ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index ICavalieriDelloZodiaco.net
Il forum dedicato al mondo leggendario de I Cavalieri dello Zodiaco e a tutti gli spin-off del marchio Saint Seiya
 
 FAQFAQ   SearchSearch   MemberlistMemberlist   UsergroupsUsergroups   Join! (free) Join! (free)  
 ProfileProfile   Log in to check your private messagesLog in to check your private messages   Log inLog in 

Libri preferiti
Page Previous  1, 2, 3 ... , 43, 44, 45  Next
 
Post new topic   Reply to topic    ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Off topic
View previous topic :: View next topic  
Author Message
Please Register and Login to this forum to stop seeing this advertising.






Posted:     Post subject:

Back to top
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:11 pm    Post subject:  Reply with quote

Quote:
In inglese non li ho letti ma in italiano non mi sembra di aver letto niente di tanto fuori posto

Son cose che si perdono in traduzione, purtroppo (o per fortuna, in questo caso   ). Per intenderci, è come se mettessi in bocca a un ragazzo di oggi frasi tipo "bella lì, raga!" che si usavano decenni fa.   Poi non so PJ, ma HP è stato distrutto nell'edizione italiana, la Rowling aveva dato una voce diversa a ogni personaggio, come terminologia e lessico, ma la cosa è del tutto assente in italiano.

Più in generale, in PJ è tutta un'impostazione da serie TV a non piacermi molto... i personaggi fanno quel che ti aspetteresti che facciano, piuttosto che quel che una persona reale probabilmente farebbe. In HP il trio sono  bambini reali inglesi fatti e finiti.

Certo molto meglio PJ di quella rottura di balle di Narnia o della Bussola d'Oro ^^'
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Scorpione



Joined: 16 Mar 2015
Posts: 1236



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:11 pm    Post subject: Reply with quote

Verissimo che i primi due libri di HP sono per i bambini, poi cambia il registro. Difatti ai bambini piacciono di più i primi che gli ultimi mentre è il contrario per gli adulti. Da esperienza diretta di bambini italiani e anglofoni, so che hanno interrotto HP dal Calice di Fuoco.

Al contrario Riordan piace tantissimo ai bambini anglofoni, i quali probabilmente sentono lo stile più vicino al loro linguaggio (e ciò sostiene la tesi di Ale).
Magari per gli anglofoni British potrebbe essere diverso, anche se ormai è l'inglese americano ad essersi imposto per i giovani (serie TV, webseries, musica).
Back to top
View user's profile Send private message
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:13 pm    Post subject: Reply with quote

Cioé in Australia parlano ancora in quel modo lì? ^^''
In Inghilterra quel lessico lo usavano i loro genitori da ragazzi  
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Scorpione



Joined: 16 Mar 2015
Posts: 1236



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:19 pm    Post subject: Reply with quote

Non lo trovano così arcaico o "strano". E nemmeno negli USA.
Back to top
View user's profile Send private message
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:21 pm    Post subject: Reply with quote

Sono indietro  
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Scorpione



Joined: 16 Mar 2015
Posts: 1236



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:28 pm    Post subject: Reply with quote

Hahaha. Ma no!
Contestualizzano. Lo abbiamo fatto noi coi vari Verga, Pirandello, Calvino. Mica con Dante
Back to top
View user's profile Send private message
Aledileo
Cavaliere Divino di Pegasus
Cavaliere Divino di Pegasus


Joined: 17 Oct 2005
Posts: 26070


Location: Viareggio - Quinta Casa di Leo

PostPosted: Tue Feb 16, 2016 14:35 pm    Post subject: Reply with quote

Scorpione wrote:
Verissimo che i primi due libri di HP sono per i bambini, poi cambia il registro. Difatti ai bambini piacciono di più i primi che gli ultimi mentre è il contrario per gli adulti. Da esperienza diretta di bambini italiani e anglofoni, so che hanno interrotto HP dal Calice di Fuoco.

E infatti gli ultimi, dal Calice di Fuoco in poi (escluso il 5, che è pallosissimo) sono quelli che mi piacciono di HP.

Quote:
Certo molto meglio PJ di quella rottura di balle di Narnia o della Bussola d'Oro ^^'
Vero. Di Narnia ho letto due libri, davvero soporiferi.. non capisco proprio come si pretenda di accostarlo a Tolkien, sono due cose diversissime. E' uno dei rari casi in cui i film sono nettamente meglio dei libri, come dare linfa vitale a un morto. La Bussola d'Oro non l'ho letta. Finito Hypeversum, mi aspettano (in ordine sparso) la trilogia di Maze Runner, la saga di Terramare della LeGuin e la trilogia della Prima Legge di Abercrombie, quest'ultimo è un fantasy cazzuto e cruento alla George Martin come piacciono a me. Oltre che una decina di fantasy di scrittori italiani che alterno ai grandi nomi internazionali.

Quote:
Cioé in Australia parlano ancora in quel modo lì? ^^''

Australia? Scorpione sei in Australia?  
_________________
Vivere senza dipendere dagli Dei, decidendo il proprio destino, è un privilegio degli esseri umani! (Ioria)


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 15:06 pm    Post subject: Reply with quote

L'Ordine della Fenice non piace nemmeno alla Rowling, ha detto lei stessa che aveva bisogno di più editing 😅 Però il Prigioniero di Azkaban è stupendo.
Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Scorpione



Joined: 16 Mar 2015
Posts: 1236



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 21:58 pm    Post subject: Reply with quote

Le Cronache di Narnia pallosissime, ed anche i film non eccelsi.

La saga di Pullman è un esempio di come a volte possa essere masochistico L'idea originale è intrigante ed il primo libro godibile. Poi si perde in complessi discorsi religioso-filosofici a danno della trama e conseguente calo di pathos.

Ho avuto la stessa esperienza (calo di interesse) anche per Hunger Games e la tetralogia di Eragon. Il primo originalissimo ma con un finale un po' moscietto, il secondo invece delusione totale. I primi due libri, il secondo - Eldest - in particolare, molto ben fatti. Gli ultimi due da riscrivere: lunghi, prolissi centinaia di pagine inutili e ritmo della storia blando. Pessima idea quella di Paolini di trasformare la trilogia in tetralogia... Ma si sa, i $$$ muovono le montagne.

Tornando alla Rowling, Azkaban è il primo che lessi subito dopo aver visto i due film e mi piacque tantissimo. Delusione totale per il film, che tra l'altro è il più breve di tutti.

L'ordine della fenice arriva dopo un costante crescendo coi libri precedenti. Ci si aspettava più azione, invece è un libro più descrittivo e troppo lungo. Però regala quell'odioso personaggio di Dolores Umbridge, prova della capacità narrativa della Rowling.
Back to top
View user's profile Send private message
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Tue Feb 16, 2016 22:48 pm    Post subject: Reply with quote

Quote:
La saga di Pullman è un esempio di come a volte possa essere masochistico    L'idea originale è intrigante ed il primo libro godibile. Poi si perde in complessi discorsi religioso-filosofici a danno della trama e conseguente calo di pathos.

Concordo... in pratica diventa una scusa per l'autore per spiegare le sue idee religiose, e la trama perde quanto di interessante c'era stato nel primo libro.

Narnia ha un suo retaggio storico, ma anche lì ci sono troppa filosofia e religione tra le righe, miste alla visione del mondo conservatrice dell'autore... c'è una critica acuta della Rowling in cui si lamenta che la sorella maggiore del quartetto da un certo libro in poi non sia più ritenuta degna di entrare a Narnia perché perde tempo "con vestiti e rossetti", (metafora per dire che ha perso la verginità) che oggi non si può sentire.

Lo accomunerei al SdA più che altro solo per l'accezione fantasy meno incentrata sull'azione e più sulla creazione di un certo tipo di mondo fantastico, ma resta comunque lontanissimo nei temi e nelle metafore. E a me SdA non è che piaccia molto ^^

Hunger Games ed Eragorn non li ho mai letti, quel poco che avevo visto a riguardo non mi aveva ispirato.
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Evil Sirya



Joined: 14 Jul 2006
Posts: 2156


Location: Secondo Caparezza io vengo dalla Luna(no dalla Puglia)

PostPosted: Wed Feb 17, 2016 21:40 pm    Post subject: Reply with quote

Ho finitodi  leggere "Oliver Twist" per un esame e ora sto leggendo "Robinson Crusoe" e "Vita e avventure di un atomo" (ma Smollet quanto diamine è malato in quella satira?)
_________________
Senza dignità non esiste libertà. (Zi Yu/ Feng Shen Ji)


[img]http://i.imgur.com/CDWMXBz.jpg [/img]
Back to top
View user's profile Send private message
Shiryu
Site Admin


Joined: 13 Oct 2005
Posts: 45126



PostPosted: Mon Feb 22, 2016 12:00 pm    Post subject: Reply with quote

A proposito di letteratura per bambini
http://www.bbc.co.uk/news/enterta...gn=bbcnews&ns_source=facebook
_________________
Shiryu

-- http://www.icavalieridellozodiaco.net --


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Maestro dei Ghiacci



Joined: 05 Mar 2016
Posts: 201



PostPosted: Tue Mar 15, 2016 22:17 pm    Post subject: Reply with quote

Faccio un po' di pubblicità progresso.
Per un esame ho dovuto leggere, fra le tante cose, "Il Ragazzo del Risciò" di Lao She, uno dei grandissimi romanzieri cinesi e purtroppo sfortunata vittima illustre della Rivoluzione Culturale.
Peccato che, anche a causa di una certa politica editoriale italiana, i suoi scritti, così come quelli di altri titani della letteratura cinese, siano pressoché introvabili in italiano, ma se avete l'occasione di vederli, magari in un'edizione inglese... Beh sappiate che esiste e approfittatene perché ne vale la pena.
Back to top
View user's profile Send private message
Verseau88



Joined: 21 Dec 2012
Posts: 731


Location: Seriate (a casa dei miei)

PostPosted: Thu Apr 21, 2016 10:25 am    Post subject: Reply with quote

Scorpione wrote:
1. Qualcuno di voi ha letto il libro "Quello che uccide" di David Lagercrantz, sequel della saga Millennium di Stieg Larsson? Ero in dubbio se acquistarlo o no per paura di rovinare quel capolavoro che è la trilogia originale (paura supportata da recensioni lette online).
Però poi l'ho trovato alla Feltrinelli express in aeroporto e non ho resistito. Devo ancora iniziarlo e credo dovrò aspettare ancora un po'.


Ho interrotto la lettura di It, per leggere Quello che non uccide, dal momento che ho adorato la saga Millenium, al punto di arrivare anche a vedere i 4 film e la serie tv, non l'avessi mai fatto! C'è solo un elemento positivo in quel romanzo, per il resto sembra di leggere una fanfiction ispirata alla saga con i personaggi completamente OCC. Da evitare assolutamente.

Qualcuno di voi ha letto uno o entrambi di questi due libri:

- La leggenda della ragazza triste.
- La ragazza dai capelli azzurri.

Sono entrambi di Manuel Mura, il primo è ispirato a episode g, il secondo a Omega, sapete dirmi se sono belli, se vale la pena leggerli o se è meglio lasciare perdere? Grazie.
Back to top
View user's profile Send private message
Aledileo
Cavaliere Divino di Pegasus
Cavaliere Divino di Pegasus


Joined: 17 Oct 2005
Posts: 26070


Location: Viareggio - Quinta Casa di Leo

PostPosted: Thu Apr 21, 2016 12:27 pm    Post subject: Reply with quote

Verseau88 wrote:


Qualcuno di voi ha letto uno o entrambi di questi due libri:

- La leggenda della ragazza triste.
- La ragazza dai capelli azzurri.

Sono entrambi di Manuel Mura, il primo è ispirato a episode g, il secondo a Omega, sapete dirmi se sono belli, se vale la pena leggerli o se è meglio lasciare perdere? Grazie.
Li ho visti su youcanprint. Ma, non ho capito, in pratica lui sta vendendo delle fanfiction sui CdZ?
_________________
Vivere senza dipendere dagli Dei, decidendo il proprio destino, è un privilegio degli esseri umani! (Ioria)


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Verseau88



Joined: 21 Dec 2012
Posts: 731


Location: Seriate (a casa dei miei)

PostPosted: Thu Apr 21, 2016 16:47 pm    Post subject: Reply with quote

Aledileo wrote:
Li ho visti su youcanprint. Ma, non ho capito, in pratica lui sta vendendo delle fanfiction sui CdZ?


Boh, così sembrerebbe, e tra l'altro non solo sui Cavalieri, che poi, io non me ne intendo molto, ma non sarebbe illegale?
Back to top
View user's profile Send private message
Aledileo
Cavaliere Divino di Pegasus
Cavaliere Divino di Pegasus


Joined: 17 Oct 2005
Posts: 26070


Location: Viareggio - Quinta Casa di Leo

PostPosted: Thu Apr 21, 2016 17:12 pm    Post subject: Reply with quote

Verseau88 wrote:
Aledileo wrote:
Li ho visti su youcanprint. Ma, non ho capito, in pratica lui sta vendendo delle fanfiction sui CdZ?


Boh, così sembrerebbe, e tra l'altro non solo sui Cavalieri, che poi, io non me ne intendo molto, ma non sarebbe illegale?
Certo che è illegale. E' una violazione del diritto d'autore, sta usando materiale che appartiene ad altri (Kurumada, Toei o chiunque ne detenga i diritti). Le fanfiction dovrebbero essere gratuite, in quanto intese come omaggi, infatti spesso vengono inserite frasi tipo "questi personaggi non mi appartengono", "scritta senza scopo di lucro" o simili. Mah.
_________________
Vivere senza dipendere dagli Dei, decidendo il proprio destino, è un privilegio degli esseri umani! (Ioria)


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Evil Sirya



Joined: 14 Jul 2006
Posts: 2156


Location: Secondo Caparezza io vengo dalla Luna(no dalla Puglia)

PostPosted: Tue May 17, 2016 20:24 pm    Post subject: Reply with quote

Allora, mi sono data al romance e dico solo una cosa: se non fosse che aborro la tipologia dell' "affascinante mascalzone" che a molte autrici sembrava piacere (altrimenti detto "uomo che non deve chiedere mai!") negli anni 80 credo che, di libri romantici, leggerei solo quelli di autrici dai 70 anni in su.
Chi però è esperto di inglese mi può spiegare perché mi ritrovo cose tipo "erotiche onde sonar" trovato nel romanzo della Brayfield "Perle"?
Non mi si fraintenda, mi è piaciuto come romanzo, ma certe espressioni nella descrizione del sesso mi davano da pensare.
Ho letto anche "Margherita di Ginevra" di Marina Montemayer e devo dire che mi è piaciuto, anche se mi sono messa a ridere nel leggere che tutti desideravano lei (una banditessa lesbica pure! E l'unico uomo che non voleva lei si voleva bombare l'amico, mah...)
Un altro errore della Montemayer è stato creare il terzo incomodo tra Marina e Paul (finalmente uno che diventa duro per una motivazione seria!!) come un personaggio a mezz'aria, ossia sai che c'è qualcosa che lo ha reso così, ma non viene approfondito.
Perché? Per paura che non si faccia il tifo per la coppia protagonista?



Sto provando a leggere il romanzo "Nomadi" di Gary Jennings, ma ha una traduzione orrenda (LE LIRE AI TEMPI DELLA GUERRA DI SECESSIONE CHE CI FACEVANO?)
_________________
Senza dignità non esiste libertà. (Zi Yu/ Feng Shen Ji)


[img]http://i.imgur.com/CDWMXBz.jpg [/img]
Back to top
View user's profile Send private message
Aledileo
Cavaliere Divino di Pegasus
Cavaliere Divino di Pegasus


Joined: 17 Oct 2005
Posts: 26070


Location: Viareggio - Quinta Casa di Leo

PostPosted: Fri Aug 12, 2016 12:23 pm    Post subject: Reply with quote

Estate, tempo di letture piacevoli, divertenti e avventurose, da gustare sotto l'ombrellone (o in città, per vagare con la mente, per chi non può andare in vacanza). Vi consiglio alcuni libri che ho recensito sul mio blog:

- Albion, di Bianca Marconero: per ora la mia lettura preferita del 2016.
http://imondifantastici.blogspot....e-albion-di-bianca-marconero.html
e il suo seguito: Albion - Ombre
http://imondifantastici.blogspot....ne-di-albion-ombre-di-bianca.html



Sinossi: Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose –, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia.
Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell’amicizia e capirà che l’amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio.
Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell’eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all’epilogo, tra le mura di un’antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui.
Il destino di un re il cui nome è leggenda.

E' un urban fantasy, dal taglio adolescenziale, ma adatto anche per i più grandini. Mi ha emozionato molto, è una storia piena di amicizia, di solitudini che si incontrano e di scoperta.

***

Viriamo all'horror con "Oscure regioni" volume 1 e 2, due antologie di racconti dell'orrore, di Luigi Musolino. La particolarità è che sono racconti ispirati alle tradizioni e al folklore italiano, un racconto per ciascuna regione d'Italia, affondando proprio nelle leggende popolari oscure. Davvero interessante, e scritti bene.

http://imondifantastici.blogspot....-oscure-regioni-1-i-racconti.html

http://imondifantastici.blogspot....-oscure-regioni-2-i-racconti.html

***

"Pestilentia" del grande Stefano Mancini.
http://imondifantastici.blogspot....sione-fantasy-pestilentia-di.html

Un fantasy diverso dal solito, un pò più dark e cupo, ma sempre con una luce di speranza alla fine del tunnel.



Trama: Un ragazzo in fuga da qualcosa che non doveva essere liberato. È l’inizio della fine. Quattro secoli dopo, il mondo è un ammasso purulento. Una pestilenza ha spazzato via quasi ogni forma di vita, e il gelo ha stretto nella sua morsa gli ultimi superstiti. Quando la setta eretica della Mors Atra trafuga la più potente reliquia della Chiesa di Nergal, ultimo faro contro la decadenza, padre Oberon si ribella. E convoca Eckhard, devoto cavaliere della Fratellanza. Ispirato dalla fede, questi darà vita a uno spietato inseguimento sulle tracce della ladra Shree e del suo insolito compagno di viaggio, un eretico appartenente alla razza dei gha’unt. Perché la reliquia va recuperata a ogni costo. O il suo terribile segreto trascinerà nel baratro la chiesa, condannando il mondo all’oblio.

***

Infine due racconti lunghi autoprodotti di due giovani scrittori italiani:

"La sirena meccanica", di Giada Bafanelli, una reinterpretazione in chiave steampunk della fiaba della SIrenetta di Andersen



L'isola del male, di Gianluca Malato, un racconto horror che è un omaggio al ciclo di Chtulhu di Lovecraft.



http://imondifantastici.blogspot....-fantasy-la-sirena-meccanica.html

**

Spero di avervi incuriosito!
_________________
Vivere senza dipendere dagli Dei, decidendo il proprio destino, è un privilegio degli esseri umani! (Ioria)


Back to top
View user's profile Send private message Visit poster's website
Evil Sirya



Joined: 14 Jul 2006
Posts: 2156


Location: Secondo Caparezza io vengo dalla Luna(no dalla Puglia)

PostPosted: Sat Aug 13, 2016 22:07 pm    Post subject: Reply with quote

Shiryu wrote:
Quote:
La saga di Pullman è un esempio di come a volte possa essere masochistico    L'idea originale è intrigante ed il primo libro godibile. Poi si perde in complessi discorsi religioso-filosofici a danno della trama e conseguente calo di pathos.

Concordo... in pratica diventa una scusa per l'autore per spiegare le sue idee religiose, e la trama perde quanto di interessante c'era stato nel primo libro.

Narnia ha un suo retaggio storico, ma anche lì ci sono troppa filosofia e religione tra le righe, miste alla visione del mondo conservatrice dell'autore... c'è una critica acuta della Rowling in cui si lamenta che la sorella maggiore del quartetto da un certo libro in poi non sia più ritenuta degna di entrare a Narnia perché perde tempo "con vestiti e rossetti", (metafora per dire che ha perso la verginità) che oggi non si può sentire.

Lo accomunerei al SdA più che altro solo per l'accezione fantasy meno incentrata sull'azione e più sulla creazione di un certo tipo di mondo fantastico, ma resta comunque lontanissimo nei temi e nelle metafore. E a me SdA non è che piaccia molto ^^

Hunger Games ed Eragorn non li ho mai letti, quel poco che avevo visto a riguardo non mi aveva ispirato.


Mah, personalmente mi lascia perplessa questa critica della Rowling.
Nemmeno a me piace il maschilismo, ma nel caso di Lewis è anche comprensibile:  è un autore morto nel 1963, i libri di Narnia li ha scritti negli anni 50 (non propriamente un'epoca pro diritti delle donne), è un uomo nato con un certo background culturale e, per quanto si sia istruiti, il contesto, anche inconsciamente, lavora sull'individuo.
Trovo molto più ributtante il maschilismo di autrici giovani di YA destinati alle ragazzine (sì After parlo proprio di te!!)
Io ho letto la bussola d'oro e ho trovato il mondo dell'autore connesso armonicamente alla sua visione filosofica. Vediamo di leggere gli altri due (ho preso in prestito dalla bibliteca "La lama sottile")
Ho terminato di leggere "L'autunno dell'Azteco" di Gary Jennings, che, almeno per ora, credo sia il suo migliore romanzo (e ne ho letti diversi di suoi)
Rispetto ad altri, dove è presente una enorme quantità di sesso (anche con bambini ed è l'aspetto che mi piace di meno) qui si da' importanza agli eventi e alla caratterizzazione dei  personaggi.
Mi sono piaciuti assai Elena, che è una donna coraggiosa per come risponde a Luis e a quella testa di minchia della matriarca, e Mateo, che sotto la maschera da picaro nasconde un gran cuore e mi è dispiaciuto per il padre di Christobal.
Ho anche letto il romanzo "il letto di spine", assai poco conosciuto e secondo me immeritatamente.
L'autore, anche se ha idee abbastanza conservatrici, rende tutta la situazione ambigua e non capisci le motivazioni della decisione del protagonista verso l'amico malato.
Ora, sto cercando il film (purtroppo, causa trasloco, ho perso il file che stavo scaricando tramite il mulo e non lo riesco più a trovare), perché mi piacerebbe fare il confronto tra queste due produzioni.
Da quanto ho capito leggendo la trama del film, c'è tra questo e il romanzo una differenza sostanziale.

Spoiler:

Nel film, sembra che sia Lawrence (l'amico malato del morbo di Hawking) a chiedere al protagonista di fargli l'eutanasia, con un atto di volontà cosciente, nel libro, invece,  Guy (il protagonista) lo uccide e non si capisce se lo faccia per pietà (perché Lawrence, davvero, stava male) o per liberarsi di lui e sposarsi con la di lui moglie.




_________________
Senza dignità non esiste libertà. (Zi Yu/ Feng Shen Ji)


[img]http://i.imgur.com/CDWMXBz.jpg [/img]
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    ICavalieriDelloZodiaco.net Forum Index -> Off topic All times are GMT + 1 Hour
Page Previous  1, 2, 3 ... , 43, 44, 45  Next
Page 44 of 45

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum

Card File  Gallery  Forum Archive
Space Pilot 3K template by Jakob Persson.
Powered by phpBB © 2001 phpBB Group
Create your own free forum | Buy a domain to use with your forum