Archive for ICavalieriDelloZodiaco.net Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 


       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Off topic
Cavaliere di Gemini

Uno sguardo alle stelle

Prima di tutto volevo chiedere se un topic del genere esiste già...fatemi sapere e questo lo togliamo di mezzo  (visto che l'ho creato io se edito il primo messaggio dovrebbe scomparire tutto credo)...ho fatto delle ricerche ma topic del genere non ne ho trovati

Volevo aprire un topic in cui potessimo parlare di tutto ciò che accade sopra le nostre teste, cose che ci sorprendono, notizie interessanti, argomenti affascinanti riguardanti il nostro Universo...insomma qualsiasi cosa riguardi il fascino e il mistero che lo sconfinato cosmo ci regala. I CdZ non sono un documentario sulle stelle, ma di certo ci hanno acceso, a chi più chi meno, l'idea di alzare lo sguardo alle stelle per trovare le principali costellazioni appartenenti ai nostri eroi...personalmente mi è balzata alla mente l'idea di acquistare un telescopio, anche banale, per osservare di persona il firmamento, sperando di scovare qualche immagine che il cielo ha da offrire. Ci sono già dei topic riguardanti cose simili (per esempio il topic sulle forme di vita nello spazio), ma questo vuole raccogliere tutte le notizie e le informazioni che ci incuriosiscono o ci affascinano...perché penso che non bisogna essere esperti astronomi per alzare gli occhi al cielo, il fascino dell'Universo è così autentico che basta semplicemente osservarlo per farne parte.
Avevo pensato alla cosa più banale: cercare informazioni sulle principali costellazioni presenti nei CdZ e postarle qui per condividere con tutti il modo migliore per osservarle...molte di esse si distinguono anche a occhio nudo, basta solo sapere dove guardare e soprattutto in quale stagione guardare.
Volevo prima di tutto iniziare con una notizia fresca di giornata: la scoperta di Kepler-186f, il primo pianeta apparentemente abitabile, molto simile alla Terra, che sia mai stato osservato. Leggermente più grande del nostro pianeta, ruota intorno ad una stella meno grande del nostro Sole, ma trovandosi nella fascia abitabile (cioè alla distanza giusta dalla stella) sembrerebbe addirittura poter avere acqua liquida. La distanza stella-pianeta è più piccola della distanza Sole-Terra, infatti la sua rivoluzione dura 130 giorni. La mancanza di dati, ovviamente, non può rendere certe le prime ipotesi però la scoperta è davvero importante. Il nostro Crystal ne sarebbe contento: si trova nella costellazione del Cigno, a 500 anni luce dalla Terra.

Per quanto riguarda l'osservazione delle costellazioni, io non sono un esperto, non ho un telescopio ma conoscere la posizione di pochi astri è un ottimo punto di partenza...un semplice telescopio sarebbe il top...
Ovviamente bisognerebbe trovarsi in un luogo non illuminato...mi trovo avvantaggiato, perchè abitando in campagna, nelle sere serene vedo a occhio nudo un'infinità di punti luminosi (l'effetto non è diverso dallo sfondo del nostro forum).
Si parte dal trovare la Stella Polare e quindi l'Orsa Minore, oppure la non lontana Orsa Maggiore. Non ho mai avuto difficoltà nel cercare il Piccolo Carro perciò parto sempre dall'Orsa Minore. Voglio perciò iniziare condividendo con voi il modo con cui trovare la costellazione del nostro Sirio, il Dragone. E' una costellazione molto grande e forse per questo dispersiva, ma molto vicina all'Orsa Minore.

Per facilitare le cose ecco il Dragone:


Se volessimo fare il ragionamento al contrario, cioè cercare l'Orsa conoscendo bene il Dragone, la cosa non sarebbe troppo difficile: ecco la disposizione dell'Orsa:


Si trovano facilmente in cielo la Stella Polare (che non a caso è il nord celeste per antonomasia) e le stelle β e γ. Nella foto precedente del Dragone si possono facilmente individuare le stelle "beta" e "gamma" pur non avendo le linee che ci aiutano...è molto facile, davvero, anche perchè sono di diverso colore (beta è arancione, anche se a occhio nudo non si nota...resta il fatto che sono molto visibili entrambe)...una volta individuate, conoscendo la forma del Carro, si può risalire a tutta la costellazione (PURTROPPO IN QUESTA FOTO NON SI VEDE LA STELLA POLARE!). Il risultato della nostra osservazione è questo (LE LINEE ROSSE L'HO FATTE CON PAINT QUINDI NON SONO PRECISISSIME...NB: LA STELLA POLARE NON E' VISIBILE MA SI CAPISCE CHE STA ANCORA PIU' GIU')


A questo punto conosciamo la posizione del Piccolo Carro e della Stella Polare e possiamo esplorare le zone limitrofe cercando le stelle del Dragone, ricordando che la sua disposizione è quella della foto precedente. Unendo idealmente "beta" e "gamma" e proseguendo lungo la direzione per circa 5 volte la distanza tra beta e gamma (non vi preoccupate non bisogna essere precisi) si arriva a una stella abbastanza appariscente, idem se si segue la retta immaginaria che collega le stelle più piccole del carro. Proseguendo ancora lungo questa direzione si trova la testa del drago con due stelle particolarmente appariscenti...il resto viene di conseguenza...ecco una ipotetica ricostruzione delle stelle principali (fatta sempre con PAINT): la testa del drago è 9, le stelle di cui prima vi ho parlato sono 7 e 8...c'è anche 10, ma magari è difficile trovarla non essendo molto luminosa...partendo da 7,8, 9, 10 e conoscendo la forma del Dragone si può risalire alle altre stelle abbastanza facilmente...il bello sta proprio nella ricerca


Questo è il modo abbastanza rozzo con cui identifico il Dragone, voi potete sbizzarrirvi come volete e magari postare qui la ricerca di un'altra costellazione...
Spero che vi abbia incuriositi, personalmente guardare il cielo da "ignorante" mi piace, perchè il bello è scoprire le cose poco alla volta...
Ecco a voi un link utile http://it.wikibooks.org/wiki/Osse...l_cielo/Imparare_gli_allineamenti

A voi

-Cavaliere di Gemini-
elisa

Wow, sei davvero ben informato sulle costellazioni e stelle, complimenti Cavaliere di Gemini.
Cavaliere di Gemini

elisa wrote:
Wow, sei davvero ben informato sulle costellazioni e stelle, complimenti Cavaliere di Gemini.


Grazie per i complimenti Elisa, ma non penso di meritarli tutti ...questo perchè non sono un esperto ma un semplice appassionato...volevo solo dimostrare a chi, qui nel forum, abbia un po' di passione per l'osservazione del cielo, che la cosa non è poi così difficile da realizzare, anche a occhio nudo.
Ti dirò di più: le costellazioni dei nostri protagonisti sono in linea di massima facilmente rintracciabili nel cielo, anche perché "circondano" l'Orsa Minore e come ho detto, riconoscere la Stella Polare risolve gran parte dei problemi per l'osservazione celeste. Se avrò modo, metterò qualche altra info riguardante le costellazioni di Pegaso, Cigno e Andromeda...
Ti farà piacere sapere, Elisa, che la galassia di Andromeda è l'oggetto celeste più lontano che può essere visto a occhio nudo, un bel primato!

Purtroppo però non è possibile fare nulla per identificare la costellazione di Phoenix: la Fenice non fa parte del cielo boreale, perciò dall'Italia è impossibile osservarla.

-Cavaliere di Gemini-
Libra

Bella iniziativa! Il Dragone è una costellazione che anch'io conosco bene, perchè la testa (il quadrato per intenderci) è abbastanza visibile e dalla forma peculiare.
Delle altre costellazioni dei protagonisti, una non difficile da identificare è il Cigno, per via della tipica forma a croce
elisa

Quote:
Ti dirò di più: le costellazioni dei nostri protagonisti sono in linea di massima facilmente rintracciabili nel cielo, anche perché "circondano" l'Orsa Minore e come ho detto, riconoscere la Stella Polare risolve gran parte dei problemi per l'osservazione celeste. Se avrò modo, metterò qualche altra info riguardante le costellazioni di Pegaso, Cigno e Andromeda...

Che belle notizie, allora non vedo l'ora di leggere altre notizie sulle costellazioni che pian piano ci darai.

Quote:
Ti farà piacere sapere, Elisa, che la galassia di Andromeda è l'oggetto celeste più lontano che può essere visto a occhio nudo, un bel primato!

Buono a sapersi!E ancora complimenti per le tue conoscenze [/quote]
Cavaliere di Gemini

Libra wrote:

Delle altre costellazioni dei protagonisti, una non difficile da identificare è il Cigno, per via della tipica forma a croce


In effetti, una volta definito il Dragone, la costellazione più facile da identificare è proprio il Cigno, data la sua vicinanza e la sua forma tipica. Preparerò qualcosa, cercando di migliorare i dettagli  

Quote:
Che belle notizie, allora non vedo l'ora di leggere altre notizie sulle costellazioni che pian piano ci darai.


Sarà fatto  

-Cavaliere di Gemini-
Cavaliere di Gemini

Questa volta è il turno della costellazione di Crystal, la Croce del Nord, meglio nota come Cigno.

Come al solito, per facilitare il lavoro, partiamo dall'immagine chiarificatrice del Cigno:


La forma inconfondibile fa sì che, trovata una qualsiasi delle stelle appartenenti alla costellazione, essa venga riconosciuta in modo relativamente semplice.
Ma per giungere alla sua identificazione, partiamo da dove eravamo rimasti: il Dragone...nel precedente post si è visto un modo abbastanza semplice e rozzo per identificarlo, grazie all'unico punto fisso che abbiamo: la Stella Polare dell'Orsa Minore. Prima di tutto è importante sapere che la testa del Dragone è molto vicina a una delle ali del Cigno. Ricordando la figura nota del drago, nella direzione della freccia che ho fatto nell'immagine sottostante, si trova l'ala sinistra del Cigno (purtroppo l'immagine non è così ampia, ma l'importante è ricordarsi che l'ala sinistra del Cigno e testa del Dragone si trovano non lontane nella direzione della freccia).


Così come la Stella Polare e la relativa Orsa Minore, ci hanno aiutato per identificare il Dragone, allo stesso modo un'altra stella, con relativa costellazione, ci aiuterà per trovare il Cigno: si tratta di Vega, la seconda stella più brillante del nostro cielo e notevolmente più grande del Sole, nella costellazione della Lira. Per identificare Vega si possono scegliere 2 direzioni approssimative. Come ho già ripetuto precedentemente, non serve essere molto precisi, soprattutto per stelle brillanti come Vega. Le direzioni da seguire sono mostrate sotto, una (LINEA BLU) che sfrutta due stelle della testa del Drago, l'altra (LINEA GIALLA), più lunga e quindi forse più dispersiva, che unisce una stella della testa del Dragone con la stella che nel post precedente avevamo chiamato "beta" nell'Orsa Minore:


COME NOTERETE, LE DUE LINEE NON PUNTANO NELLA STESSA DIREZIONE, SIA PERCHE' COME SEMPRE LE HO FATTE CON PAINT, QUINDI SONO UN PO' IMPRECISE, SIA PERCHE' DEVE ESSERE UNA VOSTRA SCELTA QUALE DELLE DUE SEGUIRE: LA LINEA GIALLA E' PIU' LUNGA E DISPERSIVA MA PUNTA NELLA DIREZIONE GIUSTA, LA BLU E' PIU' BREVE MA E' MENO PRECISA (NON DI MOLTO COMUNQUE).

Qualunque sia la scelta ci ritroviamo in una regione di spazio come in figura, in cui è evidentissima la presenza di un astro brillante:


La stella che spicca su tutte è Vega, mentre l'altrettanto evidente e perfetto parallelogramma sotto di essa (risaltato in verde) completa la costellazione della Lira...da notare che la freccia rossa indica da dove siamo venuti, cioè tornando indietro si va verso il Dragone:


In questa immagine ci sono due punti interessanti da notare, cerchiati nella successiva foto: il cerchio arancione su uno dei lati della Lira indica la posizione di una delle più famose e belle nebulose conosciute, la Nebulosa Anello, distante 2000 anni luce dalla Terra, con un diametro di 2 anni luce, mentre il cerchio blu indica una stella appariscente vicino Vega, che è molto utile per identificare Deneb, la stella principale del Cigno. Proseguendo lungo la direzione indicata da Vega e da tale stella (chiamata ε Lyrae e che in realtà è una coppia di stelle), si giunge a Deneb:


Questa, invece, è una foto della Nebulosa Anello:


Ritornando al Cigno, una volta "viaggiato" con lo sguardo lungo la direzione indicata, si giunge ad una zona ricca di punti luminosi, per il fatto che il Cigno ha come sfondo la fascia della Via Lattea, alcuni dei quali probabilmente non visibili a causa dell'inquinamento luminoso pur trovandoci in zone isolate. Per darvi un'idea di quanto dovete muovere lo sguardo, ecco le distanze tra Cigno e Lira (il triangolo che vedete è il Triangolo estivo, formato da Vega-Deneb-Altair):


Anche non riconoscendo Deneb sul vostro cammino si nota subito che qualcosa di familiare c'è: una croce molto visibile fa capolino tra le stelle.  La stella più "lontana" e luminosa rispetto alla direzione di prima è proprio Deneb (la coda del cigno), una stella di natura molto appariscente ed anche molto più grande del Sole. Se si trovasse alla stessa distanza dalla Terra del Dragone, Deneb sarebbe più visibile della luna piena. Davanti a lei un'altra stella luminosa, γ Cygni, da cui partono le ali del Cigno. Unendo Deneb a "gamma" e proseguendo lungo tale direzione si giunge in una zona meno illuminata dove primeggia "eta", al centro del collo del cigno. Proseguendo ancora si arriva alla testa del cigno e alla stella "Albireo", la quale, con l'ausilio di un piccolo binocolo, si scoprirà essere una coppia di stelle di colore diverso, una blu e l'altra gialla, quindi decisamente facili da osservare.
Questa è la zona che vi troverete davanti, al centro facilmente visibile Deneb...la freccia proveniente da Vega (non visibile) entrerebbe nell'immagine dal lato destro, spostata verso l'angolo in alto:


Come detto Deneb (1) è al centro, visibile sopra ogni altra stella della zona. Proseguendo verso l'angolo in basso a destra si trovano "gamma" (2), "eta" (3) e Albireo (4). Da 2 partono le ali del Cigno PERPENDICOLARMENTE (a croce appunto) alla linea appena tracciata, che giungono in modo inequivocabile alle stelle 5 e 6. Ecco creato il Cigno "base". Nel cerchio si notano altre stelle che a volte si usano per allungare l'ala sinistra (se ricordate questa è la zona più vicina al Dragone, come detto all'inizio), e lo stesso vale per l'ala destra, ma la foto non permette di andare oltre. Nota comunque la prima immagine del Cigno "completo", si possono allungare a piacimento le ali del Cigno.


Ed ecco finalmente il Cigno (in blu la forma "base", in giallo le parti "aggiuntive"):


IMPORTANTE: IL CIGNO E' VISIBILE SOPRATTUTTO IN ESTATE, ANCHE SE GRAN PARTE DELLA SUA FORMA RESTA VISIBILE DURANTE TUTTO L'ANNO. RESTA CIRCUMPOLARE (CIOE' NON TRAMONTA MAI) AL DI SOPRA DEL 35° PARALLELO NORD, CHE PASSA PROPRIO SOTTO LA SICILIA. PER TALE MOTIVO, PROBABILMENTE, IN INVERNO NON SARA' DEL TUTTO VISIBILE.

HO DIMENTICATO DI DIRE L'ALTRA VOLTA, INVECE, CHE IL DRAGONE E' SEMPRE VISIBILE ALLE NOSTRE LATITUDINI.

-Cavaliere di Gemini-
Cavaliere di Gemini

Aquarius in queste notti ci dona un bello spettacolo.

http://www.ilmeteo.it/portale/astronomia-arrivano-le-eta-acquaridi

-Cavaliere di Gemini-
Libra

Cavaliere di Gemini wrote:
Aquarius in queste notti ci dona un bello spettacolo.

http://www.ilmeteo.it/portale/astronomia-arrivano-le-eta-acquaridi

-Cavaliere di Gemini-


Un vero peccato stare in città in questo periodo, l'osservazione di qualsiasi fenomeno astronomico diventa impossibile^^
Cavaliere di Gemini

Libra wrote:
Cavaliere di Gemini wrote:
Aquarius in queste notti ci dona un bello spettacolo.

http://www.ilmeteo.it/portale/astronomia-arrivano-le-eta-acquaridi

-Cavaliere di Gemini-


Un vero peccato stare in città in questo periodo, l'osservazione di qualsiasi fenomeno astronomico diventa impossibile^^


...e nemmeno stare lontano dalle città aiuta! Per lo meno dove abito io, in provincia di Salerno, dove sono giorni che il cielo è nuvoloso! Aggiungiamoci che domani si torna all'università, quindi sarà impossibile per me...spero che qualcuno di voi possa osservarle

-Cavaliere di Gemini-
Cavaliere di Gemini

Domani è il giorno del "super Saturno", nel quale la distanza tra la Terra e il pianeta degli anelli sarà minima, cosa che lo rende facilmente individuabile ad occhio nudo.

Così come le Eta Aquaridi di qualche giorno fa erano legate all'Acquario, Saturno sarà legato ad un'altra costellazione "d'oro": la Bilancia. Poco più in basso, verso l'orizzonte, sarà anche visibile lo Scorpione con la sua Antares!
Il giorno in cui, invece, Saturno potrà essere identificato con estrema facilità è il 14 maggio, giorno in cui il pianeta e la Bilancia si troveranno nella stessa posizione della prossima luna piena.
Non ho ancora creato un post dedicato alla Bilancia, perciò ecco qui le immagini per identificare la posizione giusta durante le notti di domani e del 14 maggio (presenti tra l'altro anche nel link):





IMPORTANTI GLI ORARI DI OSSERVAZIONE: "Puntare gli occhi verso Sud-Est durante le prime ore della notte, a Sud nelle ore centrali e a Sud-Ovest prima dell'alba. "

-Cavaliere di Gemini-
Cavaliere di Gemini

Non riesco a trovare immagini adatte da proporre per la costellazione di Pegaso, dove per adatte intendo senza linee guida o  non palesemente photoshoppate. Come al solito vorrei partire da una immagine guida e ricostruire su un'altra immagine la costellazione, passo dopo passo, come fatto per Cigno e Dragone. Appena troverò ciò che cerco potrò proporre Pegaso, intanto volevo chiedervi se avete immagini "adatte" di Pegaso...sarebbe un piccolo grande aiuto!

-Cavaliere di Gemini-
       ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Off topic
Page 1 of 1
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum