ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index ICavalieriDelloZodiaco.net
Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 
 FAQFAQ   SearchSearch   MemberlistMemberlist   UsergroupsUsergroups   Join! (free) Join! (free)  
 ProfileProfile   Log in to check your private messagesLog in to check your private messages   Log inLog in 

Gemini in Tabula XXXII - Elisium Chapter
Page 1, 2, 3 ... 17, 18, 19  Next
 
Post new topic   Reply to topic    ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Giochi & Tornei
View previous topic :: View next topic  
Author Message
Antares
Cavaliere Divino del Cigno
Cavaliere Divino del Cigno


Joined: 27 Mar 2010
Posts: 9082


Location: Ancona - Ottava Casa

PostPosted: Fri Jul 08, 2011 21:48 pm    Post subject: Gemini in Tabula XXXII - Elisium Chapter  Reply with quote

Lista giocatori (15):
Aldebaran
Aledileo
Asher
Canadian
Chaos
Christian Virgo
Dawnlight
Doa of Alrisha
Elisa
Flare
Libra
Minosse
Sagarules
Saintsaga
Shura di Capricorn

Lista ruoli:
Hades: il primo gemini, intenzionato a far sprofondare la Terra nell'oscurità per mezzo della Grande Eclissi. Ogni notte, uccide un giocatore con l'aiuto dei suoi fedeli alleati. Non può essere ucciso se gli altri gemini sono ancora in vita.
Hypnos: secondo gemini, appoggia il suo sovrano Hades. Per una volta nella partita può addormentare un giocatore: questi non potrà agire durante la notte e il giorno seguente e non potrà votare, ma potrà esprimere le proprie idee. Non sarà detto se la "vittima" è stata bloccata da Hypnos o Crystal.
Thanatos: terzo gemini, appoggia il suo sovrano Hades. Se mandato al rogo, si ribella ai cavalieri e uccide un giocatore qualsiasi a sua scelta. Se muore in questo modo e i suoi compagni alla fine ottengono la vittoria, vince anche lui.

Vincono se rimangono in numero pari agli altri giocatori ed Atena e Pandora sono morte.

Pandora: risparmiata dagli dei gemelli, si accorge di essere stata ingannata da Hades ed i suoi alleati. Ogni notte ferisce un giocatore. Vince (da sola o con Shilfield) se è ancora viva alla morte dei tre gemini e di Atena.
Shilfield: non si è lanciato nell'iperdimensione ed è rimasto l'unico spectre ancora in vita. Si allea con Pandora per vendicarsi degli inganni di Hades. Se Pandora viene attaccata dai gemini o mandata al rogo, può scegliere se sacrificarsi per lei o no. Se si sacrifica, vince se al termine della partita è Pandora a trionfare. Se sceglie di non sacrificarsi, non può ferire da solo e vince (con un'altra fazione) se è ancora vivo al termine della partita.

Atena: decide chi giustiziare in caso di parità di voti al ballottaggio e per una volta nella partita può graziare un personaggio. Finchè Pegasus è in vita, è immune ai gemini e a Pandora, ma non al terzo gemini.
Pegasus: primo cavaliere e difensore di Atena, se la sua dea viene attaccata, si sacrifica, venendo ucciso/ferito al posto suo.
Sirio: ogni notte tenta di difendere un compagno dagli attacchi dei vili assassini. Non può difendere se stesso.
Crystal: per una volta nella partita può congelare un giocatore: questi non potrà agire durante la notte e il giorno seguente e non potrà votare, ma potrà esprimere le proprie idee. Non sarà detto se la "vittima" è stata bloccata da Hypnos o Crystal.
Andromeda: sa chi è Phoenix. Se il fratello viene ucciso da Hades o Pandora, ottiene un indizio sull'assassino (solo uno nel caso dei gemini).
Phoenix: sa chi è Andromeda. Se il fratello viene ucciso da Hades o Pandora, ottiene un indizio sull'assassino (solo uno nel caso dei gemini).
Libra: ogni notte indaga su un giocatore vivo, scoprendo se questi è o meno un cavaliere di Atena (quindi, ad esempio, ottiene come risposta "no" sia per Atena, che non è un cavaliere, sia per Hades).
Virgo: ogni notte indaga su un giocatore morto, scoprendo con precisione a che fazione apparteneva.
Aquarius: per una volta nella partita, può difendere un giocatore con un muro di ghiaccio. Se il giocatore quella notte è attaccato da Pandora, non riceve danni, se è attaccato dai gemini, viene solo ferito.
Ioria: per due volte nella partira, può curare definitivamente un giocatore ferito. Il potere funziona anche su se stesso.

Vincono se riescono ad eliminare Hades, Hypnos, Thanatos e Pandora.

Un paio di note aggiuntive:
è vietato rivelarsi (come da volere popolare).
oltre a eventualmente Thanatos e Shilfield, saranno annoverati fra i vincitori anche i giocatori morti della fazione vincente che hanno aiutato in modo decisivo i propri compagni.
se un giocatore manca alle votazione per tre volte, viene bloccato la notte seguente e non può agire.





PROLOGO

- Terrible Providence! -
Il tremendo colpo segreto centrò in pieno i cinque ragazzi, facendoli crollare a terra con le vecchie armature di bronzo ormai in frantumi. Pegasus alzò con fatica la testa: di fronte a loro si ergeva il dio Thanatos, ancora pieno di energie e privo di gravi ferite, nonostante il lungo combattimento. Pochi metri più in là, si trovava suo fratello Hypnos che attendeva con impazienza che il compagno terminasse il lavoro. Per quanto quei cavalieri avessero dimostrato di possedere uno straordinario potere e una grande forza d’animo, riuscendo a giungere fino al luogo riservato ai soli dei, si trattava pur sempre di esseri inferiori ed era inammissibile che ci volesse così tanto tempo per porre fine alle loro vite. In realtà, però, Hypnos temeva che i ragazzi potessero sfruttare le potenzialità del sangue di Atena per ottenere un miracolo e risvegliare le corazze che lui e il fratello avevano già visto una volta in passato.
Improvvisamente, un potente cosmo avvolse l’intero spiazzo e con un lampo di luce dorata, cinque armature d’oro si mostrarono agli occhi dei presenti: Sagittario, Bilancia, Acquario, Vergine e Leone. Prima che i cavalieri o gli dei gemelli potessero fare qualcosa, un secondo cosmo avvolse le cinque corazze e i cinque cavalieri di bronzo, che bruciarono intensamente i propri cosmi nell’udire la voce di Atena incitarli a compiere il miracolo. Thanatos e Hypnos indietreggiarono di un passo, sbalorditi: nel giro di pochi secondi la situazione era mutata enormemente. Prima, di fronte a loro vi erano cinque ragazzi moribondi e con le corazze in frantumi, ora, cinque ragazzi forti delle proprie armature divine e fiancheggiati da cinque cavalieri d’oro, riportati a nuova vita dai cosmi di Atena e Nettuno.
- Ritiratevi, miei fedeli alleati, non avete alcuna possibilità da soli contro tutti loro! -
Nell’udire quell’ordine, i due dei si scambiarono uno sguardo d’intesa, scomparendo alla vista dei propri avversari e riapparendo di fronte al loro signore Hades, che si era rimpossessato del proprio corpo nel momento in cui aveva avvertito numerosi cosmi ostili accendersi a breve distanza.
- Mio signore, perché ci avete richiamato dalla battaglia? Avremmo potuto ucciderli facilmente, un’armatura diversa non basta a rendere dei semplici umani superiori a delle divinità! - gridò Thanatos con rabbia. Hades non ebbe il tempo di rispondere che vide un piccolo oggetto volare verso la giara nella quale era imprigionata Atena. In un lampo di luce, la giara andò in pezzi, mentre la dea Atena, vestita della propria armatura divina e con alle spalle i suoi dieci cavalieri, si parava dinanzi alle tre divinità nemiche.
- Non credere che questo basti a garantirti la vittoria, Atena! Ucciderò te e i tuoi ultimi cavalieri e farò sprofondare il mondo nelle tenebre! - Con queste parole, Hades scomparve, seguito da Hypnos e da un riluttante Thanatos.


PRIMA NOTTE

Hades, Hypnos e Thanatos erano nascosti all’interno del tempio di quest’ultimo e riflettevano sul da farsi. - Non possiamo permettere ad Atena ed ai suoi cavalieri di impadronirsi addirittura del vostro tempio, sommo Hades. Dobbiamo affrontarli e vincerli!- affermò deciso il dio della morte, mentre il fratello annuiva al suo fianco. - Ma dovremo agire con prudenza, conosciamo bene la forza dei cavalieri divini e sappiamo che potrebbero rivelarsi tremendi avversari persino per noi divinità.- aggiunse Hypnos, fissando il suo sovrano. Hades riflesse per alcuni attimi sulla situazione, poi fissò i due sottoposti ed acconsentì. Le tre divinità si avvolsero in pesanti mantelli, per non essere riconosciute e potersi mischiare agli altri cavalieri senza troppi problemi, nel caso si fosse rivelato necessario. Poi si mossero con sicurezza dal proprio nascondiglio.

In una parte deserta dell’Elisio, apparvero improvvisamente due sfere di luce. Queste mutarono fino ad assumere forma umana e infine si dissolsero, mostrando le sagome di due individui. Pandora slegò il suo braccialetto dal polso di Shilfield e si mosse di alcuni passi, guardandosi attorno con stupore. L’ultimo spectre le fu subito accanto, deciso a proteggerla in quel luogo sconosciuto. La donna fissò il suo compagno e sorrise. Forse era destino che vi fosse proprio lui al suo fianco.

Micene stava perlustrando la zona dell’Elisio che gli era stata assegnata da Atena, quella nei pressi dei templi di Thanatos ed Hypnos. I loro nemici non dovevano essere troppo lontani. Dopo alcuni minuti di ricerche, vide avvicinarsi tre individui. Erano coperti da dei mantelli e il cavaliere d’oro non riuscì a scorgerne i volti. Il custode della nona casa si mise subito in guardia, chiedendosi se si trattasse delle divinità che cercavano o di altri cavalieri mandati in perlustrazione. In un attimo, una delle figure si spostò velocemente al suo fianco destro, colpendolo con forza e facendolo volare alcuni metri più in là, dove già lo attendeva un secondo avversario. Ma Micene non era certo un cavaliere da poco e si rialzò prontamente, evitando i successivi attacchi portati dai due avversari. Il terzo individuo, però, lo attaccò alle spalle, facendolo barcollare in avanti e dando modo ai suoi compagni di colpirlo ripetutamente. Con la vista ormai appannata dal sangue e dal sudore, il cavaliere del Sagittario comprese che la sua seconda vita era ormai giunta al termine. Ma non sarebbe caduto così. Si lanciò sul secondo assalitore, riuscendo a ferirlo di striscio e a portargli via parte del mantello che gli copriva il volto. Nello scorgerlo, bloccò per un attimo l’assalto, ma quei pochi secondi furono sufficienti perché l’avversario lo ferisse mortalmente, facendolo crollare al suolo esanime.
Mentre numerosi cavalieri accorrevano verso il luogo in cui avevano avvertito accendersi quattro potenti cosmi, i tre assalitori si dileguarono.


PRIMO GIORNO

Mentre l’armatura del Sagittario tornava al Grande Tempio sotto forma di una cometa di luce e il corpo di Micene veniva rinchiuso da Aquarius in una bara di ghiaccio, Atena intensificò le ricerche nella zona in cui era avvenuto lo scontro, ignara che fra i cavalieri a cui impartiva ordini e che inviava in missioni di ricognizione si celassero non solo coloro cui stava dando la caccia, ma anche nuovi inaspettati nemici.

Dopo lunghe ore di indagini, ipotesi e domande, i cavalieri giunsero ad una conclusione: gli indizi che avevano trovato portavano, a loro parere, principalmente a due persone: Aledileo e Shura di Capricorn. Si mossero risoluti verso il luogo in cui risiedeva la dea e, una volta giunti sul posto, si inginocchiarono, affermando quali secondo loro fossero i possibili colpevoli ed argomentando le accuse. Atena rimase non poco sorpresa nell’udire i nomi dei due sospetti, ma attese comunque che venissero formulate le arringhe di difesa e che tutti, anche coloro che si fingevano suoi fedeli, votassero. Al termine delle discussioni, Aledileo risultò il più votato e alcuni cavalieri gli si affiancarono per portarlo in uno dei templi, pronti a tenerlo sotto osservazione per un breve periodo di tempo e verificarne la fedeltà alla dea.

Nel mentre, Atena valutò la situazione e affermò: - Continuate le ricerche! I nostri nemici non possono sfuggirci! Anzi, sono certa che non lasceranno l’Elisio per organizzare nuove truppe: tenteranno di eliminarci contando solo sulle proprie forze. Non dobbiamo permetterglielo.- A quelle parole, i cavalieri si avviarono in direzioni diverse, alcuni da soli, altri in gruppetti. Alcuni in particolare sembravano essersi preposti una propria missione, nel tentativo di sventare quanto prima la minaccia rappresentata dai tre dei ostili e guadagnarsi la fiducia della dea.

Pandora rise di gusto. Atena ed Hades erano entrati nella fase finale della Guerra Sacra ed erano entrambi decisi a non lasciarsi sopraffare dall’avversario. Peccato non avessero calcolato la sua presenza e ciò che questa avrebbe comportato. - Andiamo Shilfield, presto sarà il nostro momento di agire. - disse al suo compagno, mentre si allontanava. Lo spectre uscì dall’ombra del suo nascondiglio e seguì la donna con un’espressione indecifrabile sul viso.


SECONDA NOTTE

Doa of Alrisha si sedette sui gradini che portavano all’interno di un tempio vuoto per riprendere fiato. Sospirò e sorrise soddisfatto per quanto era riuscito a fare fino a quel momento. La sua fedeltà alla dea non poteva essere messa in discussione e lui l’avrebbe aiutata in ogni modo possibile.
- Buonasera, Doa! - esordì in quel momento una voce ben nota, ma inaspettata. Il cavaliere balzò in piedi accorgendosi dei tre individui che si erano portati ai piedi della scalinata senza che se ne accorgesse.
- Dunque siete voi i vili assassini di Micene! E immagino che ora vogliate eliminare anche me. - esclamò Doa, mettendosi in guardia, pronto a respingere gli attacchi e vendicare il compagno. Subito, due avversari scattarono nella sua direzione, disponendosi uno alla sua sinistra e uno a destra. Il cavaliere della dodicesima casa riuscì ad evitare il primo attacco e si avventò su chi l’aveva lanciato, ma venne centrato alla spalla destra dal secondo e portò istintivamente la mano alla ferita. Questa distrazione permise al primo assalitore di scansarsi di lato e lanciare il proprio colpo segreto contro il cavaliere nemico. Doa si riprese in pochi attimi e contrastò il colpo avversario con il proprio generando una momentanea fase di stallo. Mentre l’avversario iniziava ad essere spinto indietro, il suo compagno approfittò della situazione per colpire ripetutamente Doa nel tentativo di farlo desistere. Il cavaliere strinse i denti e resistette, riuscendo nel contempo a respingere definitivamente il primo dei nemici. Voltandosi verso il secondo, trovò al suo posto l’ultimo assassino che con potente colpo lo spedì fin dentro la costruzione. Doa tentò di rialzarsi, ma vi riuscì con fatica. - Devo essermi rotto qualcosa nella caduta.- ansimò, - Sono in troppi, se non reagisco subito verrò sopraffatto.- Nonostante una fitta ad una gamba, balzò comunque fuori dal cratere. Ma prima che potesse toccare nuovamente terra il primo ed il terzo assassino lanciarono i propri colpi segreti contro di lui. Quando infine la toccò, il soffio della vita stava già abbandonando il suo corpo.

Qualcuno, nei dintorni, avvertì il cosmo di Doa avvampare improvvisamente per poi svanire e, con il cuore che batteva ansiosamente, corse nella direzione in cui l’aveva sentito per l’ultima volta, seguito dai cavalieri che incontrava lungo la strada.

Dawnlight camminava solitaria per l’Elisio. Immersa nei suoi pensieri, si accorse solo all’ultimo istante del colpo diretto verso di lei, lanciatole da qualcuno alle sue spalle. Saltò verso l’alto e riuscì in questo modo ad evitarlo. Con un colpo di reni, si voltò a mezz’aria e si trovò di fronte all’assalitore nell’atterrare. Nel riconoscerlo, corrugò la fronte ed affermò: - Sembrerebbe che Atena e Hades non siano gli unici partecipanti a questa guerra. Ma ancora per poco…- Così dicendo si preparò ad attaccare a sua volta, ma un rapido attacco la sorprese alle spalle, facendola barcollare in avanti. - Anche tu? E’ proprio vero che gli opposti tendono ad attrarsi…- ironizzò Dawnlight. Poi si voltò con uno scatto e lanciò un fascio di energia contro il secondo avversario, che venne però parato con estrema facilità e con suo grande stupore. - Devi impegnarti di più. - sorrise il nemico, atterrandola con il proprio colpo. Si avvicinò per finirla, quando udì avvicinarsi numerose persone. Fece un cenno col capo al compagno e i due si allontanarono.


Doa of Alrisha è stato ucciso dai gemini.
Dawnlight  è stata ferita da Pandora.


SECONDO GIORNO

Il corpo di Doa fu ritrovato privo di vita pochi minuti dopo il termine dello scontro e venne subito portato accanto a quello di Micene, venendo rinchiuso anch’esso in una bara di ghiaccio per essere conservato. In molti piansero lacrime amare, qualcuno in particolare. Inoltre alcuni cavalieri trovarono Dawnlight gravemente ferita, ma ancora viva, e intervennero prontamente. Ioria, fiducioso nei confronti della sacerdotessa, usò il proprio cosmo per guarire la ferita, mentre questa spiegava, nello stupore generale, che ad assalirla non erano stati Hades e i suoi compagni, ma dei nuovi pericolosi nemici.

I cavalieri iniziarono a sospettare che nel trio di assassini si nascondesse qualcuno di non particolarmente forte ed accusarono Flare e Asher, che si difesero strenuamente, ciascuno associando all’altro gli indizi per cui lo si sospettava. Nel frattempo, Aledileo veniva lasciato libero, dato che durante la sua prigionia i loro nemici avevano agito ugualmente.

Al termine delle discussioni e delle votazioni, Asher venne portato al cospetto della dea Atena. - Cavalieri, - esordì la dea, - stando a quanto mi dite, si sono verificati dei nuovi assalti e Doa of Alrisha è caduto. Non possiamo più indugiare: per quanto questo potrebbe portare alla caduta di nostri compagni, cosa che mi rattristerebbe non poco, dobbiamo procedere eliminando chi sospettiamo sia colpevole degli omicidi. - Poi i suoi occhi si posarono su Asher, inginocchiato di fronte a lei, tenuto fermo da Crystal e Phoenix. Leggermente turbata, puntò il suo scettro contro il petto del condannato, che la fissava con sguardo fiero, ma rassegnato. Un fascio di energia lo trapassò da parte a parte e i presenti vennero accecati dalla luce. Quando riaprirono gli occhi, di Asher non restava che la sua armatura.


Asher è stato giustiziato.
Aledileo è uscito di prigione.
Dawnlight è stata curata.


TERZA NOTTE

Libra si aggirava per l’Elisio alla ricerca di nuovi indizi, quando avvertì due presenze ostili a breve distanza da lui. Si girò di scatto e vide un volto a lui doppiamente noto. - Ma cosa… - Non ebbe il tempo di terminare la frase, che venne interrotto dalla sonora risata della compagna, che si era posta alla sua sinistra. Un potente attacco venne lanciato contro di lui a breve distanza, ma riuscì a resistervi grazie alla sua pronta difesa. Pandora si lanciò nuovamente su di lui, usando per la seconda volta di fila il proprio colpo segreto e questa volta Libra crollò a terra ferito. Prima che potesse portare a termine l’opera, un potente cosmo si accese nelle vicinanze ed iniziò ad avvicinarsi e gli assalitori furono costretti a darsi alla fuga.

Aquarius decise che era giunto il momento di agire e si diresse verso un punto preciso, verso un luogo in cui era già stato poco tempo prima. Si concentrò e percepì altre presenze nelle vicinanze, ma nonostante questo non si fermò, deciso a proteggere quel suo compagno con un impenetrabile muro di ghiaccio.

Un cavaliere alzò gli occhi carichi di dolore al cielo e lo vide pieno di stelle. Strano. Poi fece una smorfia, come se sorridesse: forse gli sarebbero state utili.

Aldebaran sapeva che non poteva durare a lungo e che presto sarebbe caduto anche lui. Per questo, quando vide i tre assassini di fronte a sè, non si stupì più di tanto. O meglio, non si stupì di due di loro. Senza pronunciare una parola, ma sorridendo ampiamente, i tre si avventarono su di lui. Un colpo lo centrò all’addome e un altro alla gamba. Tentò un affondo verso uno degli avversari, ma questi lo schivò abilmente, portandosi alle sue spalle ed attaccandolo da lì. La potenza del colpo segreto lo fece volare in aria, dove venne seguito poco dopo dal terzo assassino. Questi lo attaccò dall’alto, scaraventandolo a terra e ponendo fine alla sua vita nell’impatto. Hades atterrò al fianco dei due compagni e si complimentò con loro per l’ottimo lavoro svolto.
- Mi diverte vedervi così. Non mi sarei mai aspettato che avreste agito in questo modo. - affermò sorridendo.
- E tu allora? - esclamò Hypnos, - anche per noi è strano vederti in questi panni. -
- Dici? No, li ho già vestiti in passato e non mi sorprendo. - concluse sornione il capo del gruppo, mentre Thanatos annuiva al suo fianco.


Aldebaran è stato ucciso dai gemini.
Libra è stato ferito da Pandora.


TERZO GIORNO

Nel corso delle ore precedenti, nuovi scontri erano avvenuti nell’Elisio. Seguendo le tracce cosmiche degli assalitori, ma arrivando sempre troppo tardi, i cavalieri di Atena avevano trovato il corpo senza vita di Aldebaran  e quello di Libra gravemente ferito. Il cavaliere non si era però arreso e, disteso su di un altare trovato in un tempio, aveva continuato a ragionare e cercare di mettere insieme gli indizi insieme ai compagni.

Vari elementi portavano a pensare che fra Saintsaga, Sagarules e Chaos si nascondesse uno degli assassini e alcuni ritenevano addirittura che ve ne fossero ben due. I tre guerrieri non si difesero dalla accuse, Saintsaga rimase in silenzio, mentre Sagarules e Chaos, appoggiati dal morente Libra, lo accusavano e votavano con sicurezza. Dopo che tutti gli altri ebbero espresso la propria opinione, risultò che Saintsaga e Sagarules avevano ricevuto lo stesso numero di voti. Tutti si voltarono verso la dea Atena, in cerca di aiuto. Lady Isabel si era mossa dal luogo in cui era rimasta fino a quel momento per non costringere Libra a spostarsi e per poter partecipare attivamente alla discussione riguardo le ipotetiche identità dei nemici.
Si concesse alcuni minuti di riflessione, poi, nonostante i vari dubbi su chi fosse meglio giustiziare, puntò lo scettro contro Saintsaga e lo disintegrò con un fascio di luce. Nessuno se ne preoccupò troppo, ma Sagarules emise un sospiro di sollievo.

Poco dopo la morte di Saintsaga, Libra gemette di dolore. Tutti si raccolsero intorno a lui, giusto in tempo per udire le sue ultime parole: - Non lasciatevi... ingannare… dalle… apparenze! –


Saintsaga è stato giustiziato.
Libra è morto per le ferite.


QUARTA NOTTE

I cavalieri rimasti rivolsero un ultimo sguardo alla bara di ghiaccio di Libra, posta accanto a quelle di Micene e Doa of Alrisha, bara di cui Crystal il Cigno si era voluto occupare personalmente. Poi si dispersero, tutti decisi a compiere la propria missione, fosse essa un aiuto per Atena o un omicidio.

Hades rise soddisfatto. Finalmente anche l’ultimo fastidioso contrattempo era stato eliminato, ora poteva concentrarsi sul suo vero obiettivo. Quella notte, avrebbero ucciso qualcuno di molto interessante.
Elisa si aggirava nelle vicinanze del luogo in cui si trovava poco prima in compagnia degli altri cavalieri. Era concentrata su qualcosa e non prestò attenzione ai tre colpi segreti che si avvicinavano sempre più velocemente alla sua schiena. Quando se ne accorse, erano ormai troppo vicini da potersi spostare. Un’esplosione e agli assassini sembrò che fosse già tutto finito. Dovettero ricredersi quando, diradatosi il fumo, notarono che l’avversaria era intatta. - Aspettavo con ansia questo momento. - affermò  avvicinandosi, - Chissà quale sarà l’esito di questo scontro… -
Uno degli assalitori non le diede il tempo di terminare il discorso e balzò verso di lei, che evitò il colpo spostandosi lateralmente, scoprendo però il fianco al secondo nemico. Questi tentò di mandare a segno alcuni colpi, ma si accorse con stupore che Elisa si era già spostata alle sue spalle. Un fascio di luce ed era a terra accanto al compagno. I due si scambiarono uno sguardo di intesa poi si lanciarono nuovamente all’attacco. L’avversaria era pronta a riceverli, ma non aveva prestato attenzione al terzo membro del gruppo che la atterrò con un colpo che, altrimenti, non sarebbe mai riuscito a mandare a segno. I suoi compagni approfittarono del momento propizio e incrociarono i propri colpi segreti, lanciandoli in direzione di Elisa. Questa riuscì ad evitare solo in parte gli attacchi avversari. Iniziava ad essere stanca, doveva fare qualcosa. Cominciò ad espandere il proprio cosmo, ma uno dei suoi avversari era pronto e, prima che lei potesse fare alcunché, la centrò in pieno con il proprio colpo segreto, approfittando del fatto che non poteva muoversi molto mentre concentrava il proprio cosmo. Soddisfatti, i tre si separarono, mentre uno di loro lanciava un’ultima occhiata al corpo esanime di Elisa.

Flare era indecisa sul da farsi. Alla fine si risolse e decise di dirigersi in un posto che conosceva, dato che vi era già stata in precedenza. Fatti pochi passi, le si parò di fronte un individuo che conosceva molto bene. - Cosa ci fai tu qui? - chiese sorpresa. - La cosa non ti riguarda. - rispose il suo avversario. Poi le lanciò contro il proprio colpo segreto e si diresse altrove, voltandosi un’ultima volta a guardare il corpo di Flare immobile.

Christian Virgo camminava sulle verdi distese dell’Elisio senza una meta precisa. Come Flare poco prima, anche lui incontrò qualcuno che conosceva bene. Con cui aveva già avuto a che fare. Prima che potesse dire qualcosa, si ritrovò immobilizzato e il suo avversario già si stava allontanando, quasi impassibile.


Elisa è stata uccisa dai gemini.
Flare e Christian Virgo sono stati bloccati da Hypnos e Crystal (In che ordine? Mah!)


QUARTO GIORNO

Nuovamente, i cavalieri di Atena non avevano potuto fare niente: avevano trovato il corpo di Elisa privo di vita vicino al luogo in cui erano morti Saintsaga e Libra. Quella volta non c’erano stati feriti, ma Flare e Christian Virgo erano stati ritrovati uno privo di sensi e l’altro imprigionato nel ghiaccio. Avevano avuto bisogno di un po’ di tempo per riprendersi e non avevano potuto partecipare alle discussioni sugli assassini.

Mentre Aquarius, molto turbato, imprigionava anche il corpo di Elisa in una bara di ghiaccio e la poneva accanto alle altre tre, i cavalieri di Atena iniziarono a sospettare, per motivi diversi, di Shura di Capricorn, già accusato dopo l’omicidio di Micene, di Canadian, ritenuto essere colui che aveva addormentato uno dei cavalieri di Atena, e di Flare, accusata di aver ucciso Libra e non aver potuto agire questa volta perché ostacolata.

Una volta portati al cospetto della dea, i tre tentarono di difendersi dalle accuse e Shura e Canadian accusarono e votarono entrambi per Flare, che non poteva rispondere in alcun modo. Per la seconda volta, si verificò una situazione di parità di voti e i cavalieri chiesero ad Atena di scegliere uno fra Canadian e Flare. La dea ripensò al corpo straziato di Elisa e alle ferite degli altri caduti a causa di quelle divinità malvagie. In una frazione di secondo, un fascio di luce percorse la breve distanza che separava la dea da Canadian. Con grande stupore di tutti, o quasi, il colpo venne fermato dalla lama di una spada. Il dio rise di gusto notando le espressioni sbigottite dei suoi nemici. Prima che qualcuno potesse fermarlo, scomparve in una nube di fumo scuro. La sua risata aleggiava ancora nell’aria.


Canadian è sopravvissuto.

QUINTA NOTTE

Sirio correva verso un luogo preciso. - Probabilmente, - pensava - proteggerlo nuovamente è la cosa più saggia da fare. - E ne fu ancora più convinto quando, poco dopo, avvertì tre potenti cosmi andare nella sua stessa direzione. - Devo correre, devo salvarlo. -

Hades, Hypnos e Thanatos arrivarono nei pressi della loro potenziale vittima. Li stava aspettando. Con lo sguardo carico di rabbia e rancore nei loro confronti. I tre dei non persero tempo. Mentre uno di loro rimaneva fermo, con la calma che lo contraddistingueva e osservava lo svolgersi degli avvenimenti, gli altri due si lanciarono verso l’avversario. Questi centrò uno dei due con un potente pugno all’addome, spingendolo indietro, per poi avventarsi contro l’altro. I loro colpi segreti si incrociarono, generando un’esplosione. Il secondo assalitore, ripresosi, approfittò del momento di distrazione per scagliare un preciso attacco che centrò in pieno la vittima. Poi unì il proprio cosmo a quello del compagno rimasto in disparte e i loro potenti colpi la spazzarono via, facendola crollare a terra alcuni metri più avanti, immobile e apparentemente priva di sensi. Il terzo assassino, rimessosi in piedi, si preparò nuovamente a dargli il colpo di grazia. L’attacco non raggiunse però il bersaglio. Questi aprì gli occhi e vide qualcuno a braccia spalancate che gli rivolgeva la schiena. - Scappi… mia… signora! - esclamò poco prima di crollare al suolo esanime, una profonda ferita all’altezza del petto. L’omicidio appena avvenuto di fronte ai suoi occhi, senza che lui potesse fare niente, fece adirare maggiormente l’obiettivo originario che iniziò ad espandere il proprio cosmo. Questo, unito all’aver avvertito avvicinarsi numerose altre aure cosmiche, convinse gli assalitori che era meglio abbandonare la battaglia per quella volta. Evitando di perdere di vista l’avversario, iniziarono ad allontanarsi velocemente, non senza una certa riluttanza.


Minosse è stato ucciso dai gemini.

QUINTO GIORNO

Dopo la morte di Minosse, l’agitazione fra i cavalieri crebbe, così come la loro ferma intenzione di vendicare i loro compagni e porre fine a quegli omicidi. Atena era riuscita a sopravvivere all’assalto delle divinità nemiche e a riconoscere chi aveva ucciso il suo primo cavaliere.
Shura di Capricorn fu portato di fronte a lei senza esitazioni da parte di nessuno. Tutti ritenevano che così facendo il dio Hypnos sarebbe finalmente caduto.
Shura rise in faccia ai cavalieri: - Sembra vi stiate dando molto da fare per giustiziare mio fratello. Peccato che troviate sempre il dio sbagliato. - Così dicendo, gettò il mantello a terra, rivelando la scura surplice sottostante. Balzò verso Aledileo e scagliò il suo colpo segreto alla massima potenza. Il suo avversario fu colto alla sprovvista e non fece in tempo a difendersi. Fu inghiottito in un’enorme sfera di energia e di lui non rimase niente. Quando l’assassino si voltò verso gli altri, il suo ghigno soddisfatto si mutò in una smorfia nervosa. Tutti i cavalieri corsero con rabbia verso di lui, lanciando contemporaneamente i propri attacchi nella sua direzione. Chiunque avrebbe capito che niente avrebbe potuto contrastare la loro furia. Per un attimo, tutti furono accecati dalla luce, poi, quando tutto divenne più chiaro, videro il corpo privo di vita di Shura di Capricorn accasciato nel luogo in cui prima si trovava Aledileo.

Se la morte di Minosse, aveva gettato nello sconforto i cavalieri di Atena, quella di Aledileo li gettò in preda alla disperazione. Tutti piansero per lui, non accorgendosi dei due sorrisi soddisfatti sui volti dei restanti nemici.


Shura di Capricorn e Aledileo sono morti.

ULTIMO TURNO

Nessun masterpost.

Flare/Sirio, Sagarules/Crystal, Chaos/Phoenix e Christian/Aquarius vincono la partita!
_________________



Last edited by Antares on Sun Jul 24, 2011 20:16 pm; edited 12 times in total
Back to top
View user's profile Send private message
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45132



PostPosted: Sat Jul 09, 2011 2:07 am    Post subject: Re: Gemini in Tabula XXXII - Elisium Chapter Reply with quote

Piccolo commento esterno  

Antares wrote:
Shilfield: non si è lanciato nell'iperdimensione ed è rimasto l'unico spectre ancora in vita. Si allea con Pandora per vendicarsi degli inganni di Hades. Se Pandora viene attaccata dai gemini o mandata al rogo, può scegliere se sacrificarsi per lei o no. Se si sacrifica, vince se al termine della partita è Pandora a trionfare. Se sceglie di non sacrificarsi, non può ferire da solo e vince (con un'altra fazione) se è ancora vivo al termine della partita.


In questo modo, specie in caso di rogo, gli altri sanno chi è Pandora che di conseguenza è estremamente vulnerabile, e Basilisco farebbe bene a non proteggerla mai. Sarebbe più interessante una cosa del tipo che se accetta il sacrificio, i giocatori con Pandora e Shilthead si scambiano segretamente i ruoli (vincendo poi insieme nel caso) in modo da ottenere lo stesso risultato - la sopravvivenza di Pandora - senza impliciti smascheramenti
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Antares
Cavaliere Divino del Cigno
Cavaliere Divino del Cigno


Joined: 27 Mar 2010
Posts: 9082


Location: Ancona - Ottava Casa

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 8:29 am    Post subject: Re: Gemini in Tabula XXXII - Elisium Chapter Reply with quote

Shiryu wrote:
In questo modo, specie in caso di rogo, gli altri sanno chi è Pandora che di conseguenza è estremamente vulnerabile, e Basilisco farebbe bene a non proteggerla mai. Sarebbe più interessante una cosa del tipo che se accetta il sacrificio, i giocatori con Pandora e Shilthead si scambiano segretamente i ruoli (vincendo poi insieme nel caso) in modo da ottenere lo stesso risultato - la sopravvivenza di Pandora - senza impliciti smascheramenti

Nel senso che Pandora muore e Shilfield sopravvive e ferisce al suo posto?
Poi però verrebbero a crearsi ben due kanon, cosa che volevo evitare dopo aver visto cosa hanno comportato nell'ultimo GiT: un secondo kanon, magari verso la fine della partita, su cui non si hanno grandi indizi, ma che va eliminato assolutamente.
Diciamo che Shilfield è pensato per essere un piccolo aiuto a Pandora, che però può rivelarsi decisivo in situazioni del tipo "ultimo turno, bruciamo kanon e vinciamo, se sopravvive vince lui".

Piuttosto: mi servono momentaneamente i poteri da mod per poter sbloccare i post di Elisa ^^
_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Guest



Joined: 03 Jun 2008
Posts: 3381



PostPosted: Sat Jul 09, 2011 14:33 pm    Post subject: Reply with quote

Per i poteri mi sa che ti conviene scrivergli in privato

E i ruoli quando arrivano?  
Back to top
View user's profile Send private message
Canadian



Joined: 13 Mar 2008
Posts: 2576



PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:08 pm    Post subject: Reply with quote

pm ricevuto
_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Aldebaran



Joined: 14 Nov 2009
Posts: 11824


Location: Seconda casa

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:30 pm    Post subject: Reply with quote

Ruolo ricevuto
_________________



Back to top
View user's profile Send private message
Shura di Capricorn
Cavaliere d'oro di Capricorn
Cavaliere d'oro di Capricorn


Joined: 02 May 2008
Posts: 19684


Location: Atene - Decima Casa del Capricorno

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:30 pm    Post subject: Reply with quote

Ruolo ricevuto.
_________________



Back to top
View user's profile Send private message
Guest



Joined: 03 Jun 2008
Posts: 3381



PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:42 pm    Post subject: Reply with quote

Ricevuto
Back to top
View user's profile Send private message
elisa



Joined: 20 Sep 2010
Posts: 10283


Location: Isola di Andromeda

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:52 pm    Post subject: Reply with quote

Anche io ho ricevuto il ruolo. ^^
_________________
Sarà quel battito d'amore che ci dà la forza per affrontare i pericoli del cuore.

Back to top
View user's profile Send private message MSN Messenger
Christian Virgo



Joined: 18 Feb 2010
Posts: 3166


Location: Sesta casa napoletana

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 19:56 pm    Post subject: Reply with quote

ricevuto  
_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Chaos
Cavaliere d'oro di Sagitter
Cavaliere d'oro di Sagitter


Joined: 23 Nov 2010
Posts: 8571


Location: Da qualche parte nel Tartarus.

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 20:06 pm    Post subject: Reply with quote

Ruolo ricevuto.
_________________
Set By Sion e Christian

    Un grazie a Dawnlight
Back to top
View user's profile Send private message MSN Messenger
saintsaga1983
Cavaliere d'Oro onorario
Cavaliere d'Oro onorario


Joined: 06 Dec 2006
Posts: 16739


Location: Labirinto dei Gemelli - Napoli

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 20:45 pm    Post subject: Reply with quote

ruolo ricevuto!!!
_________________


Back to top
View user's profile Send private message Send e-mail MSN Messenger
Flare
Cavaliere d'Oro onorario
Cavaliere d'Oro onorario


Joined: 01 Apr 2006
Posts: 8281



PostPosted: Sat Jul 09, 2011 21:12 pm    Post subject: Reply with quote

Arrivato anche a me ^^
_________________


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Antares
Cavaliere Divino del Cigno
Cavaliere Divino del Cigno


Joined: 27 Mar 2010
Posts: 9082


Location: Ancona - Ottava Casa

PostPosted: Sat Jul 09, 2011 22:35 pm    Post subject: Reply with quote

Nell'attesa che tutti confermino l'arrivo del proprio ruolo, eccovi il prologo (considerando l'ora, dovete scusarmi eventuali errori ^^):

PROLOGO

- Terrible Providence! -
Il tremendo colpo segreto centrò in pieno i cinque ragazzi, facendoli crollare a terra con le vecchie armature di bronzo ormai in frantumi. Pegasus alzò con fatica la testa: di fronte a loro si ergeva il dio Thanatos, ancora pieno di energie e privo di gravi ferite, nonostante il lungo combattimento. Pochi metri più in là, si trovava suo fratello Hypnos che attendeva con impazienza che il compagno terminasse il lavoro. Per quanto quei cavalieri avessero dimostrato di possedere uno straordinario potere e una grande forza d’animo, riuscendo a giungere fino al luogo riservato ai soli dei, si trattava pur sempre di esseri inferiori ed era inammissibile che ci volesse così tanto tempo per porre fine alle loro vite. In realtà, però, Hypnos temeva che i ragazzi potessero sfruttare le potenzialità del sangue di Atena per ottenere un miracolo e risvegliare le corazze che lui e il fratello avevano già visto una volta in passato.
Improvvisamente, un potente cosmo avvolse l’intero spiazzo e con un lampo di luce dorata, cinque armature d’oro si mostrarono agli occhi dei presenti: Sagittario, Bilancia, Acquario, Vergine e Leone. Prima che i cavalieri o gli dei gemelli potessero fare qualcosa, un secondo cosmo avvolse le cinque corazze e i cinque cavalieri di bronzo, che bruciarono intensamente i propri cosmi nell’udire la voce di Atena incitarli a compiere il miracolo. Thanatos e Hypnos indietreggiarono di un passo, sbalorditi: nel giro di pochi secondi la situazione era mutata enormemente. Prima, di fronte a loro vi erano cinque ragazzi moribondi e con le corazze in frantumi, ora, cinque ragazzi forti delle proprie armature divine e fiancheggiati da cinque cavalieri d’oro, riportati a nuova vita dai cosmi di Atena e Nettuno.
- Ritiratevi, miei fedeli alleati, non avete alcuna possibilità da soli contro tutti loro! -
Nell’udire quell’ordine, i due dei si scambiarono uno sguardo d’intesa, scomparendo alla vista dei propri avversari e riapparendo di fronte al loro signore Hades, che si era rimpossessato del proprio corpo nel momento in cui aveva avvertito numerosi cosmi ostili accendersi a breve distanza.
- Mio signore, perché ci avete richiamato dalla battaglia? Avremmo potuto ucciderli facilmente, un’armatura diversa non basta a rendere dei semplici umani superiori a delle divinità! - gridò Thanatos con rabbia. Hades non ebbe il tempo di rispondere che vide un piccolo oggetto volare verso la giara nella quale era imprigionata Atena. In un lampo di luce, la giara andò in pezzi, mentre la dea Atena, vestita della propria armatura divina e con alle spalle i suoi dieci cavalieri, si parava dinanzi alle tre divinità nemiche.
- Non credere che questo basti a garantirti la vittoria, Atena! Ucciderò te e i tuoi ultimi cavalieri e farò sprofondare il mondo nelle tenebre! - Con queste parole, Hades scomparve, seguito da Hypnos e da un riluttante Thanatos.

_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Asher



Joined: 08 Jan 2009
Posts: 880


Location: Roma

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 0:03 am    Post subject: Reply with quote

Ruolo ricevuto!
Bel prologo!
_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Shura di Capricorn
Cavaliere d'oro di Capricorn
Cavaliere d'oro di Capricorn


Joined: 02 May 2008
Posts: 19684


Location: Atene - Decima Casa del Capricorno

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 0:15 am    Post subject: Reply with quote

Bello il prologo.
_________________



Back to top
View user's profile Send private message
Phoenix no Ikki
Cavaliere d'oro di Virgo
Cavaliere d'oro di Virgo


Joined: 17 Nov 2009
Posts: 14772


Location: Isola della Regina Nera (PG)

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 1:31 am    Post subject: Reply with quote

ruolo ricevut... ha già, non partecipo  

bel prologo però scorpietto  
_________________
Phoenix no Ikki
EMPIO COSPIRATORE DEL FORUM




Back to top
View user's profile Send private message MSN Messenger
Libra
Cavaliere Divino del Dragone
Cavaliere Divino del Dragone


Joined: 10 Apr 2008
Posts: 15949


Location: VII Casa del Grande Tempio / RM

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 1:54 am    Post subject: Reply with quote

Bel prologo!

Ruolo ricevuto
_________________



Back to top
View user's profile Send private message
Christian Virgo



Joined: 18 Feb 2010
Posts: 3166


Location: Sesta casa napoletana

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 9:30 am    Post subject: Reply with quote

Ottimo prologo  
_________________

Back to top
View user's profile Send private message
Minosse



Joined: 24 Feb 2011
Posts: 508


Location: inferno, prime prigioni Troghigiane (Fi)

PostPosted: Sun Jul 10, 2011 9:58 am    Post subject: Reply with quote

ruolo ricevuto, bello il prologo


_________________


Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Giochi & Tornei All times are GMT + 1 Hour
Page 1, 2, 3 ... 17, 18, 19  Next
Page 1 of 19

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum

Card File  Gallery  Forum Archive
Space Pilot 3K template by Jakob Persson.
Powered by phpBB © 2001 phpBB Group
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum