Archive for ICavalieriDelloZodiaco.net Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 


       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Ioria79

Il mio protagonista preferito

Dopo la conclusione della World Cup e degli Oscar dei Cavalieri mi è venuta voglia di approfondire le nostre preferenze.
Senza fare sondaggi (che hanno già ampiamente dato i loro verdetti) vorrei sapere chi è il vostro preferito nelle varie categorie ma soprattutto perché. Raccontate le caratteristiche che ammirate di più del vostro personaggio preferito e che cosa o quale episodio (di anime o manga) lo ha reso unico per voi!

Per questa settimana partiamo dai protagonisti. La scelta è tra:

- Seiya
- Shiryu
- Hyoga
- Shun
- Ikki
elisa

Dunque tra questi 5 scelgo Shun e Seiya, perché sono personaggi che mi somigliano molto come carattere; soprattutto il primo.
ivan di troll

phoenix, grazie al ds seiya passa dall'ultimo al primo posto, forza ivo!
ryogascorpio

Uhm be dunque. In origine il mio preferito era cristal. Adoravo il suo  essere freddo. A partire dalla settima casa diventa troppo mammone. Pegasus non mi dispiace ma in generale odio i protagonisti. Sirio ha regalato momenti memorabili ma è troppo legato al concetto di sacrificio. Di Andromeda non mi piace nulla o quasi. Il migliore per distacco è Phoenix. Indimenticabile il suo ritorno tra le fiamme nell'anime,le parole per shun alla sesta casa e praticamente TUTTI i suoi combattimenti. In più Toni Fuochi è da brividi
Jotaro Kujo

Phoenix!!!
Cangax

Il mio preferito è ovviamente Sirio. Ha tutte le caratteristiche per piacere: gregario, intelligente, sempre con la testa sulle spalle (a parte le prime 5 puntate), cuore nobile, sempre pronto al sacrificio. Un perfetto che non ostenta mai la sua perfezione, ma la mette sempre a disposizione della squadra.

Poi viene Phoenix. Il personaggio "gasante" per antonomasia. Quando entra lui spacca la puntata in 2. Unico appunto, alla lunga diventa ripetitivo e scontato...

Terzo Pegasus. E' vero, sarà raccomandato, sarà istintivo, sarà anche irritante. Ma è pur sempre il protagonista, ed è l'immagine perfetta della determinazione e dell'onore. In Omega tra l'altro fà un figurone!!

Quarto Crystal. Il ghiacciolo del gruppo è iin fondo quello dal cuore più tenero. Ha tutto per piacere, e inoltre i suoi scontri sono probabilmente i migliori (scorpio, aquarius, abadir...), ma non ha mai attecchito il mio cuore. Chissà perchè...forse proprio per la sua apparente freddezza: dà l'idea che sia li perchè ci si è trovato, che lo faccia anche con una certa riluttanza, che lo faccia con un certo distacco....

Quinto Andromeda. Mi sono sempre chiesto cosa ci faccia un frignone tra i protagonisti. Ai giapponesi piace, a Kurumada pure (ha sempre più spazio, fateci caso...alla fine è quasi il viceprotagonista). A me no, per niente. Anche se forse è quello che ha più margini di migliooramente. E infatti in Omega sarà cosi.
Antares

In generale, di topic sul preferito di ciascuna categoria ce ne dovrebbero essere già. Sotto forma di sondaggio, ma si possono usare anche solo per commentare
Il vecchio topic sui cinque protagonisti è questo  http://icavalieridellozodiaco.myfreeforum.org/ftopic2137-0-asc-0.php

Ad ogni modo, il mio preferito è sempre stato Phoenix. Da una parte, come detto nel topic di CdG sugli "adorabili bastardi", per il suo essere un buono con modi di fare più da "duro", arrogante, lupo solitario, spesso in lotta con i demoni del suo passato, ecc... , dall'altra per il fatto che riesce comunque a fare gruppo con i compagni (nell'anime, fondamentalmente... ) e a comprendere i drammi interiori di alcuni avversari (sempre nell'anime, ad Asgard, ma il Kuru ha fortunatamente ripreso questo aspetto in ND, una delle poche cose belle di quel manga). Ecco, direi che la serie animata, prima di riallinearsi al manga nella saga di Nettuno, è riuscita a bilanciare molto bene questi due differenti aspetti del personaggio, senza mai esagerare in un senso o nell'altro.
Infatti, facendo mente locale, quasi tutti i suoi momenti che preferisco sono proprio originali dell'anime: a parte l'epico combattimento con Virgo, citerei scontri e dialoghi con Mime e Alcor, l'entrata in scena contro il Cavaliere della Fiamma, ma anche la scena subito dopo in cui beve e scherza con i compagni o quando ride con Pegasus sull'Isola della Regina Nera.
Ioria79

Scusa Antares, spero che il post non sia un problema anche perché spero che sia interessante.

Il mio preferito in assoluto è Sirio perché è forte ma non ama mettersi in mostra, anzi, come contro Orion, si dà da fare per il gruppo e per la causa. Il suo modo di combattere è calmo, ragionato e non basato solo su un confronto "muscolare".
Caratterialmente è sensibile e determinato.
I suoi combattimenti sono tra i più belli di ogni saga: contro Pegasus nella Guerra Galattica, contro Dragone Nero, contro Argo, contro Cancer e Capricorn, contro Orion e Crisaore.
Le sue tecniche sono tante, variegate e potenti: il Drago Nascente, il Drago Volante (nel manga), la Pienezza del Dragone, Excalibur e il Colpo dei Cento Draghi.

Degli altri mi piacciono Pegasus per la sua determinazione e Phoenix per la sua forza.
Amo meno Crystal anche se ne apprezzo le battaglie e quasi per niente Andromeda anche se condivido il suo disprezzo per la guerra.
Libra

Il mio Bronze preferito è notoriamente Sirio, perché è maturo, forte e ragionante, sensibile senza cadere nelle paranoie di Andromeda e talvolta Cristal, sicuro senza atteggiarsi come Phoenix. Sarebbe pure equilibrato se solo non avesse quella propensione al suicidio.
Nonostante sia a livello apparente il più normale non è noioso, perchè si vede che ha i suoi travagli e i suoi momenti di maturazione, sia come Cavaliere che come uomo.

I suoi combattimenti mi piacciono perché sono quelli in cui c'è un po' più di strategia (la grande assente dei CdZ) e più approfondimento del nemico, delle sue motivazioni. Quelli che in particolare mi sono rimasti nel cuore sono il duello con Cancer e quello, tragico, con Capricorn. Nella parte pre 12 Case molto intensa la battaglia con Argor, mentre nel Regno Sottomarino mi è piaciuta quella con Krisaore. Ad Asgard oggettivamente parte sotto tono, ma poi si riprende bene
Shiryu

Sirio, fondamentalmente perché lo trovo il più maturo dei cinque, quello che maggiormente usa la testa e ragiona senza però sprofondare nell'inattivismo, né in alcuni eccessi di freddezza di Cristal. Un grosso ruolo a suo tempo l'ha comunque avuto anche l'aspetto scenografico, con i colpi e le manifestazioni cosmiche del drago che erano molto affascinanti.

Aggiungo che una volta mi piaceva molto anche il suo spirito di sacrificio, lato che però negli anni mi ha preso sempre meno fino a considerarlo ormai un difetto, o comunque una tattica a volte presa o tentata di prendere un po' troppo facilmente.

Come battaglie, faccio prima a dire le uniche che non mi piacciono molto, ovvero Luxor e Krisaore. Le preferite probabilmente sono contro Orion e Capricorn, ma che sia per l'approccio o per la scenografia alla fine mi piacciono tutte.

Dietro, la classifica è variata e continuerà probabilmente a variare spesso negli anni. Il secondo solitamente è Pegasus, perché sarà impulsivo e irruente ma è anche coraggioso e leale. Phoenix è terzo più per demerito degli altri che per meriti suoi, ma lo apprezzo quando cerca di capire e persino aiutare il nemico o quando interagisce con i compagni più che quando si limita a fare il figo forzuto e solitario. Cristal è stato a lungo secondo e altrettanto a lungo ultimo, scendendo quando gli capita l'ennesimo drammone familiare e salendo quando può essere se stesso. Con Andromeda si è oggettivamente tirata troppo la corda del pacifismo.
Goldsaint85

Phoenix
perchè? perché si capisce subito che è una spanna sopra gli altri (tanto che per buttarlo giù ce ne vogliono 3 uniti di protagonisti), carismatico, un piccolo re dell'isola Death Queen, ma è anche disposto a comprendere i propri errori.
tuttavia non ha una conversione stile junior\piccolo che diventa amicone con son goku, resta sempre una sorta di jolly, segue i propri compagni da dietro le quinte e li aiuta nel momento del bisogno, restando sempre un po' reietto, forse perché in concreto è quello che ha avuto l addestramento più traumatizzante
è vero, tutti hanno cagato sangue per diventare saint, ma nessuno ha avuto a che fare con un sensei puramente malvagio che non ha mai mostrato umanità nei confronti del proprio allievo
deve pure convivere col rimorso della morte di esmeralda, perchè se solo si fosse incazzato prima, guilty non avrebbe avuto modo di ucciderla

certo, marcia sicuramente sul suo lato tenebroso, ogni tanto distribuisce qualche mazzata anche ai suoi, come con pegasus prima del rapimento di saori da parte di jamien, ma solo per farli reagire

infine, dà vita  a una delle pagine più belle di SS, lo scontro col semidio Shaka

gli altri grosso modo li colloco sullo stesso piano, andromeda forse in coda perché la sua caratterizzazione stanca a lungo andare... la toei aveva cercato di metterci una pezza facendolo evolvere in asgard, ma kurumada lo vuole eterno utopista...
Scorpione

Libra wrote:
Il mio Bronze preferito è notoriamente Sirio, perché è maturo, forte e ragionante, sensibile senza cadere nelle paranoie di Andromeda e talvolta Cristal, sicuro senza atteggiarsi come Phoenix. Sarebbe pure equilibrato se solo non avesse quella propensione al suicidio.
Nonostante sia a livello apparente il più normale non è noioso, perchè si vede che ha i suoi travagli e i suoi momenti di maturazione, sia come Cavaliere che come uomo.

I suoi combattimenti mi piacciono perché sono quelli in cui c'è un po' più di strategia (la grande assente dei CdZ) e più approfondimento del nemico, delle sue motivazioni. Quelli che in particolare mi sono rimasti nel cuore sono il duello con Cancer e quello, tragico, con Capricorn. Nella parte pre 12 Case molto intensa la battaglia con Argor, mentre nel Regno Sottomarino mi è piaciuta quella con Krisaore. Ad Asgard oggettivamente parte sotto tono, ma poi si riprende bene


Concordo in todo.
Hyoga e Shun a seguire, e Pegasus e Phoenix a chiudere.
Maestro dei Ghiacci

Nonostante la mia personalissima classifica dei personaggi preferiti di tutti i tempi conosca più fluttuazioni della Borsa, il mio Bronze preferito rimane sempre Sirio.

Escludendo Phoenix, è il personaggio principale che più matura e cambia nel corso della storia, senza però mai perdere la propria affidabilità e il proprio senso di giustizia e dell'onore.
Ciò che più mi piace di lui è proprio il suo essere sempre presente nei momenti di maggior difficoltà: spesso e volentieri è proprio lui a salvare la situazione quando sembra disperata, come contro Argor (una delle mie parti preferite della serie classica), Megres o Orion. La presenza di Sirio infonde sicurezza non solo a Pegasus e ai suoi compagni, ma anche a me che sono un mero spettatore.
Lone Wolf

Come già detto in occasione della World Cup, il mio protagonista preferito è sempre stato Sirio, per il suo spirito nobile, il senso di amicizia, lo spirito di sacrificio.
Intrigante per me in tutte le sue comparse ed evoluzioni nei più variegati ruoli di combattente, compagno d’armi, amico, fidanzato, padre, maestro.
I duelli più entusiasmanti per me sono stati quelli contro Shura, Orion, Megres, Argor, e i tre specter al muro del pianto

A seguire, in seconda fascia, apprezzo molto Ikki e Seya.
Il primo per il graduale percorso di redenzione, il lupo solitario del gruppo.
Il secondo soprattutto per il compimento del personaggio visti in Omega, leader più maturo, più ispirato, meno scontato.

In terza fascia - ma non per questo disprezzati – Shun e Hyoga. Shun “cavaliere suo malgrado”, che in Omega scopre la vocazione forse a lui più appropriata, ovvero quella di medico. Hyoga penso che abbia sofferto un graduale processo di marginalizzazione nel corso della storia editoriale; dopo Asgard mi è parso forse poco rilevante sul piano narrativo, ma sono contento che in Next Dimension stia venendo gradualmente rivalorizzato.

Phoenix no Ikki

il mio bronze preferito è sempre stato Phoenix, perchè ho sempre avuto un debole per i cattivi redenti (tant'è vero che in DB il mio preferito è Vegeta). Mi piacce il fare il buono con metodi "da cattivo" (tipo quando con Pandora la minaccia di metterle le mani addosso ), il suo esser sempre solitario e in lotta con i demoni del suo passato. Memorabile il monologo da Arles quando dice che non è mai potuto esser parte dei Cavalieri per il ricordo di essergli appartenuto. Poi le battaglie epiche, dove si becca sempre l'avversario più forte, fanno il resto. Apprezzo anche, pur non essendo a differenza di altri utenti il mio lato preferito, quando cerca di far redimere i suoi avversari.

Secondo in classifica è Shiryu, di cui apprezzo la maturità, la capacità di analisi e anche lo spirito di sacrificio (anche se penso che non è che gli altri non ce l'abbiano, è solo che per una serie di circostanze tocca sempre a lui; credo che chiunque dei quattro protagonisti se ci fosse arrivato a capirlo, ad esempio, si sarebbe accecato contro Argo).

Terzo è Seiya di cui apprezzo il coraggio e la lealtà.

Quarto è Hyoga, a volte è bello, tosto e deciso ma altre troppo mammone.

Quinto, immensamente in fondo, Adromeda. Purtroppo il suo carattere, reiteratamente pacifista, in un gruppo di guerrieri, è fin troppo pesante. Fosse stato nel conclave sarebbe stato un ottimo candidato Papa, ma siamo in un gruppo di guerrieri sulle cui spalle poggia il destino del mondo, non sono ammesse incertezze.
Aledileo

Re: Il mio protagonista preferito

Ioria79 wrote:
Dopo la conclusione della World Cup e degli Oscar dei Cavalieri mi è venuta voglia di approfondire le nostre preferenze.
Senza fare sondaggi (che hanno già ampiamente dato i loro verdetti) vorrei sapere chi è il vostro preferito nelle varie categorie ma soprattutto perché. Raccontate le caratteristiche che ammirate di più del vostro personaggio preferito e che cosa o quale episodio (di anime o manga) lo ha reso unico per voi!

Per questa settimana partiamo dai protagonisti. La scelta è tra:

- Seiya
- Shiryu
- Hyoga
- Shun
- Ikki
Il mio protagonista preferito è sempre stato Pegasus, perché è il più umano, istintivo e rappresenta al meglio il prototipo del "viaggio dell'eroe". In Omega giunge finalmente a maturazione, indossando l'armatura che si è meritato fin dall'inizio.

Al secondo posto ci sono Cristal e Phoenix, dipende dai momenti. Di Cristal apprezzo i poteri congelanti (assieme al fuoco, il ghiaccio è tra i miei poteri preferiti). Di Phoenix il carattere un po' lupo solitario. Peccato che entrambi vengano messi da parte nella narrazione dalla fine delle Dodici Case e la loro evoluzione in qualche modo si interrompa, riducendosi a infiniti cliché.

Terzo posto per Sirio. Mi sta simpatico ma lo trovo un po'troppo perfettino.
Ultimo posto per Andromeda, lagnoso dall'inizio alla fine, penso sia l'unico che non ho mai sopportato, anche se mi è sempre piaciuto l'uso della catena, soprattutto nelle versioni viste contro Kira.
Odino

Il mio personaggio preferito tra questi è Sirio il Dragone.

Entra in scena da presuntuoso ma sa maturare dopo la sconfitta subita contro Pegasus, diventando l'amico sul quale tutti vorrebbero poter contare.

Lo si vede attraversare i più svariati stati d'animo: lo sgomento quando pensa che il Maestro dei Cinque Picchi sia in fin di vita, l'orgoglio quando non vuole inginocchiarsi di fronte ai cavalieri di Morgana, la malinconia quando inizialmente rifiuta le tisane di Fiore di Luna e pensa che non guarirà mai, la dolcezza quando culla Demetrios, l'ira estrema contro Cancer, il disappunto con Krisaore... e potrei continuare veramente a lungo.

Celebri i suoi discorsi, come contro Dragone Nero e Luxor.
Ad Asgard dimostra grandi capacità tattiche: la svolta nei suoi tre duelli arriva da saggezza, idee e comprensione della situazione.

Il segno del Dragone è forse uno dei più affascinanti.

Splendida la sua armatura: i coprispalla, l'elmo e la particolarità dello scudo.

Fantastiche alcune puntate che lo vedono protagonista, tra cui La Pienezza del Dragone, una delle mie preferite.

Ammirevole il suo senso del sacrificio e la sua maniera di essere forte, pur nell'equilibrio e nella misura di un comportamento irreprensibile.
Helkost

Vorrei partecipare anche io a questa conversazione, è da tanto che non venivo qui e ogni tanto ficco il naso per vedere che fate =)

il mio personaggio preferito è sempre stato Hyoga, sia da piccola che adesso, ma per motivi infinitamente diversi.

DA PICCOLA

a 7 anni circa, facendo zapping sui canali di cartoni animati, becco la puntata "un temibile rivale" nel punto in cui entra in scena quello che allora conobbi come Crystal: non avevo mai visto nessuno biondo e con gli occhi azzurri e mi piacque subito. Allora però Saint Seiya mi coinvolgeva come storia e quindi gli altri personaggi non stavano troppo indietro nelle mie  preferenze, mi piaceva perfino Pegasus, vedete voi. Crystal vinceva per una semplice questione di aspetto fisico, e perchè le energie fredde esercitavano un gran fascino su di me, che abito a Reggio Calabria e non so come sia fatta la neve XD

DA GRANDE

c'è stato un periodo in cui ho visto e rivisto la serie dalla prima puntata all'ultima di poseidone (ho comprato i primi cofanetti della yamato appena sono usciti). Crystal usciva vincitore nelle mie preferenze, e vedevo un abisso tra lui e tutti gli altri: vedevo in lui un personaggio perfettamente umano, che dietro alla sbruffoneria e alla corazza gelida nasconde grande sofferenza. Più volte ho apprezzato l'involuzione da personaggio forte e misterioso a debole e esitante, a di nuovo saldo e sicuro di sè (anche se quest'ultima parte non si sono certo sprecati a rappresentarla).

Mi è piaciuto il conflitto di dover affrontare tutte le persone a lui care, mi è piaciuto vedere come le ha affrontate e quali insegnamenti ci ha guadagnato. Ogni combattimento mi ha detto qualcosa: per esempio che sa di non essere tra i più forti, e a volte colpisce in modo eccessivamente letale (Maestro dei Ghiacci) proprio per quella che io interpreto come la sua lettura esageratamente obiettiva delle forze che ci sono in campo (e fondamentalmente, ha paura, più degli altri almeno). Sa di non farcela, e quindi colpisce per uccidere. A differenza di Pegasus che vince semplicemente per fede nei suoi ideali, lui all'inizio della serie osserva e obiettivamente valuta quanto può resistere contro un avversario. Lo vediamo contro Hagen quando valuta di non riuscire a reggere a lungo nel caldo infernale della caverna; lo vediamo contro Ikki quando Shun blocca la sua mano con la catena, in cui dice di essere nettamente inferiore a Ikki. Che io mi ricordi è l'unico che ammetta apertamente di essere più debole di un altro cavaliere. Se la vediamo così, inoltre, esce fuori che è l'unico dei personaggi che non fa ragionamenti di "fede" quando deve affrontare un avversario, e per questo nei suoi scontri escono rimarcate maggiormente le differenze di forza tra i due, e secondo me è a causa della logicità che aleggia nei suoi scontri che Hyoga è considerato spesso tra i bronzini più scarsi.

Hyoga è l'unico che, mi pare, scopra la fede per Atena a poco a poco, e anzi, non riesco neanche a chiamarla fede in Atena. Come Santo vedo che invoca la giustizia, ma nella Scalata delle Dodici Case, lo vediamo spesso rammaricarsi di non essere all'altezza dei suoi amici piuttosto che appellarsi ad Atena. Il che mi fa pensare che sia un personaggio ateo e diffidente, che non crede in nulla e non si appoggia a nessuno, e per la prima volta nella sua vita ha trovato delle persone in cui può, forse, riporre fiducia incondizionata; la cosa suona ancora più contraddittoria (e mi intriga ancora di più) visto che è anche l'unico personaggio che vediamo ufficialmente pregare, nel senso occidentale del termine: quindi è uno che vuole avere una fede, vuole credere in qualcosa. Ma per avere una fede ci vuole prima un appoggio terreno, che gli è stato strappato da piccolo in modo brutale (due volte: la madre e poi Isaak, che lui ha sempre creduto morto) e che lui scopre solo gradatamente di avere durante gli scontri alle dodici case.

Quindi in tutto questo lo vedo come uno dei personaggi meglio caratterizzati della prima serie, e con dei connubi di forza/debolezza che me lo rendono vicino e simile a me, in qualche modo.
Nella serie di Asgard mi piace abbastanza, in quella di Poseidone per niente, ma tirando le somme è comunque l'unico personaggio del quale riesco a fare letture su più livelli. Gli altri li vedo molto più monodimensionali e privi di margini di crescita caratteriale. Ikki il lupo solitario, Seiya con la sicurezza degli ideali, Shiryu il giusto, Shun il pacifista... ecco perfino Shun, che dovrebbe essere quello che ha più bisogno di "farsi le ossa", alla fine è giustificato in tutta la sua bontà, in quanto è l'essere più puro dell'universo e quindi simulacro dell'anima di Hades. Ecco se a Shun avessero ammazzato Ikki, in qualche modo dovuto alla sua inazione, ecco allora anche se fosse rimasto pacifista, comunque avrebbe portato un grosso senso di colpa dentro, e quindi sarebbe stato molto più interessante. Ma mi rendo conto che privarsi di un tamarro come Ikki sarebbe stata una perdita eccessiva per la serie.


Se devo fare una classifica di preferenza, direi:
Hyoga
(...)
Shiryu <-- bellissima la costellazione, bellissima l'armatura e i suoi poteri, e come carattere è l'unico che oltre Hyoga che non mi risulta odioso.
Ikki <-- bella la costellazione, fighe le tecniche e i suoi poteri, carattere che sarebbe anche interessante se non fosse che la sua evoluzione è finita quando ha conquistato l'armatura della fenice (cioè prima dell'inizio della serie); poi si, diventa fedele ad atena, forse ricordo male io, ma non ricordo nessun grosso lavorìo morale dietro, semplicemente appena sconfitto butta via la maschera di odio di cui si era rivestito e tornano tutti amici, e lui sta dalla parte di Atena per proprietà transitiva?
Shun e Seiya <-- caratteri troppo lineari per i miei gusti.

P.S. dopo poseidone però hanno rotto il c**** con la mamma XD
Davide Aldè

Il mio preferito è Sirio.
Potente,saggio,riflessivo e buon stratega (quest'ultimo forse grazie ai consigli della prugna)...ma sa tirare fuori gli artigli quando serve.
Un po,il Mur dei bronzini  
...
...
Ed ha l'armatura più bella.
       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Il mondo dei Cavalieri
Page 1 of 1
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum