è il "toro" sacrificale della storia. A me mette pena e compassione, nonostante sia un cavaliere buono e devoto. Purtroppo, per quanto mi sforzi, mi risulta indifferente.

Shura: similmente ad Aldy, è per me il cavaliere indifferente (per quanto visto finora da me dei cavalieri). Pregevole lo scontro con Shiryu, ma non il mio preferito. Dopo di che è solo un continuo "Sirio, nel tuo braccio ecc ecc", ripetuto fino allo sfinimento. Come se non bastasse, non mi piace la timbrica vocale del doppiaggio storico.
ryogascorpio

Shiryu wrote:
Non cominciate con i rapporti di forza  


ha iniziato luiii gnegnè    
ryogascorpio

Scorpione wrote:
Ci ho messo un bel po' prima di postare la mia classifica di preferenza dei Gold perché indeciso su molte posizioni. Mentre la classifica di forza è relativamente facile, quella di preferenza no. Alcuni personaggi piacciono senza una motivazione razionale o studiata, mentre altri mi sono semplicemente indifferenti, e quindi poco classificabili. Comunque ci provo.

1. Milo: rappresenta il cavaliere dai tratti più umani. Non è perfetto, ha dei dubbi, è irruento ma al contempo riflessivo dopo aver imparato dai suoi errori e dalle frettolose conclusioni. Oltre che nella serie classica, Hades incluso, è molto apprezzabile anche in Sho. Su SoG non mi pronuncio: il fan service ha voluto che dovesse testardatamente andare a riprendersi Camus (ed a molti shippatori della coppia - non yaoi - la cosa è anche piaciuta).

2. Saga: ha una personalità che affascina nella sua dualità. E' il nemico più carismatico della serie classica, sia nel ruolo di antagonista che di protagonista. Magari scomodo ed ingombrante da gestire, ma sicuramente di peso.

3. Mu: è il cavaliere che rappresenta la sicurezza, l'approdo sicuro. E' pacato, riflessivo, ma non per questo non incisivo quando serve. Indispensabile in alcuni archi della storia, sia nel riparare le armature, sia nel salvare Shiryu da Cancer. Tecniche spettacolari.

4. Shaka: sarà saccente, presuntuoso, con gli occhi foderati di salame. Ma è un personaggio che non lascia indifferenti. Se nelle 12 case ci si ricordava solo la sua forza immane e sconfinata, è in Hades Sanctuary che dà il meglio, mostrando umanità e, pertanto, salire di posizione nella classifica generale di preferenza.

5. Dohko: per me rimarrà per sempre l'anziano maestro, quello a cui si vuole bene come al nonnino capo famiglia. Da giovane non guadagna chissà quanti punti, ma nel Sanctuary è convincente, la scena di quando corre a fianco di Sion o di quando interagisce con Kanon sono impresse nella mia memoria per la potenza del linguaggio visivo tratteggiato con poco.

Ora iniziano i guai. Vista l'indecisione, ho deciso di raggruppari i restanti 7 in due gruppi:

Dalla 6 alla 9 (ordine alfabetico): Aiolia, Aphrodite, Camus e Deathmask
Sono personaggi che mi piacciono pur non facendomi impazzire.

Aiolia è il Seiya d'oro: caparbio, deciso, che si rialza sempre e che va avanti con sprezzante testardaggine. Però oltre  questi, per me, non va.

Aphrodite, da tanti disprezzato, a me non dispiace. E' secondo me penalizzato dalla scelta timbrica nel doppiaggio storico, oltre ad aver eccentuato troppo la questione "bellezza" (che non è nulla rispetto a quanto accaduto con Misty). Anche le sue tecniche a me piacciono per originalità e versatilità. Notevole in SoG ma anche in Sho.

Camus passa per quello menefreghista, gelido, distaccato. In parte è vero, però sono indelebili le scene alla 7a ed 11a casa, con Milo che fa da ponte all'8a. E' un cavaliere elegante, personalmente lo trovo il più elegante di tutti, con armatura perfetta e colpi affascinanti. Ed ha il pregio di aver (ri)messo sotto i riflettori Hyoga, facendolo brillare come non mai prima.

Desu è il pazzoide che non può non restare indifferente, pur nell'eccessività delle azioni fatte. La sua follia ed il doppiaggio di Mezzabotta lo elevano dalla "massa" informe. Mi è piaciuto anche in SoG, e prevedo interessante anche la parte in Sho da mostrare.

Dalla 10 alla 12: Aiolos, Aldebaran, Shura

Aiolos: compare talmente poco e nelle vesti del mito e cavaliere perfetto, che è difficile classificarlo o farlo simpatizzare.

Aldebaran: purtroppo è il "toro" sacrificale della storia. A me mette pena e compassione, nonostante sia un cavaliere buono e devoto. Purtroppo, per quanto mi sforzi, mi risulta indifferente.

Shura: similmente ad Aldy, è per me il cavaliere indifferente (per quanto visto finora da me dei cavalieri). Pregevole lo scontro con Shiryu, ma non il mio preferito. Dopo di che è solo un continuo "Sirio, nel tuo braccio ecc ecc", ripetuto fino allo sfinimento. Come se non bastasse, non mi piace la timbrica vocale del doppiaggio storico.


Argh, il finale è una bestemmia  [/b]
Goldsaint85

I) Saga
sarà che è la mia costellazione.. ma il fascino dell'ultimo baluardo (negativo) innanzi alla statua di atena... del manipolatore di tutto il santuario e delle divinità.. della sua sincera bontà accompagnata da altrettanta sincera oscurità (che non è la banale cattiveria di Kanon o di Megrez) ..di quell'alone di invincibilità che lo porta a morire solo suicida (e a rimorire ''in piedi'' come un grande guerriero in Hades).. sono sufficienti a metterlo al primo posto dei gold e al secondo di tutti i personaggi del mondo CDZ (secondo solo ad Ikki)

II) Shaka
eh beh... che dire... il gold saint per eccellenza assieme a ioria... guerriero implacabile, talvolta ottuso (ma rispetto quelli del ND è oro), ingannato anche lui da Saga (che serve solo in ragione della sua ''infallibile'' analisi sull'interlocutore, nel quale scorge la giustizia, come dirà ad Ikki nel più epico scontro delle 12 case), convertito ad atena nella serie di Hades, sembra poter tenere sotto scacco persino l'ex pope Saga coadiuvato (a dirla tutta, quasi sempre solo scenicamente) da shura e camus...

III) Ioria
anche qui, il gold per eccellenza... forse quello che attira di più per la maggior umanità (che lo rende in un certo senso antitetico a ioria) ... anche lui forte e coraggioso, un po' testa calda come seiya. resterà per sempre il dubbio se abbia inzuppato o meno con castalia

IV) Shura
Un gold su cui incidono il doppiaggio italiano, l'entusiasmante scontro con Sirio e il maxi retcon toei-okada che trasformano un gold semplicemente deficiente (quello che non capisce se ha risparmiato una neonata perché mosso a compassione o perché atena gli ha bloccato "gambe e braccia", ossia l'excalibur) in uno dei più nobili e ''cavallereschi''

V) Milo
Sebbene non brilli per potenza, lo Scorpione è uno dei personaggi meglio riusciti, con la sua ironia... pungente   grande contributo del doppiaggio (carabelli e sabre eccellenti) e design (eterosessualmente) strafigo

VI) Cancer
Il buon cattivo Santuzzo viene purtroppo sputtanato a partire da Hades, per poi essere buttato al cesso in Soul of Gold... sebbene la morale del ''anche il più fango può ritrovare l'onore'' non sia inconciliabile con la trama generale... è difficile credere che uno con quella caratterizzazione (mantenuta anche in hades) inizi a diventare un cagasotto totale... resterà epica la sua risata targata Mezzabotta

VII) Aldebaran
Il vecchio bisteccone apparentemente maltrattato dalla trama (sfido chiunque a non crepare contro niobe o contro sorrento, a parte il monster trio gemini-virgo-ariete) è un campione di umanità, il primo gold che non ha bisogno di ''toccare con mano'' per capire che pegasus e soci sono protetti da Atena

VIII) Camus
Design molto bello e figura controversa, Camus è sul lato destro della classifica perché poco sfruttato, con quel parco tecniche poteva fare decisamente meglio

IX) Mur
Assurda la sua posizione nel manga, in coppia col vecchio volpone Doko.. sapevano tutto ma dovevano mettere alla prova la propria divinità.. come se radamantis o Sorrento si fossero presi la libertà di esporre la vita di Hades e Poseidon al pericolo solo per vedere ''l'effetto che fa''. estremamente palloso, diventa interessante solo quando si sveglia in quelle due o tre puntate iniziali di hades e prende a randellate i malcapitati traditori cancer e pisces

X) Doko
vale quanto detto per mur sulla sua versione manga. in hades sembra poter spaccare il mondo, mentre invece scompare... occasione persa

XI) Pisces
un guerriero che combatte coi fiori ha un certo fascino da gran bastardo (e anche vigliacco, visto che nessuno si aspetterebbe armi simili)... anche lui in hades e in soul of gold subisce un grave declino

XII) Aiolos
non pervenuto. inoltre mi lascian perplessi due fatti: 1) appena vede che il suo nemico è saga si caga in mano e se la dà a gambe 2) era candidato al ruolo di pope perchè ce n'erano solo due, e sull'altro c'era un fumus commissi delicti che fosse schizzofrenico. una competizione proprio dura    purtroppo i suoi precedenti (gestalt e sisifo) fanno cagare peggio di lui  
Libra

Ok, ecco la classifica che feci nel 2008 (grazie in eterno all'Indice dei Topic di Mime!) e l'aggiornamento 8 anni e passa di forum dopo

Quote:
spero perdonerete i molti ex aequo  
1)Dohko. Il mio segno, il maestro saggio che sa trasformarsi in guerriero valente senza perdere in autorevolezza. Ammirabile il suo senso di giustizia
2)Shaka. L'Illuminato, ogni sua parola è una perla di sapienza. Ogni combattimento con lui di mezzo diviene epico. Il più forte tra i Gold
3)Saga/Arles. Il nemico per eccellenza, il cattivo quasi invincibile, l'emblema del potere. Bellissima anche la sua faccia da comandante valoroso, nobile, dignitoso, disposto al sacrificio;emblema della doppiezza umana
4)Camus. I suoi scontri con Hyoga mettono i brividi. Personaggio ambiguo e misterioso,ma molto molto affascinante
 Death Mask. La malvagità a tutto tondo. Memorabile lo scontro con Sirio, il più bello dei primi 52 ep.
6)Milo. Personaggio che avrei sempre voluto vedere più impegnato, spero in un futuro un maggior approfondimento per lui
 Mur. Il Saint per eccellenza, perfetto senza essere odioso. Una grande scoperta della serie di Hades
 Shura. Eroe romantico per antonomasia, nobile, ma fragile al tempo stesso. Un uomo tutto d'un pezzo
9)Aldebaran. Risente negativamente delle immeritate figuracce. Per fortuna c'è Hasgard a riscattare i destini del Saint del Toro
 Aphrodite. Troppo effemminato per essere Cavaliere, anche perchè per difendere l'ultima casa ci si aspetterebbe di più. Splendida la tecnica delle tre rose!
 Kanon. Nel mio cuore è e resta SeaDragon e non un Gold. Probabilmente risente negativamente di essere protagonista in 2 parti sfortunate di SS:Nettuno e Meikai. Anche se ammetto di averne molto apprezzato le gesta nell'Inferno
12)Micene. Esiste e non esiste. Mi sta pure simpatico, ma, comparendo così poco da vivo, gli prediligo altri che vengono approfonditi di più. Chissà che un domani non possa avere anche lui lo spazio che merita
  Ioria. Credo che i fan leonini non me la perdoneranno mai. Ioria come personaggio mi piace, ma il trauma dell'ep 52 e di quella maledetta V casa che segnava la fine della serie è insuperabile!


1) Virgo. Giudizio confermatissimo: l'emblema di come dovrebbe essere un Cavaliere d'Oro.

2) Dohko. LC, ND e SoG hanno demolito la sua immagine da eroe della guerra sacra precedente. Resiste sul podio in virtù della valorizzazione del ruolo di guida che svolge nella serie classica e in Ade. Poi in una classifica di preferenze, mi sembra doveroso tener conto anche del mio personale legame col personaggio, delle affinità caratteriali e di un po' di sana partigianeria.

3) Gemini. Se non fosse per i suoi fan che lo portano in processione come se fosse un santo potrebbe essere ancora più in alto, ma resta pur sempre un personaggio straordinario.

4) Cancer. Confermo quanto scrissi 8 anni fa. SoG ne dà un'immagine diversa, che un po' lo snatura, ma alla fine altri ne escono peggio.

5) Scorpio. Anche su di lui confermo la mia precedente opinione. Avrebbe anche superato DM, se non fosse che in SoG è uno di quelli che ne escono peggio.

6) Capricorn. Giudizio confermatissimo.
ex aequo: Mur.

8) Aquarius. Il "misterioso" di 8 anni fa ormai possiamo pure leggerlo come "scemo integrale". Lo salvano l'ep. 67 e i poteri fighi.

9) Toro. Riscattato parzialmente da SoG

10) Micene. Rispetto a 8 anni fa ha avuto un pizzico di spazio in più e infatti sale in classifica, perché il suo personaggio un suo perché lo ha.

11) Fish.

12) Kanon. La brutta copia del fratello. Emerge solo quando si fa massacrare da Scorpio per mostrare l'autenticità del suo pentimento.

Tutti i Gold di ND,
quelli di LC,
quelli della guerra sacra del 1500
e, buon ultimo, l'ottimo Ioria
Jotaro Kujo

1) Saga. Personaggio favoloso nella sua complessità, potenza, fascino, carisma e presenza scenica...megalomane e con una sua personalissima visione del "giusto" nella sua controparte malvagia, quasi "santo" e lealissimo servitore di Atena nella sua parte "buona" che forse perde qualcosa a livello di fascino  anche se ne guadagna senz'altro in umanità...come per GoldSaint 85 rappresenta anche per me il miglior pg di Saint Seiya dopo Ikki.

2) Aiolia. Il gold per definizione come Seiya per i bronze e Misty per i silver...fortissimo, leale alla causa della giustizia , coraggioso più di ogni altro gold ( o perlomeno è quello che fanno a vedere gli autori quando in campo c'è lui) bello e carismatico...rappresenta a mio avviso il perfetto esempio di eroe classico di un tempo ormai passato e lontano ma per questo ancora più affascinante. Inoltre l'unico gold ad aver successo con il gentil sesso... e scusate se è poco visto che sono i bronze quelli che hanno successo con le donne

3) Shaka. Probabilmente il gold più forte di sempre. Pazzesco come guerriero dotato di tecniche di incredibile potenza che spaziano dai colpi puramente fisici a quelli dimensionali...immune addirittura alle tecniche di manipolazione mentale perchè...troppo superiore a tutto e tutti tanto da risultare forse anche un pò antipatico...un pò troppo ottuso quando si ostina a sbarrare la strada ai bronze anche se in presenza dell' estremo sacrificio di Ikki comprende e si redime...Impareggiabile nell'Hades chapter. Unico.

4) Shura. Perfetto nel suo dovere di soldato devoto alla causa di Atena e dotato della leggendaria Excalibur...anche lui  comprende il  suo errore e si redime solo dinanzi all'estremo gesto di Shiryu ma il suo gesto di salvare la vita al Dragone e la sua presenza costante nei momenti di maggior pericolo per il bronze lo rende un esempio encomiabile di perfetta risorsa su cui si può sempre contare.

5) Aldebaran. Relegato a sacco da botte da Kurumada è in realtà un grandissimo guerriero dotato di una potenza cosmica di tutto rispetto...a mio avviso non inferiore a gold ben più quotati di lui e sempre presente  ( a differenza del vicino della prima casa) quando c'è da difendere ed esporsi in prima persona ( vedasi il suo duello contro Sorrento in ospedale). Cavaliere dotato anche di profonda sesibilità e molto buono capace di scorgere il giusto anche contro invasori che nemmeno conosceva sia pure dopo averli messi alla prova...

6) Milo. Cavaliere forte, avvenente, padrone di una cloth di rara bellezza ed in più coraggioso e testa calda alla Ioria...un guerriero molto ben delineato capace di riconoscere l'errore prima di altri suoi colleghi e  cmq roso dal dubbio sull'effettiva bontà delle azioni di Saga...si riscatta alla grande salvando la vita ad Hyoga.

7) Aiolos. Buona posizione più per rappresentare l'immagine del cavaliere perfetto senza macchia e pronto a dare la vita per salvare la propria dea anche in un periodo dove nessun altro cavaliere d'oro avrebbe potuto agire come lui che per azioni belliche e duelli combattuti...resta il dubbio su quanto potesse essere realmente potente...ma in questa classifica poco importa sapere il suo livello di potenza...

8) Aprhodite. Tecniche favolose, armatura fra le più belle mai realizzate, figura misteriosa ed affascinante...peccato solo che rovini tutto schierandosi dalla parte delle forze oscure e comportandosi a volte vigliaccamente come quando colpisce a tradimento Albione...il suo duello con Shun all'ultima casa con ormai la notte scesa sul Grande Tempio resta però uno dei più affascinanti di tutta la serie.

9) Dhoko. Fà poco o nulla a livello di duelli scontrandosi con il compagno di merende Sion e ,,,pochissimo altro...resta però una guida preziosa per tutti i cavalieri in  versione prugna viola  Anzi paradossalmente l'averlo visto in versione "giovane" ha forse in parte abbassato il fascino del pg...

10) Mur...Poche balle...uno dotato di quei poteri, di quella forza e della consapevolezza degli avvenimenti di 13 anni prima con l'aggravante dell'uccisione del proprio maestro lasciata invendicata e il guardare passivo allo scoppio di una guerra fratricida tra saint che ha di fatto eliminato la casta silver nella sua totalità oltre che dimezzato le fila dei gold lo scaraventano direttamente agli ultimi posti di questa classifica di gradimento...quasi inesistente nei 114 episodi al punto da sembrare "solo" un mistico riparatore di armature si riscatta in minima parte con un grande duello nel Sanctuary contro Myu di Papillon,...poco prima tuttavia avrebbe rischiato le penne contro Niobe se non fosse stato per il precedente intervento di Aldebaran a ...scoppio ritardato...In ogni caso lo ritengo deludente come pg e anche noioso nella sua saccenza ...

11) Camus...Alto pg a mio avviso deludente... con l'armatura forse più bella in assoluto, tecniche di fascino impareggiabile, perfino la casa è la più particolare e ricercata...e allora perchè comportarsi in quel modo contro Hyoga...cercare di ammazzarlo in preda ad isteria e gelosia quando ormai l'allievo aveva superato il maestro quasi a non sopportare il fatto di aver creato un uomo migliore di lui nel padroneggiare il gelo ed arrivare  a togliere quasi di mezzo un valido aiuto contro le forze oscure??? Lasciam perdere poi lo strazio con la sua condotta in SoG...

12) Death Mask...mai piaciuto e sempre detestato...incomprensibile come un gold saint per quanto schierato dalla parte del male possa essersi macchiato di crimini tanto efferati al punto di uccidere perfino vecchi e bambini...Spregevole al punto che gli preferisco nettamente gli spectre.Ridicola la sua conversione in SoG quasi da farlo sembrare un pagliaccio.. Ultimo posto meritatissimo
Phoenix no Ikki

1 Shaka di Virgo - Il gold più potente, il mio segno, l'aura di imbattibilità che emana.... il non essere mai stato veramente vinto da qualcuno... i poteri fisici, mentali, illusori.... serve altro? ^^

2 Aiolos di Sagitter - ecco, in molti lo mettono in basso, ma è sempre stato il mio gold preferito in infanzia (il mio primo die cast assieme a Seiya V1). Una leggenda, l'eroe per eccellenza che si immola per la causa... ho sempre apprezzato tutto ciò e l'aura mistica che circonda il personaggio. E sono stato felicissimo che Soul of Gold gli abbia dato un pò di spazio (pur essendo stato troppo Aioliacentrico -_-).

3 Mu dell'Ariete - anche qui apprezzo molto l'aura mistica che circonda il personaggio, e poi il Sanctuary che gli ha dato il giusto spazio alla fine facendo vedere di che pasta è fatto quando fa sul serio. La sua inoperosità ad inizio serie serve per preservare l'aura di cui sopra, che altrimenti verrebbe persa.

4 Saga di Gemini - sia da cattivo che da buono è un eccellente personaggio, memorabile sia nei panni di Arles che nei panni di rinnegato

5 Kanon di Gemini - mi è piaciuto soprattutto nei panni di nuovo gold, perchè il suo percorso e i suoi metodi ricordano molto Phoenix. E poi anche da cattivo ha un certo carisma, pur non paragonabile al fratello.

6 Deathmask di Cancer - qui SOG pesa molto. diciamo che il suo posto in classifica è dovuto all'eccezionale DS e a SOG appunto, dove ho molto apprezzato le parti e gli approfondimenti che lo hanno riguardato. Peccato, davvero peccato per il Sanctuary...

7 Milo di Scorpio - qui lasciamo perdere SOG . L'ho molto apprezzato soprattutto nella prima parte della serie, e nel Sanctuary dove dimostra, anche se non è uno dei gold più potenti e fighi, quantomeno di essere uno dei più svegli e acuti.

8 Aioria di Leo - Sempre combattivo e in prima linea, un pò il Seiya dei gold. Mi è piaciuto soprattutto nella parte dell'attacco all'ospedale.

9 Aldebaran di Taurus - Il gigante buono... se non altro ispira simpatia e affetto... il più umano dei gold.

10 Dokho di Libra - Decisamente meglio come Maestro dei 5 picchi che come gold.

11 Shura di Capricorn - forse il più ottuso dei gold, incontra Micene, suo grande amico e non gli chiede spiegazioni del suo comportamento. Si pente solo in punto di morte. Non conosco bene il G  (e per nulla il GA) che si dice lo rivaluti molto.

12 Aphrodite dei Pesci - buono in SOG, appena sufficiente nelle 12 case, deleterio nel Sanctuary.

13 Camus dell'Acquario - Boh, non mi ha mai detto nulla, né come gold, né come Maestro, né in SOG, né nel Sanctuary.
Davide Aldè

Aldo:E' possente ma di cuor d'oro.
E' il più umile ed umano dei gold.
E' saggio ed è fedele alla sua causa ed al nome di Atena.
E volete mettere lo sberlone alla Bud...che rifila all'asgardiano...SUBLIME
...
...
...
Non era già stato fatto un simile sondaggio?
       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Page 1 of 1
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum